bg header
logo_print

Gelatina di fragole con limone, una ricetta dolce e gustosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

gelatina di fragole
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 2 ore 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4/5 (4 Recensioni)

Gelatina di fragole con limone, un dolce al cucchiaio gourmet

Le fragole sono dei frutti golosi, amati universalmente per il loro sapore dolce e sfizioso. Si tratta di frutti eclettici, che possono essere impiegati in pasticceria per preparare tante buone ricette della tradizione, dalle classiche marmellate fino alle farciture per le crostate e i dolci soffici da forno.

La gelatina di fragole con aceto di vino rende le fragole più interessanti, un po’ più ‘adulte’ nel loro sapore, ma propone un abbinamento davvero speciale, che può essere gustato alla fine di un pasto estivo come innovativo dessert, oppure abbinato a selezionati formaggi per renderli più ricchi e appetitosi.

Ricetta gelatina di fragole

Preparazione gelatina di fragole

  • Lavate e asciugate bene le fragole, privatele del picciolo e tagliatele a tocchetti. Per una consistenza finale più omogenea, passatele con il mixer fino ad ottenere una purea liscia.
  • Unite lo zucchero e mettere il tutto in una pentola capiente e mettere sul fuoco. Portate a bollore.
  • Lasciate riposare per un paio d’ore. Mettete di nuovo la pentola sul fuoco a fiamma bassa e fate cuocere per circa mezz’ora, mescolando delicatamente.
  • Fate sciogliere l’agar agar nel succo di limone intiepidito e mescolatelo con le fragole.
  • Fate cuocere il composto ancora per 3 minuti quindi trasferire nei vasetti sterilizzati, chiudete ermeticamente con i tappi e lasciate raffreddare a testa in giù.

Ingredienti gelatina di fragole

  • 700 gr. di fragole
  • succo di 2 limoni bio
  • 30 gr. di zucchero di canna
  • 2 cucchiaini di agar agar

Una gelatina di fragole che sorprenderà con il suo ricco aroma

La gelatina di fragole  unisce la dolcezza delle fragole mature al sapore pungente del limone Si tratta di uno sposalizio felice e di una ricetta naturale, che non aggiunge coloranti o aromi artificiali e può essere gustata da chi ama le ricette antiche, dove la natura è assoluta protagonista della tavola.

Le fragole vengono scelte mature e il succo di limoni bio di ottima qualità, per creare una gelatina dalla consistenza sorprendente, che sa rallegrare ogni tavola e renderla originale nella ricerca dei migliori dettagli. Il profumo di questa gelatina di fragole è infatti persistente, originale e dedicato a chi ama tuffarsi nei sapori antichi rivisitati in chiave moderna, per una cucina che profuma di buono e di sapori ricercati.

Ingredienti selezionati e altamente depuranti

Oltre ad essere buonissime, le fragole sono ingredienti molto ricchi di proprietà nutritive. Questi preziosi frutti rossi svolgono infatti un’importante azione antiossidante, in quanto sono ricchi di vitamina C, ma anche di preziosi sali minerali come il calcio, il fosforo e il magnesio. Le fragole sono alleate della salute perché combattono il colesterolo alto, migliorano la pressione arteriosa e purificano la pelle grazie al loro alto contenuto di acqua.

Si tratta di frutti preziosi, che contengono buone quantità di acido salicilico, prezioso per la salute delle arterie e della circolazione sanguigna. Molti studi universitari hanno decretato la funzione di questi golosi frutti sull’organismo, in particolare la loro abilità nel contrastare le infiammazioni e i dolori articolari.

gelatina di fragole al limone

Le interessanti proprietà del limone

Ed ecco svelata qualche curiosità in merito all’impiego del limone in cucina. Il limone non viene impiegato come semplice condimento per le insalate e per i cibi in generale, ma anche per cucinare in modo alternativo alcuni piatti. Il limone ha una forte virtù antibatterica e depurante e se viene assunto nelle giuste dosi aiuta a migliorare le difese immunitarie in modo decisamente naturale.

Molte persone impiegano i limoni per purificare l’organismo e migliorare la ritenzione idrica, ma si tratta di un preparato talmente eclettico che può essere utilizzato anche in pasticceria per creare composizioni e dolci dal sapore speciale, ma non meno interessanti da proporre nelle occasioni più speciali.

Non ci resta ora, dunque, che passare in rassegna gli ingredienti e la preparazione di questa originale gelatina di fragole.

Come utilizzare la gelatina di fragole in cucina

La gelatina di fragole può essere un alleato  in cucina, specie quando si preparano ricette dolci, infatti è un perfetto ingrediente da decorazione. Da un lato impreziosisce le preparazioni con il suo aspetto brillante e con le sue tonalità scarlatte, dall’altro aggiunge un surplus di dolcezza e aroma.

In particolare, la gelatina alla fragola dà il meglio di sé nelle torte e nelle cheesecake con la panna. Crea infatti un bel contrasto tra il bianco e il rosso, tra l’elemento opaco e quello traslucido. Mi raccomando, fate riposare la gelatina in frigo per un’oretta prima di utilizzarla, in modo da non compromettere la stabilità della preparazione.

La gelatina di fragole può essere impiegata anche per guarnire pasticcini, meglio se alla frutta o farciti con una crema poco caratterizzata dal punto di vista organolettico. Quindi è ottima  nei composti a base di panna e un po’ meno nei dolci con crema pasticcera.

Infine, la gelatina di fragole può tornare utile anche per i piatti salati, in particolare per le carni alla griglia. In questo modo si ottiene un perfetto mix tra dolce e salato, con un approccio decisamente gourmet. Da questo punto di vista la gelatina si utilizza esattamente come le composte.

Gelatine alle fragole, ai frutti rossi e al melone

Quello delle gelatine di frutta è un mondo interessante, che parla di colori, profumi, aromi e tanta dolcezza. Sono molti i frutti che permettono di dare vita a un’ottima gelatina. Il riferimento è in particolarmente a quelli colorati, che massimizzano l’effetto visivo. Si può spaziare dai frutti gialli, come il melone e il mango, ai frutti rossi-viola, come i lamponi e i mirtilli, fino ad arrivare ai frutti verdi, come l’uva chiara e i kiwi. Senza dimenticare le arance e gli immancabili limoni.

La procedura è sempre la stessa, basta cuocere una purea di frutta insieme allo zucchero semolato, da arricchire con un po’ di succo di limone e con un addensante, che può essere la gelatina alimentare (colla di pesce) o l’agar agar.

FAQ sulla gelatina di fragole

A cosa serve la gelatina?

La gelatina alimentare, la cosiddetta colla di pesce, serve per addensare i preparati in modo che assumano una consistenza elastica. La gelatina di frutta, come quella che vi ho presentato qui, può essere intesa come un dessert da consumare in solitaria, o anche come guarnizione per dolci, torte e pasticcini.

Come si fa la gelatina di fragole?

Per fare la gelatina di fragole dovrete frullare queste ultime per ottenere una purea compatta, poi si riscalda il tutto insieme allo zucchero. Il composto va fatto riposare per un paio d’ore, poi va cotto per un mezz’oretta, mescolando in continuazione. Infine, si incorpora il succo di limone mescolato all’agar agar, poi si cuoce per qualche altro minuto e si lascia raffreddare il tutto dentro dei barattoli a testa in giù.

Quali sono i benefici della gelatina?

La gelatina di fragole fa bene all’umore, inoltre è un composto bello da vedere, gustoso e dolce al punto giusto; è una preparazione in grado di impreziosire una vasta gamma di ricette. La gelatina fa anche bene all’organismo visto il carattere naturale degli ingredienti, d’altronde viene realizzata solo con le fragole, un po’ di zucchero e il succo di limone.

Quanto tempo dura la gelatina in frigo?

La gelatina dura per diversi mesi se viene conservata in un luogo asciutto. Tuttavia, una volta aperta, la gelatina di fragole si conserva in frigo, dove dura al massimo per tre giorni.

Cosa si può usare al posto della gelatina per i dolci?

Al posto della gelatina alimentare, intesa come colla di pesce, si può usare qualche altro addensante “efficace” come l’agar agar, un amido o una fecola. Se si parla di gelatina di frutta, invece, si può usare la composta o la marmellata, che sono preparazioni molto simili con una texture meno regolare e un aspetto meno brillante.

Ricette con fragole ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Confettura di pesche senza zucchero

Confettura di pesche senza zucchero, buona e fatta...

I tanti usi della confettura di pesche senza zucchero La confettura di pesche senza zucchero può essere utilizzata come qualsiasi altra confettura. Può essere spalmata sulle fette biscottate, sui...

Fagiolini sott’olio

Fagiolini sott’olio, una conserva semplice ma molto utile

Come utilizzare i fagiolini sott'olio I fagiolini sott’olio sono ottimi consumati da soli, come snack salato e saporito sui generis. Sono perfetti anche accompagnati con un po’ di pane, tuttavia...

Mostarda di clementine

Mostarda di clementine, una conserva dolce e aromatica

I tanti usi della mostarda di clementine La mostarda di clementine è una mostarda fatta in casa a base di frutta, che vanta numerosi usi in cucina. Può essere consumata come spuntino, soprattutto...