Pizzoccheri ai funghi e peperoni, l’inverno nel piatto…

Tempo di preparazione:

Il piatto stagionale per eccellenza, pizzoccheri ai funghi e peperoni

Qual è il piatto migliore da gustare in questa fredda stagione? I pizzoccheri ai funghi e peperoni costituiscono la proposta ideale per affrontare con lo spirito giusto i mesi invernali, godendo di alcuni frutti di questo periodo.

Sapori unici, profumi decisi che richiamano la vita nei boschi e il trascorrere del tempo, lento e dolcemente malinconico. Come preparare i pizzoccheri ai funghi e peperoni? Non solo è semplicissimo ma richiede inoltre poco tempo. Vediamo insieme quali sono gli ingredienti principi di questa ricetta, per conoscerne i benefici e le proprietà nutrizionali.

Funghi champignon, benessere per tutti

I funghi champignon contengono pochissime calorie, circa 20 calorie per 100 grammi di prodotto. Contengono un discreto quantitativo di fibra alimentare e sono tra gli alimenti vegetali più ricchi di proteine.

Sono poveri di grassi e possiedono un ottimo contenuto di minerali, principalmente potassio, zinco, selenio e fosforo. In aggiunta, apportano soprattutto vitamine del gruppo B e vitamina D. I funghi champignon contengono chitina, sostanza che rafforza il sistema immunitario e favorisce la prevenzione delle allergie, e la lovastatina, che aiuta nella prevenzione del colesterolo alto.

Grazie alle loro qualità, i funghi champignon favoriscono il regolare funzionamento dell’intestino e aiutano il metabolismo di zuccheri e grassi. Hanno, infine, un buon indice di sazietà e sono altamente digeribili.

Pizzoccheri ai funghi e peperoni

Un altro ingrediente da non sottovalutare: i peperoni

I peperoni possiedono proprietà nutrizionali utili per la nostra salute; per prima cosa sono ricchi di acqua (circa il 92%) il che li rende alimenti diuretici e depurativi. Sono anche preziosi antiossidanti grazie alla notevole quantità di vitamina C, al betacarotene e alla vitamina A. Le vitamine del gruppo B, invece, donano ai peperoni proprietà energetiche. L’apporto di sali minerali – potassio, ferro, calcio e magnesio – è altresì degno di nota.

In aggiunta, i peperoni contrastano il colesterolo cattivo e aiutano il cuore; aiutano a dimagrire poiché ricchi di fibre che aumentano il senso di sazietà. Infine, essendo ricchi di fibre, soprattutto cellulosa e pectina, aiutano l’intestino. Una curiosità: i peperoni proteggono il cervello grazie alla presenza di luteolina, sostanza contenuta anche nei finocchi e nel sedano, capace di proteggere le cellule celebrali rallentandone l’invecchiamento, migliorando, di fatto, la memoria.

Ed ecco la ricetta dei pizzoccheri ai funghi e peperoni

Ingredienti per 4 persone: 

  • 250 gr di farina di grano saraceno
  • 125 gr di acqua bollente
  • 500 gr di funghi champignons
  • 1/2 peperone giallo
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • qualche foglia di menta
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • qb. di sale e pepe nero

Preparazione

Versate la farina in una terrina e unitevi l’acqua ben calda. Amalgamate con le mani fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo, quindi stendetelo su un piano infarinato con l’aiuto di un matterello fino ad ottenere uno spessore ci circa 2-3 millimetri, poi tagliate delle strisce larghe circa 10 centimetri e poi tagliate nuovamente delle strisce larghe circa 1 centimetro.

Stendeteli su di un piano infarinato e non sovrapposti fra loro in modo che non si attacchino.

Mettete a lessare i pizzoccheri in una pentola con acqua in ebollizione leggermente salata. Intanto che cuoce, in una padella con l’olio caldo fate appassire la cipolla affettata grossolanamente, quindi unite i funghi mondati e tagliati a fettine e il peperone a tocchetti. Regolate di sale e pepe e cuocete mescolando per circa 10 minuti.

Unite, quindi, la pasta scolata al dente e fatela saltare in padella con gli altri ingredienti, unendo se necessario poca acqua di cottura dei pizzoccheri.

Servite in tavola guarnendo con la menta fresca tagliata a sottili filetti.

Buon appetito

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *