Torta salata con pak choi e champignon: la tradizione asiatica in tavola

Per il picnic di Pasquetta un ingrediente dell’est: Torta salata con pak choi e champignon

La torta salata con pak choi e champignon rappresenta un ottimo antipasto per chi vuole preparare un menù per il picnic di Pasquetta a portata di ospiti intolleranti al glutine o molti attenti alla linea. Con questo antipasto, tagliato a tranci e servito tiepido, porterete in tavola qualcosa di particolare, ma non di molto tradizionale perché un ingrediente di questa ricetta, pur assomigliando alle bietole italiane, di fatto rappresenta un ingrediente straniero di provenienza asiatica.

Questa ricetta si prepara facilmente, ha un costo non elevato, gli ingredienti si trovano tutti al supermercato e le calorie variano in base a come volete costruire il ripieno della torta salata con pak choi e champignon. Ovviamente, potete scegliere tra ingredienti freschi oppure surgelati, ma per un’ottima resa seguite scrupolosamente la ricetta e non ve ne pentirete.

Il pak choi è un alimento salutare

Il pak choi è un cavolo di provenienza cinese che ha sbancato in Europa per le sue proprietà benefiche e nutrizionali perché è costituito per più del 90% da acqua e da meno del 1% di grassi. La torta salata con pak choi e champignon risulta essere un antipasto almeno in parte leggero per la presenza di questo ingrediente ricco di fibre. Poco più di 10 calorie in 100 grammi, il cavolo cinese è ricco di vitamina A, vitamina C, calcio e fa bene a chi soffre di obesità, diabete e colesterolo. Inoltre, non contiene glutine e neppure lattosio.

Torta salata con pak choi e champignon

Fredda o calda, la Torta salata con pak choi e champignon rimane un piatto versatile

Questo piatto può essere consumato sia caldo che freddo perché è un antipasto molto versatile che si può benissimo abbinare ad una salsa di soia o anche al curry, per rimanere in tema asiatico. La torta salata con pak choi e champignon può essere decorata con pomodorini, e può essere abbinata anche a un purè di patate viola oppure ad alghe fritte o carne grigliata.

La torta salata con pak choi e champignon può essere anche arricchita di salsiccia sbriciolata, di fonduta di gorgonzola e va abbinata sempre ad un vino rosso corposo e denso come un Montalcino d’Abruzzo o un Chianti. Ma per gli appassioni dell’est asiatico, non potrà mancare un bel vino cinese!

Ed ecco la ricetta della torta salata con pak choi e champignon

Ingredienti:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia senza glutine Buitoni
  • 100 gr. di prosciutto cotto consentito
  • 100 gr di parmigiano reggiano
  • 400 gr. cavolo pak choi
  • 250 gr. champignon
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio di aglio
  • 100 gr. di panna Accadi
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di polvere di salvia
  • qualche filo di erba cipollina
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale e pepe

Preparazione:

Lavate e mondate il cavolo,  separate le foglie e tagliate la parte bianca dura. Affettate le foglie sottilmente. Pelate lo scalogno e affettate finemente. Il parmigiano grattugiatelo con una grattugia a fori grossi. Tagliate il prosciutto cotto a dadini piccoli. Pulite i funghi e affettate sottili.

In una pentola con l’olio rosolate le foglie a striscioline e cuocete velocemente. Aggiustate di sale e pepe. Terminate la cottura.

Saltate i funghi in padella con un filo di olio e uno spicchio di aglio Fate asciugare, regolare di sale e pepe. Eliminate lo spicchio di aglio e lasciate raffreddare.

Stendete la pasta sfoglia e disponete con la sua carta in una teglia.  Sbattete l’uovo con la panna, salate e profumate con una grattatina di noce moscata,  una macinata di pepe,la salvia  ed erba cipollina sforbiciata.  Unite le verdure, il parmigiano e il prosciutto.

Stendete il primo rotolo di sfoglia, riempite con il composto e chiudete con il secondo rotolo formando un bordino. Tagliuzzate la parte superiore per far uscire l’umidità. Infornare  per 25 minuti a 170°C

Sfornate e fate intiepidire per 5 minuti prima di sformare. Attendere altri 5-10 minuti prima di servire.

 

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *