Mini cheesecake ai cachi, una variante perfetta

Mini cheesecake ai cachi

Mini cheesecake ai cachi, una scelta coraggiosa degli ingredienti

La mini cheesecake ai cachi prende ispirazione dalla classica cheesecake anglosassone, che è uno dei dolci più amati e preparati anche in Italia, apprezzata per il gusto, per la facilità di preparazione e per il margine di discrezione che garantisce in quanto a creatività. E’ proprio grazie a queste caratteristiche che è possibile creare varianti particolari, come questa mini cheesecake ai cachi per esempio. E’ particolare perché rappresenta una versione al bicchiere in formato dessert, ma anche per l’ingrediente che maggiormente la caratterizza, ossia i cachi. I cachi sono frutti solo all’apparenza esotici, ma in realtà appartenenti alla tradizione mediterranea da qualche millennio. La loro dolcezza intrinseca e la consistenza morbida ne fanno un frutto da pasticceria. Dote che, tra le altre cose, risalta in questa cheesecake. Nella fattispecie i cachi vengono trasformati in salsina, in modo da fare le veci della glassa.

Il risultato è una profondità organolettica straordinaria, ma anche un impatto visivo notevole, con l’arancione dei cachi a contrastare il bianco della farcitura. La presenza dei cachi, comunque, ha anche un’altra ragion d’essere, ossia le loro proprietà nutrizionali. Molti di voi non se l’aspettano, ma il caco è davvero un frutto prezioso. Il riferimento è in particolare alla quantità e alla varietà di sali minerali, che comprendono il potassio, il calcio, il magnesio e il fosforo. Stesso discorso per le vitamine, viste le elevate concentrazioni di vitamina A, C ed E. Soprattutto, i cachi sono ricchi di antiossidanti, che contrastando i radicali liberi e aiutano a prevenire il tumore.

Un formaggio spalmabile diverso dagli altri

Non esiste cheesecake senza formaggio cremoso, o valorizzata da ingredienti insoliti. Questa mini cheesecake ai cachi non fa eccezione, anche perchè è realizzata con un prodotto davvero fuori dal comune: il formaggio Exquisa fresco cremoso. Si tratta di un latticino squisito, che eccelle per gusto e per texture. La sua composizione favorisce la spalmabilità, ma anche l’impiego in ricette complesse come quelle delle cheesecake. Inoltre, è realizzato solo con la migliore materia prima, e utilizzando procedimenti naturali.

Mini cheesecake ai cachi

Questo formaggio cremoso dimostra ancora una volta l’attenzione che Exquisa presta al mangiar bene e al mangiar sano. Lo fa in una prospettiva salutista, ma anche di rispetto verso le intolleranze alimentari. A testimoniarlo, la presenza di varianti senza lattosio, altrettanto buone e versatili (il processo di delattosizzazione non incide sul gusto).

Perché la granella di nocciole in un dessert ai cachi?

Il tocco finale della mini cheesecake ai cachi è dato dalla granella di nocciole. Essa funge da guarnizione, e in un certo senso completa la salsa di cachi, in quanto contrasta gradevolmente con la sua morbidezza. E’ questa la “doppia” ragion d’essere della granella di nocciole: da un lato fornire al palato una sensazione di croccantezza, dall’altro aggiungere profondità organolettica alla ricetta.

Tra l’altro, le nocciole non sono quegli alimenti dannosi dipinti dall’immaginario collettivo. Anzi, sono ricchi di sali minerali, di fosforo, di grassi buoni e in una certa misura anche di antiossidanti. Di certo non fanno ingrassare, se presenti in dosi equilibrate, proprio come in questo caso.

Ecco la ricetta della mini cheesecake ai cachi:

Ingredienti per 6 bicchieri:

  • 250 gr. di frollini o biscotti secchi consentiti,
  • 130 gr. di burro chiarificato,
  • 400 gr. di formaggio Exquisa Fresco Cremoso senza lattosio,
  • 250 gr. di panna da montare,
  • 100 gr. di zucchero semolato,
  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 1 cucchiaino di succo di limone,
  • q. b. di granella di nocciole.

Per la crema ai cachi:

  • 4 cachi maturi,
  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 2 cucchiai di zucchero semolato.

Preparazione:

Per la preparazione della mini cheesecake ai cachi iniziate mettendo in ammollo i fogli di gelatina in acqua fredda per 15 minuti. Strizzate la gelatina e aggiungetela alla panna precedentemente riscaldata. Mescolate accuratamente per evitare che si formino grumi e assicuratevi che la gelatina si sia sciolta completamente. Ora fondete il burro (potete farlo al microonde o a bagnomaria). Una volta che il burro è fuso frullatelo insieme ai biscotti. Per la base  biscotto potete utilizzare anche i Digestive. Quando avrete ottenuto un composto granuloso ma abbastanza liscio, usatelo per riempire il fondo dei bicchieri. Livellate con un cucchiaio e trasferite i bicchieri nel frigorifero per circa 30 minuti. Intanto preparate la farcitura mescolando in una ciotola la panna, lo zucchero semolato e il formaggio cremoso.

Versate il composto nei bicchieri e fate riposare in frigorifero per 30 minuti. Per quanto riguarda la salsa ai cachi, procedete in questo modo. Ammollate la gelatina in acqua fredda, poi sbucciate i cachi e mescolate la polpa insieme allo zucchero semolato; infine, frullate con il minipimer fino ad ottenere una salsina abbastanza uniforme. A questo punto inserite la gelatina ben strizzata e precedentemente sciolta in un pentolino con 2 cucchiai di acqua. Adagiate la salsa sul composto e conservate in frigorifero per almeno 3 ore. Prima di servire, guarnite con un po’ di granella di nocciole.

4.7/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostata con pasta di mandorle

Crostata con pasta di mandorle, un dolce squisito

Le particolarità della crostata con pasta di mandorle La crostata con pasta di mandorle è una crostata molto diversa da quelle standard. Infatti, si segnalano importanti differenze, sia per la...

Mousse di guava

Mousse di guava, un dolce esotico per Natale

Mousse di guava, un dolce dai sentori esotici La mousse di guava è un dolce da sfoderare nelle grandi occasioni. Io lo preparo spesso a Natale, in quanto spicca per un gusto diverso dal solito,...

Torta soffice con ribes

Torta soffice con ribes per una merenda da...

Torta con ribes, un delicato equilibrio di sapori La torta soffice con ribes è il perfetto esempio di come sia possibile preparare un dolce squisito ed esteticamente gradevole con una manciata di...

Torta con pastinaca e nocciole

Torta con pastinaca e nocciole, un dessert singolare

Torta con pastinaca e nocciole, una singolare lista di ingredienti La torta con pastinaca e nocciole è un dessert dal gusto speciale in quanto particolari sono gli ingredienti con cui è...

Semifreddo allo zabaione

Semifreddo allo zabaione, un dolce d’alta pasticceria

Semifreddo allo zabaione, bello da vedere e buono da gustare Il semifreddo allo zabaione è frutto di un’idea creativa e simpatica. Si tratta, infatti, di unire un prodotto per sua stessa natura...

Pancake senza farina con banana

Pancake proteici con banana per una colazione sana

Pancake proteici con banana e cocco, un dolce dietetico Il pancake proteici con banana e cocco è l’ideale per una merenda o una colazione a bassissimo contenuto di carboidrati. Come suggerisce il...

31-10-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti