Esotico frullato di noni, melone, cocco e menta

Un illustre sconosciuto: il frutto di noni

Nonostante in Italia sia ancora poco conosciuto, in altre parti del mondo e soprattutto in Oriente, il noni è un frutto conosciutissimo e molto apprezzato per le sue proprietà officinali. A volte chiamato “gelso indiano” il noni, soprattutto in polvere, può essere utilizzato per arricchire bevande e frullati con le sue proprietà nutrizionali eccezionali. Da questa caratteristica e dal gran caldo, nasce l’ispirazione per questo frullato di noni, melone, cocco e menta.

Quando l’estate si fa più torrida ed il caldo sembra levarci le energie, il drink giusto può far davvero svoltare la giornata. Con questo ingrediente il nostro frullato diventa un potente analgesico, antidolorifico, antidepressivo, antiossidante, capace inoltre di stimolare il nostro sistema immunitario. Niente male per un solo frutto, vero?

Frullato di noni, melone, cocco e menta: un’ esplosione di profumi esotici

Pensate ai profumi tipici dell’estate… un bel melone fresco, da gustare sotto una palma, con l’olio di cocco sulla pelle, mentre la nostra dolce metà sorseggia un mojito alla menta. Tutte queste suggestioni rientrano assieme nel nostro frullato ed è come se questa immagine prendesse forma nel bicchiere. Sarà il caldo a farci brutti scherzi? Quando l’estate si fa dura e dobbiamo recuperare le energie, niente è meglio di un nutriente frullato di noni, melone, cocco e menta.

La combinazione è vincente ed ogni ingrediente concorre con il proprio aroma ad una bevanda fresca e dissetante. Con questo frullato facciamo contenti tutti perché è davvero buono, dolce e particolare. Un toccasana da gustare come merenda, a metà pomeriggio o metà mattinata.

frullato di noni

I must della nostra estate

Ci sono pochi rimedi sicuri contro il caldo: accendere il condizionatore, bere tanta acqua e andare il più possibile al mare. A questa triade magica, noi aggiungiamo i frullati di frutta. Dissetanti, nutrienti, freschi come un gelato e buoni. Ne possiamo preparare tanti diversi a seconda di quel che abbiamo disponibile a casa ed ogni combinazione mostra il suo carattere. Pochi secondi, due minuti nel frullatore… et voilà! Il gioco è fatto.

Soprattutto quando fa caldo ma dobbiamo continuare a lavorare e concentrarci, il gustare un buon frullato di frutta ci consente di prenderci una pausa di benessere e ricaricare le batterie. Mente e corpo subiscono un piacevole reset sorseggiando la bevanda giusta al momento giusto. Provate questo nostro frullato di noni, melone, cocco e menta ed avrete tra le mani un elisir di benessere.

Ed ecco la ricetta del frullato di noni, melone, cocco e menta:

Ingredienti per 4 persone:

  • ½ melone
  • ½ litro di bevanda al cocco
  • 2 cucchiaini di noni
  • 5 foglie di menta fresca per la bevanda e 4 per guarnire
  • q. b. di ghiaccio

Preparazione:

Tagliate il melone a metà, privatelo dei semi e della buccia e riducetelo a tocchetti. Una parte del melone utilizzatela per rintagliare delle palline da decorazione.

Nel bicchiere di un frullatore, unite il latte di cocco, il melone, il noni, la menta spezzata e 4-5 cubetti di ghiaccio. Frullate il tutto finemente e versate in un bicchiere alto, guarnendo con foglie di menta e palline di melone.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *