Apple Martini: il cocktail perfetto per gli aperitivi

Tempo di preparazione:

Apple Martini: viva l’aperitivo all’italiana!

L’Apple Martini è il cocktail perfetto per chi vuole provare qualcosa di nuovo durante l’ora dell’aperitivo. Non fatevi ingannare dal nome. Non si tratta di una bevanda a base del famoso vermut italiano Martini, bensì di una sua variante a base di vodka, liquore alla mela verde e triple sec. La sua presentazione finale può ricordare proprio quella del Martini, ma il suo colore verde sorprenderà e incuriosirà senza dubbio i vostri ospiti.

Il procedimento è molto semplice. Vi basterà mescolare questi tre ingredienti in un mixing glass, il bicchiere di vetro utilizzato per miscelare le varie bevante, e il gioco è fatto! Non dimenticate, inoltre, di decorare il bicchiere con una fetta di mela verde o con una ciliegina al maraschino. Se volete preparare più cocktail per accontentare i gusti di tutti gli invitati al aperitivo, ricordatevi che su Nonna Paperina potrete trovare tante altre ricette come quella del Negroni o del cocktail americano.

Sulle tracce dell’Apple Martini

Secondo diverse fonti, l’Apple Martini (conosciuto anche come “Green Apple Martini” o “Appletini”) fece la sua prima comparsa nel 1996 in una festa che si teneva a West Hollywood, in un locale chiamato “Lola’s”, oggi chiuso. Indipendentemente dalle sue origini, questo cocktail ha innamorato molti per il suo sapore fresco e dolce, perfetto per non coprire interamente il sapore degli stuzzichini dell’aperitivo. Il gusto della mela, infatti, permette di addolcire il gusto troppo forte di altri cocktail.

Apple Martini

Ovviamente, il segreto dell’Apple Martini è l’aggiunta di un liquore alla mela verde che sarà il vero protagonista del cocktail. Questa frutta, come ben sappiamo, è caratterizzata da un sapore aciudulo che permette al cocktail di non essere troppo stucchevole ma di aggiungere un po’ di freschezza all’aperitivo. Se volete, potete personalizzare il vostro Apple Martini e sostituire il vostro liquore alla mela verde con altri tipi di bevande alla frutta. Cosa ne dite del liquore alle nespole?

Quali snack abbineresti a un Apple Martini?

Oltre al liquore alla mela verde, gli altri due ingredienti dell’Apple Martini sono il triple sec, un liquore aromatizzato all’arancia utilizzato per creare la base di moltissimi cocktail, e la vodka. Quest’ultima bevanda, la cui paternità viene sollecitata sia dalla Russia che dalla Polonia, viene elaborata a partire dalla distillazione di cereali o di tuberi, come le patate. Anche in questo caso, come per il triple sec, ci troviamo di fronte a una bevanda alcolica che è usata molto spesso per l’elaborazione di tantissimi cocktail. Per preparare il vostro Apple Martini, insomma, non avrete nessuna difficoltà, visto che gli ingredienti principali sono facilissimi da reperire.

Sapete già con quali stuzzichini berrete il vostro Apple Martini? Volete presentare ai vostri amici qualcosa di diverso dalle solite patatine fritte in busta? Niente paura! Sul sito di Nonna Paperina troverete tantissime idee come le praline di formaggio su petali di bresaola o il patè di pollo, funghi e nocciole, con particolare attenzione a chi soffre di intolleranze alimentari. Siete già pronti per il vostro prossimo aperitivo? Cin Cin!

Ingredienti e dosi dell’Apple Martini cocktail

Preparazione

 Il cocktail si prepara nel mixing glass. Riempite il bicchiere di ghiaccio e versate tutti gli ingredienti, mescolate e versate, filtrando, in una coppetta ghiacciata. Guarnite con uno spicchio di mela verde o una ciliegina al maraschino.

Un elenco di Vodka senza glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *