Pizzoccheri dolci per deliziare gli ospiti

  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    40 Minuti
Pizzoccheri dolciChiaraZoppei

Ottimi per la colazione!

Pizzoccheri dolci per deliziare gli ospiti. Proprio cosi… Avete un pranzo o una cena tra pochi giorni e non sapete come organizzarvi dal punto di vista della scelta dei piatti da portare in tavola. Volete stupire i vostri ospiti con qualcosa di davvero speciale e vi capisco perfettamente. Vedere il sorriso sui volti delle persone con cui si condivide il cibo è bellissimo!

Ecco perché oggi vi parlo dei pizzoccheri dolci, una variante che vi conquisterà. Mettere mano alle caratteristiche principali dei grandi classici della cucina italiana può essere molto divertente e questi pizzoccheri, perfetti per chi soffre di celiachia, ci aiutano a ricordarlo!

Pizzoccheri dolci, un piatto che stupirà i vostri ospiti

La bellezza della nostra tradizione culinaria non è legata solo alla possibilità di portare in tavola dei piatti speciali, ma anche a quella di scoprirne la storia. Ecco perché parlare di pizzoccheri dolci è un’ottima occasione per raccontare un po’ come è nata la ricetta principale.

pizzoccheri dolci

Per farlo possiamo iniziare a dire qualcosa sull’origine del termine pizzoccheri. Secondo le teorie più accreditate questa parola deriva da pinzocheri, che si può tradurre come persone di poco conto. Le prime testimonianze relative alla preparazione dei pizzoccheri si possono trovare tra le pagine di un libro di cucina scritto nel 1548 dall’umanista Ortensio Landi.

In questo volume si fa cenno a una certa Meluzza, comasca, inventrice di mangiar lasagne con aglio, spezie e formaggio… non sono ingredienti molto che ricordano la ricetta dei pizzoccheri classici?

Grano saraceno: un falso cereale amico dei celiaci

Una cosa che ‘pochi sanno in merito al grano saraceno è che si tratta di un falso cereale. Più precisamente quando lo si nomina si inquadra un seme privo di glutine e ricco di principi nutritivi molto salutari. Quali, per esempio? In primo luogo i minerali. Tra quelli più presenti nel grano saraceno è possibile ricordare il magnesio. Da non trascurare è anche il contenuto di vitamina A, ottimo antiossidante, e di vitamina B.

Protagonista assoluto della ricetta dei pizzoccheri dolci e anche di quelli classici, il grano saraceno non è solo una soluzione perfetta per l’alimentazione dei celiaci, ma anche un ingrediente benefico e in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo.

Ora bando alle chiacchiere: è arrivato il momento di correre in cucina e di cominciare a preparare questa straordinaria variante di un piatto che ha reso famosa la cucina del Nord Italia nel mondo!

Una ricetta di Massimo Bonanomi per il libro “Intolleranza fottiti”

Ingredienti per 4 persone

  • gr. 500 farina di grano saraceno
  • gr 250 zucchero
  • gr 250 burro chiarificato
  • gr 150 acqua

Procedimento

  1. Preriscaldate il forno a 170°. Setacciate la farina. Fate ammorbidire il burro
    a temperatura ambiente.

    In una terrina riunite la farina, lo zucchero e l’acqua. Mescolate accuratamente
    prima di aggiungere il burro morbido, poi finite di impastare.

    Lasciate riposare in frigorifero per due ore coprendo la terrina con un canovaccio.
    Stendete la pasta con un mattarello tenendo uno spessore di 5 mm.

    Con una rotella tagliate dei rettangoli lunghi 10 cm e larghi 1 cm.

    Posizionate i rettangoli di pasta su una teglia ricoperta dall’apposita carta e
    cuoceteli in forno per circa 15 minuti.


     

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *