bg header
logo_print

Millefoglie di salmone affumicato, tra creatività e gusto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Millefoglie di salmone affumicato
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (27 Recensioni)

Millefoglie di salmone affumicato, un’idea elegante

La millefoglie di salmone affumicato, più che una ricetta, è un antipasto gastronomico ed artistico. Si presenta molto bene, esprimendo una marcata eleganza, frutto di un approccio creativo alla gestione degli ingredienti. Eppure il principio di base è molto semplice, ossia strati di pasta sfoglia arricchiti con una delicata e gustosa mousse al salmone, spezie e formaggio. A fare il grosso del lavoro sono i colori che la pietanza esprime e anche il modo con cui la crema viene distribuita, che disegna dei suggestivi ciuffetti.

Per quanto riguarda la pasta sfoglia potreste cimentarvi nella preparazione casalinga, ma in questo caso vi consiglio di cedere alla tentazione del prodotto pronto. D’altronde preparare la pasta sfoglia è difficile e laborioso, e potrebbe non valerne la pena. La buona notizia è che in giro si trovano prodotti eccellenti e alla portata dei celiaci, dunque senza glutine.

Ricetta millefoglie di salmone affumicato

Preparazione millefoglie di salmone affumicato

Per preparare la millefoglie di salmone affumicato procedete in questo modo. Versate il salmone affumicato nel mixer e frullatelo. A metà operazione unite un cucchiaio di maionese e il succo del limone. In una ciotola a parte versate il mascarpone, lo spalmabile e lo yogurt, infine lavorate il tutto con una spatola flessibile.

Spumate un po’ agitando con una frusta e condite con un po’ di pepe e un po’ di sale. Unite questa crema a quella di salmone che avete frullato.

Ora stendete la sfoglia sulla carta da forno e adagiatela su una placca, infine ricavate tre rettangoli e bucherellate la superficie. Cuocete la pasta sfoglia al forno (già caldo) a 200 gradi per 10 minuti, applicando un foglio di alluminio. Poi togliete il foglio e cuocete per altri 10 minuti, infine lasciate intiepidire.

Adesso non rimane che comporre il piatto. Versate la mousse di salmone in una tasca da pasticcere e adagiatela a ciuffetti allineati su un rettangolo di sfoglia. Ripetete l’operazione fino ad arrivare al terzo rettangolo. Infine guarnite con altri ciuffetti di mousse e qualche ciuffetto di aneto.

Ingredienti millefoglie di salmone affumicato

  • 1 confezione di sfoglia rettangolare consentita
  • 100 gr. di formaggio spalmabile light
  • 150 gr. di mascarpone consentito
  • 1.5 dl. di yogurt greco magro consentito
  • 2 cucchiai di maionese
  • 400 gr. di salmone affumicato
  • un ciuffetto di aneto
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • un pizzico di sale e di pepe bianco.

Pasta Sfoglia: pronta o fatta in casa?

Per questa ricetta, abbiamo scelto di utilizzare una pasta sfoglia pronta, disponibile in qualsiasi supermercato. Questa scelta garantisce comodità e velocità nella preparazione, rendendo la ricetta accessibile anche ai meno esperti in cucina. Tuttavia, se sei un cuoco esperto e hai tempo a disposizione, preparare la pasta sfoglia in casa può essere un’esperienza gratificante. La pasta sfoglia fatta in casa porta la millefoglie di salmone a un livello superiore, grazie alla sua texture unica e al gusto più intenso.

La preparazione del piatto inizia con la cottura della pasta sfoglia. Dopo averla stesa, si cuoce in forno fino a che non diventa dorata e croccante. Una volta pronta, si lascia raffreddare e si taglia in rettangoli o quadrati. Successivamente, si procede con l’assemblaggio: si alternano strati di pasta sfoglia e salmone affumicato, aggiungendo, se desiderato, erbe aromatiche o una crema leggera per arricchire il sapore.

Questa ricetta è estremamente versatile e permette numerose varianti. Puoi arricchire il piatto con una spalmata di formaggio cremoso tra gli strati o aggiungere un tocco di freschezza con cetrioli tagliati finemente o aneto. Alcune varianti includono l’aggiunta di avocado o un tocco di limone per un sapore più fresco e estivo.

La millefoglie di salmone affumicato è un piatto che conquista tutti, dalla sua presentazione elegante al suo sapore ricco e sfizioso. Che tu scelga di usare una pasta sfoglia pronta o di prepararla in casa, il risultato sarà un piatto che saprà stupire i tuoi ospiti, perfetto per occasioni speciali o per un pasto gourmet a casa

Quale spalmabile utilizzare per la millefoglie di salmone affumicato?

La mousse della millefoglie presenta due ingredienti principali: il salmone affumicato e il formaggio spalmabile. Il sapore di quest’ultimo incide parecchio viste le proporzioni tra le dosi, dunque è bene optare per un prodotto di qualità. Io scelgo gli spalmabili di Exquisa e rimango sempre soddisfatta, d’altronde stiamo parlando di uno dei leader italiani nella produzione degli spalmabili. L’offerta, poi, è molto ampia e comprende anche formaggi realizzati con latte di capra o arricchiti con aromi. In questo caso, vista la generale leggerezza della ricetta, consiglio di utilizzare il Fresco Cremoso Light, che presenta il 43% di grassi in meno. Di conseguenza, l’apporto calorico si attesta sulle 160 kcal rispetto alle 220-250 kcal degli altri spalmabili.

Infine, come tutti i prodotti Exquisa, questo tipo di spalmabile è realizzato con materie prime di qualità e secondo metodologie che coniugano efficienza industriale e rispetto della tradizione. Exquisa offre anche spalmabili delattosati, perfetti per chi soffre di intolleranza al lattosio.

Le proprietà del salmone

L’altro ingrediente principale della millefoglie è il salmone affumicato, una scelta doverosa visto che la ricetta non ne contempla la cottura. Nello specifico va frullato prima da solo e poi insieme alla maionese e al succo di limone. E’ consigliato anche un passaggio con la frusta elettrica, che conferisce al composto una spiccata morbidezza. Alla luce dell’importanza che il salmone riveste per questa ricetta, è bene spendere qualche parola sul suo ottimo profilo nutrizionale. Il salmone da un lato è piuttosto grasso e calorico (viaggia sulle 200 kcal per 100 grammi), dall’altro è ricco di acidi grassi omega tre, che fanno bene al cuore e alla circolazione.

A completare il quadro nutrizionale vi è un buon apporto proteico e una certa abbondanza di vitamina D, fondamentale per il sistema immunitario e piuttosto rara in natura. Non manca infine il fosforo, un elemento che potenzia e sostiene le attività dell’intelletto, soprattutto memoria e concentrazione.

Millefoglie di salmone affumicato

Il contributo dell’aneto nella millefoglie di salmone affumicato

La guarnizione della millefoglie di salmone affumicato è affidata all’aneto. Si tratta di un’erba aromatica molto apprezzata dagli chef gourmet in virtù del colore brillante e dei sentori suggestivi. L’aneto è leggermente dolce, a tal punto da ricordare l’anice. Tuttavia è anche fresco e poco pungente, per questo motivo richiama anche alla menta. Come molte erbe aromatiche, poi, l’aneto vanta delle ottime proprietà nutrizionali.

A fronte di un apporto calorico molto basso, propone un’eccellente varietà di vitamine e sali minerali. A ciò si aggiungono molti antiossidanti, che contribuiscono a prevenire il cancro e aiutano a rallentare l’invecchiamento. L’aneto esercita anche funzioni da “farmaco naturale”, come la sua azione benefica in caso di coliche, crampi allo stomaco e meteorismo. In generale, poi, fa digerire e riequilibra la flora intestinale. Infine, l’aneto viene utilizzato anche come cura per l’alitosi visto il suo profumo “fresco”.

Come preparare la mousse?

La componente principale di questa suggestiva  millefoglie di salmone affumicato è la farcitura. Si tratta di una vera e propria mousse, da distribuire tra gli strati e sull’ultimo strato a mo’ di guarnizione. La mousse è frutto dell’unione di due creme distinte. La prima è realizzata con il salmone, la maionese e il succo di limone. La seconda con il mascarpone, lo yogurt e il formaggio spalmabile (condito con sale e pepe).

Preparare questa mousse è molto semplice, ma occorre prestare molta attenzione in fase di preparazione e di dosaggio degli ingredienti. Il rischio è che la mousse appaia troppo squilibrata in un senso o nell’altro, o che faccia fatica ad amalgamarsi. Per quanto concerne il rapporto tra questa millefoglie e le intolleranze alimentari, di base dovrebbe essere off limits. Tuttavia, chi soffre di intolleranza al lattosio può sostituire facilmente lo spalmabile, lo yogurt e il mascarpone con varianti delattosate. A tal proposito la stessa Exquisa propone squisite varianti lactose-free dei suoi spalmabili.

Ricette di antipasti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (27 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Involtini di zucchine gialle

Involtini di zucchine gialle, dei rotolini davvero deliziosi

Involtini di zucchine gialle: al forno o in padella? Gli involtini di zucchine gialle, come quelli di carne, si possono cuocere in padella. Questo metodo, sebbene tradizionale, tende ad essere più...

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...

Uova in crosta di sfoglia

Uova in crosta di sfoglia, una ricetta facile...

Qualche consiglio sulla cottura delle uova sode La ricetta delle uova in crosta è davvero semplice, l’unica difficoltà risiede nella preparazione delle uova sode. Il rassodamento è considerato...