Qualche informazione sui frullati di frutta

Bevande salutari e leggere, i frullati di frutta ci accompagnano in diversi momenti della giornata. C’è chi sceglie di consumarli a colazione e chi, invece, preferisce il pranzo. Quello che non cambia sono le numerosi benefici che derivano dal loro consumo. Vediamo adesso quali sono i vantaggi legati alla scelta della loro inclusione nell’alimentazione quotidiana.

I vantaggi dei frullati di frutta

Perché dedicare del tempo alla preparazione di un frullato di frutta? Le risposte a questa domanda sono diverse. Da ricordare, prima di tutto, è la semplicità. Per preparare un frullato ci vogliono pochi minuti. Si può fare anche quando non si ha molto tempo per stare in cucina e si ha comunque intenzione di mangiare sano.

Frullato ai lamponi, menta e cioccolato fondente

In secondo luogo è fondamentale fare cenno alle proprietà. I frullati di frutta sono un concentrato di benefici, legati alla presenza di minerali, vitamine e antiossidanti. Non dimentichiamo poi che la frutta contiene anche molta acqua, il che è fondamentale per idratare la pelle soprattutto nei mesi più caldi dell’anno, quando è particolarmente importante apportare liquidi all’epidermide e assumere alimenti freschi e leggeri.

I frullati di frutta, inoltre, sono contraddistinti da una quantità inferiore di zuccheri rispetto a quanto si può trovare in molte bevande industriali. Fare merenda con un buon frullato di frutta è decisamente meglio rispetto alla scelta di includere nello spuntino pomeridiano una bevanda gassata e iper zuccherata.

I frullati di frutta sono anche molto versatili. Alla base di partenza, ottenuta passando nel frullatore frutta e fresca, è possibile aggiungere, acqua, latte vegetale oppure yogurt.

I segreti della preparazione del frullato di frutta perfetto

Per preparare ottimi frullati di frutta bisogna innanzitutto disporre di un frullatore eccellente. Come sceglierlo? Ricordando prima di qualsiasi altra cosa l’importanza della potenza dei motori, aspetto fondamentale per un risultato di qualità.

Le lame del frullatore perfetto devono essere semplici da pulire e l’apparecchio, in generale, caratterizzato da molteplici funzionalità.

Con il frullatore giusto si è già a metà del percorso! Per completare il quadro bastano pochi e semplici accorgimenti, come per esempio quello di sbucciare la frutta.

 I migliori frullati di frutta per intolleranti

Anche chi ha a che fare ogni giorno con un’intolleranza ha la possibilità di gustare degli ottimi frullati di frutta. Coloro i quali soffrono di carenza di lattasi, l’enzima che scinde il lattosio in galattosio e glucosio rendendolo così più digeribile, possono scegliere i frullati a base di latte vegetale.

Frullato con latte di mandorleChiaraZoppei

Un’ottima idea per fare un pieno di antiossidanti è il frullato con latte di mandorle e albicocche, che si rivela anche un’ottima fonte di potassio. Il frullato di lamponi, che si può preparare senza problemi con il latte di riso, è invece salutare per via della presenza di fibre, principi nutritivi che aiutano a tenere sotto controllo il peso e a rallentare l’assorbimento degli zuccheri nel sangue. In questo modo si evita d’ingrassare, dal momento che si prevengono i picchi glicemici.

I frullati di frutta, come abbiamo visto, sono davvero speciali e possono essere preparati senza problemi anche per gli intolleranti.

Nessuno vieta, per ottimizzare le proprietà della preparazione, di aggiungere anche una verdura.

Questo è il caso del frullato di spinaci, mango e banana, un vero elisir energetico che si può preparare in pochi minuti con il latte di cocco.

Frullato di spinaci, mango e banana

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *