Zuppa di scarola con burrata e alici marinate

Zuppa di scarola con burrata
Stampa

Il perfetto abbraccio di sapori in un piatto di zuppa di scarola con burrata e alici marinate. La zuppa di scarola con burrata e alici marinate è decisamente un piatto diverso dal solito. Infatti, unisce in un solo piatto tanti sapori e nutrienti diversi, che si amalgamano perfettamente regalando un’esperienza culinaria davvero unica. Pertanto, chi ama cucinare e assaporare nuove pietanze, dovrebbe assolutamente provare questa zuppa e godere al più presto delle sue qualità organolettiche e nutrizionali!

Con questi deliziosi e interessanti presupposti, andiamo a scoprire qualche dettaglio in più riguardo alla ricetta e tante altre buone ragioni per portarla in tavola. Dalle caratteristiche principali dei suoi ingredienti fino ad arrivare alle modalità di preparazione: ecco tutto quello che dovreste sapere su questo piatto molto speciale!

Zuppa di scarola con burrata e alici marinate: non sottovalutiamo i sapori

In questa ricetta, troverete diverse sfumature che si uniscono alla perfezione, regalandoci un pasto eccellente sotto ogni punto di vista. Infatti, oltre al palato, anche il nostro organismo rimarrà soddisfatto di questo piatto e tutto parte dalla scarola: uno degli ingredienti principali di questa zuppa. Si tratta di un ortaggio ricco di vitamina A, C, K e vitamine del gruppo B, ma anche di fibre, potassio, manganese, ferro e rame.

Zuppa di scarola con burrata

Grazie ad essa, ogni piatto di zuppa di scarola con burrata e alici marinate, acquisisce interessanti proprietà depurative, idratanti, antiossidanti, diuretiche e antinfiammatorie. Con i suoi nutrienti, si rivelerà un pasto perfetto persino per riequilibrare i livelli di zuccheri e grassi nel sangue; per promuovere la salute della pelle, della vista, dei muscoli e del sistema cardiovascolare; per rinforzare il sistema immunitario e per ottimizzare l’assorbimento di ferro.

Dovreste sapere anche che la scarola è un alimento capace di saziare e di favorire la digestione. Pertanto, aiuterà lo stomaco a digerire meglio anche gli altri ingredienti presenti in questa ricetta, nonché ad assorbire nel modo giusto le sostanze nutritive presenti nella burrata e nelle alici.

La prima ci regalerà tante proteine del latte, minerali e vitamine, ma sarà opportuno moderare le porzioni in quanto contiene anche molti grassi. Le alici ci offriranno principalmente proteine magre, minerali e una buona quantità di omega-3.

Una zuppa a dir poco perfetta

Come avrete capito, l’ingrediente principale di questa zuppa è estremamente salutare e utile per promuovere il benessere generale del nostro organismo. Tuttavia, per godere al meglio di tutte le sue proprietà e per portare in tavola tutti i suoi nutrienti e benefici, il suggerimento consiste nel cercare un bel cespo fresco, con foglie intatte e dai colori vivaci. Se possibile, compratele da un commerciante fidato o, ancora meglio, direttamente dai coltivatori.

Facendo così e prestando molta attenzione alla provenienza del prodotto, potrete preparare una zuppa di scarola con burrata e alici marinate non solo più buona, ma anche molto più genuina. Portare in tavola il meglio dovrebbe essere sempre una nostra prerogativa: in questo modo, potremo sempre deliziare il palato e salvaguardare il benessere del nostro organismo!

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cespo di insalata scarola
  • 200 gr. di burrata consentita
  • q.b. olio extravergine di oliva

Per le alici:

  • 8 alici
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 1 rametto di timo
  • un cucchiaio di aceto di riso
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Per la cialda di mais:

  • 40 gr di farina per polenta istantanea
  • 150 gr circa di acqua
  • q.b. olio extravergine di oliva

Preparazione

Tagliate a julienne l’insalata riccia e sbollentatela in acqua salata; raffreddatela poi in acqua e ghiaccio. Scolatela, recuperando l’acqua di raffreddamento, e strizzatela con cura.  Frullate con l’acqua e l’olio, quanto basta per ottenere un composto liscio e omogeneo. Passate quest’ultimo allo chinoise e regolate di sale. Togliete la testa alla buratta e tritate il resto grossolanamente.

Private le alici della testa e delle interiora e apritele a libro; disponetele su un vassoio e irroratele con l’aceto. Lasciate riposare per 10 minuti e, infine, scolatele aiutandovi con una spatola e sistematele a strati in un altro recipiente, facendole marinare con aglio, timo e olio d’oliva.

Per la cialda di mais, versate in un pentolino l’acqua, l’olio e il sale e portate ad ebollizione. Aggiungete la farina e mescolate con una frusta per circa 3 minuti. Versate il tutto su un foglio di carta da forno, ricoprite con un altro foglio di carta da forno e tirate con il mattarello fino a ottenere uno strato di polenta liscio e omogeneo alto circa 1 mm. Togliete il foglio superiore (di carta da forno) e, con un coltellino, incidete delle cialde triangolari. Infornate a 180° (fino a renderle croccanti).

Versate nei singoli piatti la crema di scarola, sistematevi al centro la burrata, sopra 2 filetti di alici, qualche goccia di olio. Guarnite con le cialde croccanti di mais e servite.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-02-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo aka Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Riso rosso con zucchine e menta

Riso rosso con zucchine e menta, un primo...

Riso rosso con zucchine e mente, altro che risotto Il riso rosso con zucchine e menta è una suggestiva alternativa al risotto. Anche perché rispetto a quest’ultimo porta spunti differenti. E’...

Vellutata di lattuga con gamberi

Vellutata di lattuga con gamberi, un primo leggero

Vellutata di lattuga con gamberi, un piatto elegante e leggero La vellutata di lattuga con gamberi e spuma di mozzarella è un primo che coniuga eleganza, gusto e leggerezza. Propone abbinamenti...

culurgiones con salsa di bottarga

Culurgiones con salsa di bottarga, primo sardo

Culurgiones con salsa di bottarga, un primo che parla della Sardegna I culurgiones con salsa di bottarga sono un primo che si ispira alla tradizione sarda. Una tradizione che vanta alcune...

Lasagna con erbe spontanee

Lasagna con erbe spontanee, un piatto colorato e...

Le peculiarità della lasagna con erbe spontanee La lasagna con erbe spontanee è un primo piatto dai contorni davvero particolari. In primis, è 100% vegano. Un dettaglio non da poco, se si...

Spaghetti con aglio nero e ricotta

Spaghetti con aglio nero e ricotta, un primo...

Spaghetti con aglio nero e ricotta, colori intensi e sapori veraci Gli spaghetti con aglio nero e ricotta sono un primo piatto che coniuga sapori rustici con un impatto visivo da cucina gourmet....

Vellutata di carote e barbabietola

Vellutata di carote e barbabietola, un primo delizioso

Vellutata di carote e barbabietola con Skyr, un primo davvero squisito La vellutata di carote e barbabietola con Skyr è un primo piatto di semplice preparazione, che propone sapori diversi dal...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti