bg header
logo_print

Qualche informazione sui frullati di frutta

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Centrifugati per tutti i gusti
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (16 Recensioni)

Frullato di cherimoya e arancia, un abbinamento unico

Il frullato di cherimoya e arancia è un dessert squisito, colorato, nutriente e facile da preparare. Si fregia della presenza di un frutto speciale, che non tutti hanno avuto il piacere di assaggiare: la cherimoya. In italia è conosciuta anche come cirimoia e annona, epiteto con cui viene chiamato nel sud del nostro Paese. La cherimoya si presenta con una buccia verde chiaro, solcata da reticoli regolari. La polpa è bianchissima e ospita grandi semi neri. E’ anche molto morbida, soprattutto quando la si consuma a uno stadio avanzato della maturazione, a tal punto che può essere prelevata con un cucchiaino. Il sapore è speciale, ossia dolce e corposo allo stesso tempo, e ricorda quello delle creme o dello yogurt. La cherimoya è originaria delle fasce subtropicali, ma può essere coltivata anche in determinate zone d’Europa.

Le coltivazioni “europee” più estese si trovano nelle province di Reggio Calabria e Messina, nonché in Andalusia. La cherimoya è anche un frutto salutare, infatti è ricco di vitamine. Oltre alla vitamina C, la cui presenza è quasi scontata in un frutto tropicale, si segnala la vitamina E, che è più rara. Per inciso, questa sostanza svolge un’azione antiossidante, dunque contrasta gli effetti dei radicali liberi, sostiene le dinamiche di riproduzione cellulare e aiuta a prevenire il cancro. La cherimoya contiene, inoltre, l’annonacina, una sostanza che giova molto al sistema cardiocircolatorio. Nonostante la sua componente zuccherina, la cherimoya è solo poco calorica: un etto contiene meno di 80 kcal. In occasione di questa ricetta, il frutto va privato della buccia e dei semi, per poi essere frullato insieme agli altri ingredienti.

Ricetta frullato di cherimoya e arancia

Preparazione frullato di cherimoya e arancia

Per la preparazione del frullato di cherimoya e arancia iniziate ricavando il succo dalle arance. Poi pelate i cherimoya ed eliminate i semi interni, infine fateli a pezzi molto piccoli. Ora trasferite tutto nel frullatore insieme al latte di cocco e al succo delle arance.

Frullate per bene e versate nei bicchieri da dessert. Il vostro frullato esotico è pronto, sarà di sicuro un ottimo break gustoso e salutare

Ingredienti frullato di cherimoya e arancia

  • 2 cherimoya
  • 600 ml. di latte di cocco
  • 3 arance

Le proprietà nutrizionali dell’arancia

Anche l’arancia gioca un ruolo di primo piano in questo frullato. Nello specifico va ricavato il succo d’arancia, che poi viene frullato insieme alla cherimoya e al latte di cocco. L’arancia è un frutto che piace a tutti, soprattutto se appartiene alle varietà meno acri e pungenti. Piace non solo per il sapore, ma anche per le proprietà nutrizionali, che in effetti sono eccellenti e in grado di spiccare rispetto agli altri frutti.

Sono un’ottima fonte di vitamina C, che esercita una funzione protettiva nei confronti del sistema immunitario. Contengono anche buone dosi di potassio, una sostanza ricostituente, e di fibre, che rappresentano un toccasana per l’apparato digerente. Tutt’altro che trascurabili sono le quantità di magnesio, fosforo, calcio e zinco. Invece, quasi del tutto assente è il ferro. Delle arance, comunque, non si dovrebbe abusare in quanto hanno un ph molto basso. In buona sostanza, sono abbastanza acide per l’organismo, tale per cui se consumate in quantità anomale possono generare disturbi all’apparato urinario.

Il latte di cocco fa ingrassare?

Il latte di cocco aggiunge corpo a questo frullato di cherimoya e arancia, nonché un’ulteriore carica di dolcezza. Alcuni potrebbero storcere il naso, una volta letto della sua presenza nella lista degli ingredienti. Infatti, attorno al latte di cocco ruotano alcuni pregiudizi, tra cui quello che suggerirebbe una presenza eccessiva di grassi. In effetti essi rappresentano il 23% della sua struttura. Va tenuto conto, però, del suo ruolo in questa ricetta in quanto sostituisce il latte, una presenza fissa di molti frullati; il latte è un alimento che ha comunque una consistente presenza di lipidi e una sua portata calorica.

In compenso il latte di cocco è molto nutriente, come il frutto da cui si ricava. E’ ricco di potassio e di vitamina C. E’ anche ricco di colina, una sostanza antiossidante che riduce lo stress ossidativo e contribuisce a ridurre il rischio di contrarre il cancro. Fate attenzione alle dosi. Per quanto squisito, una presenza eccessiva di latte di cocco rende il frullato sbilanciato dal punto di vista organolettico, a sfavore del succo di arancia e della cherimoya, che a loro modo caratterizzano questa ricetta.

Bevande salutari e leggere, i frullati di frutta ci accompagnano in diversi momenti della giornata. C’è chi sceglie di consumarli a colazione e chi, invece, preferisce il pranzo. Quello che non cambia sono le numerosi benefici che derivano dal loro consumo. Vediamo quali sono i vantaggi. Si possono fare con frutta e verdura.

frullato di cherimoya e arancia

I vantaggi dei frullati di frutta

Perché dedicare del tempo alla preparazione di un frullato a base di frutta? Le risposte a questa domanda sono diverse. Da ricordare, prima di tutto, è la semplicità. Per preparare un frullato o un frappe alla frutta ci vogliono pochi minuti. Si può fare anche quando non si ha molto tempo per stare in cucina e si ha comunque intenzione di mangiare sano.

In secondo luogo è fondamentale fare cenno alle proprietà. I frullati di frutta sono un concentrato di benefici, legati alla presenza di minerali, vitamine e antiossidanti. Non dimentichiamo poi che la frutta contiene anche molta acqua, il che è fondamentale per idratare la pelle soprattutto nei mesi più caldi dell’anno, quando è importante apportare liquidi all’epidermide e assumere alimenti freschi e leggeri.

Sono contraddistinti da una quantità inferiore di zuccheri rispetto a quanto si può trovare in molte bevande industriali. Fare merenda estiva con un buon frullato  è molto meglio rispetto alla scelta di includere nello spuntino pomeridiano una bevanda gassata e iper zuccherata.

Sono anche molto versatili. Alla base di partenza, ottenuta passando nel frullatore frutta di stagione fresca, è possibile aggiungere, acqua, latte vegetale oppure yogurt. Potete utilizzare vari tipi di frutta in base alla stagione.

I segreti della preparazione del frullato di frutta perfetto

Per preparare ottimi frullati bisogna innanzitutto disporre di un frullatore eccellente. Come sceglierlo? Ricordando prima di qualsiasi altra cosa l’importanza della potenza dei motori, aspetto fondamentale per un risultato di qualità.

Le lame del frullatore perfetto devono essere semplici da pulire e l’apparecchio, in generale, caratterizzato da molteplici funzionalità.

Con il frullatore giusto si è già a metà del percorso! Per completare il quadro bastano pochi e semplici accorgimenti, come per esempio quello di sbucciare la frutta.

 I migliori frullati di frutta

Anche chi ha a che fare ogni giorno con un’intolleranza ha la possibilità di gustare degli ottimi frullati di frutta. Coloro i quali soffrono di carenza di lattasi, l’enzima che scinde il lattosio in galattosio e glucosio rendendolo così più digeribile, possono scegliere i frullati a base di latte vegetale.

Esotico frullato di noni, melone, cocco e menta. Nonostante in Italia sia ancora poco conosciuto, in altre parti del mondo e soprattutto in Oriente, il noni è un frutto conosciutissimo e molto apprezzato per le sue proprietà officinali. A volte chiamato “gelso indiano” il noni, soprattutto in polvere, può essere utilizzato per arricchire bevande e frullati con le sue proprietà nutrizionali eccezionali. Da questa caratteristica e dal gran caldo, nasce l’ispirazione per questo frullato. Potete aggiugnere dei cubetti di ghiaccio e un cucchiaio di zucchero a piacere! Un vero e proprio frullato pieno di benefici.

Il frullato al profumo di Provenza, più che una ricetta tipica, è un omaggio alla cultura provenzale, dai sapori e dai sentori tipici della Francia. A testimoniarlo è la lista degli ingredienti, anzi due ingredienti in particolare: i fiori di lavanda e il miele di lavanda. La Provenza vanta una certa tradizione in termini di produzione artigianale di miele. Allo stesso modo, nelle sue campagne cresce rigogliosa la lavanda, che viene impiegata in campo gastronomico oltre che botanico.

Frullato di fragole e mirtilli: un concentrato di salute. Fare la merenda – nota anche come spuntino pomeridiano – è molto importante. In questo modo si velocizza il metabolismo e si prevengono gli eccessi a cena. Per preservare la salute, però, bisogna scegliere con attenzione cosa mangiare a merenda. I frullati, e in questo caso specifico il frullato di fragole e mirtillipossono rivelarsi un’ottima soluzione al proposito.

Frullati latte e frutta. Per gustare tutta la freschezza ed il sapore della frutta fresca, perché non preparare un frullato alla mela e pesche ? La ricetta dei frullati prevede l’uso del latte, ciò però rende queste bibite poco adatte a chi soffre d’intolleranza al lattosio. Ma perché rinunciare ad una bevanda dissetante, piena di vitamine e, per di più, davvero gustosa? Vi consiglio di fare come me: usate il tè freddo alla pesca! Una bella idea, vero?

Ricette frullati ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (16 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Frappe al gianduia

Frappè al gianduia, una versione che sa di...

Come fare un frappè perfetto? Ecco qualche trucchetto Preparare il frappè al gianduia è semplicissimo, basta versare tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare fino a quando non si ottiene...

Sciroppo di tamarindo

Sciroppo di tamarindo, una preparazione dal gusto unico

Tutta la bontà del tamarindo e le sue proprietà nutrizionali Lo sciroppo di tamarindo ci da modo di approfondire l’argomento su un frutto particolare che si differenzia dagli altri sotto tutti i...

Latte e menta

Latte e menta, la bevanda che rinfresca e...

Quando bere il latte e menta? Il latte e menta è una bevanda semplice da realizzare che può essere bevuta in ogni occasione, basta mescolare tra di loro gli ingredienti e il gioco è fatto....