bg header
logo_print

Ciambelline al cocco e caffè senza uova e senza latte

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ciambelline al cocco e caffe
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Ciambelline al cocco e caffè, dei gustosi dolcetti adatti a tutti

Ciambelline al cocco e caffè senza uova e senza latte. Intolleranze, problemi di salute o scelte etiche possono avvicinarci ad una cucina priva di latte e uova; qualunque sia la motivazione, è certo che in piccole tortine dolci cerchiamo tutti un’appagante sofficità ed una piacevole dolcezza.

Evitare uova e latticini non implica assolutamente privarsi di questi piaceri; ottenere le stesse sensazioni di un dolce da forno tradizionale è possibile, applicando qualche piccolo “trucchetto”!

Uno di questi arriva dal antica Cina ed è talmente di successo, da essere conosciuto come vero e proprio “metodo”: il suo nome è “Tang Zhong”. Consiste nel preparare una crema fatta di semplice acqua e farina, il water roux, cuocendola a fuoco basso fino a raggiungere circa 65°C.

Il composto, raffreddato e aggiunto all’impasto, sostituisce uova ed altri grassi. I dolci da forno preparati con il metodo “Tang Zhong” sono particolarmente soffici e leggeri e si conservano tali a lungo! Questo metodo è applicato con successo nella preparazione di prodotti lievitati dolci e salati, preparati sia con lievito istantaneo che di birra, o lievito madre.

Gli effetti positivi in termini di consistenza e conservabilità del prodotto finale sono da attribuirsi ad una migliore lievitazione, coadiuvata dalla presenza di amidi altamente idratati apportati proprio dal water roux. Il risultato è ancor più sorprendente quando si utilizzano farine integrali, che in genere rendono più compatti ed asciutti gli impasti.

Per sperimentare in maniera semplice la validità del metodo “Tang Zhong”, vi propongo queste sofficissime ciambelline di farina integrale, in cui la dolcezza esotica del cocco si unisce alla perfezione con l’aroma intenso del caffè.

Qualora le ciambelline fossero destinate ai bambini o a persone che non tollerano la caffeina, è possibile sostituire il caffè tradizionale con caffè d’orzo o di cereali a vostro piacimento. Molto consigliato l’abbinamento con una crema al cacao di buona qualità, meglio ancora fatta in casa: questi dolcetti saranno proprio irresistibili.

Ricetta ciambelline al cocco e caffè

Preparazione ciambelline al cocco e caffè

  • Iniziate dal water roux: mescolate in un pentolino la farina con una piccola parte dell’acqua fino a formare una cremina liscia senza grumi; poi aggiungete la restante acqua e mettete sul fuoco.
  • Portate a bollore mescolando continuamente. Appena il composto si addensa formando una gelatina semitrasparente, spegnete e lasciate raffreddare.
  • Accendete il forno a 180°C. Mescolate in una ciotola la farina integrale con l’amido ed il lievito per dolci.
  • Miscelate in un’altra ciotola o in una brocca il malto, il latte di cocco, il caffè ed il water roux, ormai raffreddato.
  • Unite gli ingredienti liquidi ai secchi mescolando con una frusta. Aggiungete per ultimo il cocco rapè e mescolate quel tanto che basta per ottenere un impasto omogeneo.
  • Versate l’impasto ottenuto negli stampi per ciambelline (con le quantità indicate se ne ottengono 12).
  • Infornate subito e lasciate cuocere per 20 minuti.
  • Sfornate le ciambelline e lasciatele raffreddare negli stampi, poi sformatele e cospargetele di cocco rapè prima di servire.

Per il water roux:

  • 80 g di acqua
  • 8 g di farina

Per le ciambelline:

  • 150 g di farina integrale
  • 30 g di amido di mais
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • 80 g di malto di mais o riso
  • 200 ml di latte di cocco leggero
  • 50 ml di caffè
  • water roux
  • 20 g di cocco rapè

Per servire:

  • cocco rapè q.b.
  • crema spalmabile vegan alle nocciole (facoltativa)

Ciambelline al cocco e caffè, una meraviglia 100% vegan

Oggi vi presento le ciambelline al cocco e caffè, dei dolcetti speciali per gusto e per aspetto, adatti per merenda come anche per colazione. La ricetta non è mia, bensì di Alice Grandi, che l’ha elaborata per il contest “Le intolleranze? Le cuciniamo”. Ho organizzato questo contest per dimostrare una grande verità: le intolleranze alimentari si sconfiggono a tavola e ci si può anche divertire! E’ sufficiente prendere come riferimento le ricette giuste, come quella delle ciambelline.

D’altronde, queste ciambelline spiccano per un impasto diverso dal solito, formato con le classiche farine ma al posto del latte troviamo il latte di cocco. Inoltre, a rendere più morbido il tutto vi è una soluzione di caffè e water roux, una variante del celebre roux (la base di ogni besciamella).

Cos’è il water roux

Vale la pena approfondire l’argomento sul water roux, che è a tutti gli effetti l’ingrediente più peculiare delle ciambelline al cocco e caffè. Come suggerisce il nome si tratta di una variante più “acquosa” del celebre roux classico. Al posto della farina e del burro, infatti, troviamo solo la farina e l’acqua. Il procedimento è comunque lo stesso, poiché consiste nel portare a bollore gli ingredienti a fuoco molto basso. Si ottiene così una sorta di gelatina, o liquido denso se vogliamo, perfetto per ammorbidire gli impasti.

Il water roux viene in un secondo momento unito al caffè e al latte, e in seguito alle farine. Il consiglio è di utilizzare il classico caffè da moka, piuttosto che quello da capsula. Quest’ultimo potrebbe piacere a molti, ma non è molto indicato per le ricette di pasticceria a causa della presenza della schiuma.

Quali farine usare per queste ciambelline al cocco e caffè?

Le ciambelline al cocco e caffè lasciano ampio spazio sulla scelta delle farine. Potete utilizzare la classica farina doppio zero, che presenta una consistenza perfetta per i dolci e più in generale per gli impasti. Se però soffrite di celiachia o di sensibilità al glutine, utilizzate la farina alternativa che preferite, senza badare troppo alla resa. Infatti, vi è il water roux a garantire la necessaria stabilità.

Chi vuole replicare fedelmente il gusto della farina classica potrebbe optare per la combinazione farina di riso e farina di mais, che non a caso è chiamata spesso in causa dall’industria alimentare gluten-free. Se invece volete imprimere un carattere rustico all’impasto, potete procedere con la farina di grano saraceno, che è ricca di fibre.

Se invece volete puntare sull’esotico, potete scegliere le farine di amaranto e di quinoa, che sono molto proteiche e rimineralizzanti.

Un focus sul latte di cocco

Tra le peculiarità di queste ciambelline al cocco e caffè vi è la presenza del latte di cocco, che sostituisce in grande stile il latte vaccino. Il latte di cocco aggiunge un tocco più dolce e più saporito, oltre a rendere la ricetta compatibile con l’intolleranza al lattosio che, giusto per intenderci, è la forma di intolleranza alimentare più comune in assoluto.

Il latte di cocco ha un solo difetto, è molto calorico: 100 ml apportano circa 200 kcal (quasi il quadruplo del latte vaccino). Per il resto troviamo una certa abbondanza di vitamine e sali minerali. Per esempio la vitamina C, che sostiene il sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro. E anche il potassio, che regola la pressione del sangue. Il latte di cocco, poi, apporta anche grassi benefici per il sistema cardiovascolare.

Come servire le ciambelline?

Le ciambelline al cocco e caffè meritano di essere servite a dovere, in modo da garantire una vera esperienza gastronomica. Alice suggerisce di guarnirle con il cocco rapè, che non è altro che cocco disidratato e grattugiato. Al netto del trattamento a cui viene sottoposto, il frutto riesce comunque a esprimere tutto il suo gusto, impreziosendo questa preparazione anche dal punto di vista estetico con le sue tonalità bianco candido.

Alice suggerisce anche l’impiego della crema alle nocciole, magari di tipo vegan, in cui il latte vaccino viene sostituito da latte vegetale. D’altronde, il connubio cacao, nocciole e cocco è tipico di molte preparazioni pasticcere.

Con questo assetto le ciambelline diventano la merenda perfetta, da accompagnare magari con un buon caffè. Ovviamente sono buone anche a colazione, visto che sono anche complete dal punto di vista nutrizionale.

Contest Le intolleranze le cuciniamo

Ricetta di Alice Grandi 

Ricette di ciambelle ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

7 commenti su “Ciambelline al cocco e caffè senza uova e senza latte

  • Mer 16 Mar 2016 | Arianna ha detto:

    Ciao! Vorrei sapere se è possibile sostituire il malto..e in che modo? Grazie ?

  • Mer 16 Mar 2016 | Alice ha detto:

    Ciao Arianna! Puoi sostituire il malto con la stessa quantità di sciroppo d’acero oppure miele, quest’ultimo solo se le ciambelline non sono destinate a vegani :)

  • Dom 3 Apr 2016 | Niki ha detto:

    Bellissima ricetta… interessante il WATER ROUX!!! :)

    Se ho inteso bene, non serve neanche aggiungere olio all’impasto, giusto?
    Il water Roux lo prepari con farina integrale?
    Per il WR, nei biscotti mantieni sempre queste dosi su 180g di farina totali?

    Vorrei sostituire il malto con zucchero di canna mascobado, quanto devo metterne? Non so mai regolarmi quando devo sostituirlo in una ricetta. Ovviamente dovrò tenere conto che l’impasto avrà bisogno di una maggior quantità di latte o acqua. L’aggiunta di malto lo ammorbidisce già di suo ;-)

    Scusa le tante domande cara Aliing… :)
    Ma la cosa mi interessa assai ;-)

    Grazie e buona Domenica!
    Un bacione… :) :)

  • Dom 3 Apr 2016 | Alice ha detto:

    Ciao cara Niki! Sono felice che la ricetta ti abbia colpita e rispondo con molto piacere alle tue domande :)

    Iniziando dalla prima, hai inteso benissimo niente olio, il water roux è sufficiente a rendere morbido il risultato finale. Per prepararlo uso la stessa farina della ricetta in cui va inserito (in questo caso quella integrale).

    Non ho mai provato a fare biscotti con il water roux, a dire il vero è una tecnica collaudata per i lievitati soffici (torte, pane, brioches, muffins, ecc…), bisognerebbe sperimentare! Come proporzione tra farina e water roux manterrei quella di questa ricetta, magari diminuirei i liquidi (come il latte di cocco) per avere un impasto più solido, stendibile e ritagliabile :D Se mai dovessi provarci, non mancherò di farti sapere!

    Infine per la sostituzione del malto con lo zucchero mascobado, io metterei 60g di zuccchero più 20ml di liquido a tua scelta (latte di cocco o anche semplice acqua), come tu hai giustamente osservato per questa sostituzione occorre stare attenti anche ai liquidi ;)

    Spero che le mie risposte ti siano di aiuto e se provi la ricetta… facci sapere!

    Un abbraccio

  • Dom 3 Apr 2016 | Niki ha detto:

    Grazie…!
    Ho proprio intenzione di farci dei biscotti… :)
    E non mancherò di farti sapere come sono venuti…
    Ancora grazie cara Aliing… Felice Domenica… :) :)

  • Dom 3 Apr 2016 | Niki ha detto:

    Ma proverò anche queste deliziose ciambelline… mia sorella adora il cocco e sono perfetti per lei ;-)

  • Lun 4 Apr 2016 | Niki ha detto:

    Buongiorno Aliing… :)
    Ho fatto dei biscottini usando il water roux… ma ahimè, non ho ottenuto grandi risultati…
    I biscotti restano mollicci e gommosi… al contrario di ciò che speravo… friabilità e leggerezza… forse l’olio ci voleva in ogni caso…. :roll:
    Ma non importa :) :) Si tufferanno nel latte o nel tè…! Nulla va sprecato… ;-)

    Se tu dovessi provarci fammi sapere… ;-)

    Grazie e buon Lunedì! :)

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...