Insalata con noci, pere e formaggio di capra: light

Insalata con noci, pere e formaggio di capra
Commenti: 0 - Stampa

Prepariamo l’insalata con noci, pere e formaggio di capra…

Se avete voglia di un pasto fresco e speciale, certamente l’insalata con noci, pere e formaggio di capra fa al caso vostro. Si tratta di una pietanza ricca di nutrienti, veloce da preparare, digeribile e leggera. Insomma, è perfetta per chi vuole mangiare con gusto, senza mettere a repentaglio il peso forma.

Questo piattino a base di formaggio di capra è ideale da servire come antipasto durante un pranzo importante. Vi permetterà di fare una bella figura sia per quanto riguarda l’aspetto che per il suo sapore coinvolgente, ma sarà fondamentale scegliere gli alimenti giusti!

Le principali peculiarità di questa ricetta

Come ben sapete, una delle caratteristiche fondamentali di qualsiasi formaggio che si rispetti è l’elevato apporto calorico, dovuto alla presenza di molti grassi animali. Per questo motivo, i nutrizionisti consigliano spesso di limitarne il consumo, preferendo eventualmente quelli più leggeri. In realtà, tutti i formaggi contengono una certa quantità di grassi poiché, con la stagionatura che li impoverisce di acqua, si concentrano le sostanze nutritive, colesterolo compreso. Per questo motivo, i formaggi freschi sono più poveri di nutrienti rispetto a quelli stagionati.

Ad ogni modo, questa insalata con noci, pere e formaggio di capra ci permette di non esagerare con i grassi: infatti, propone 300 grammi di formaggio per 6 persone. Inoltre, dobbiamo dire che ci offre tutto il sapore e le proprietà delle noci, ricche di omega 3, ovvero acidi grassi utili per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e proteggere il cuore, ma anche di numerose vitamine e minerali importanti per la nostra salute.

Insalata con noci, pere e formaggio di capra

In generale, avrete a che fare con un piatto carico di antiossidanti e di sostanze nutritive da non sottovalutare che, se proposto come contorno o antipasto, ci donerà quanto basta per nutrirci senza abbuffarci e senza dover assimilare una quantità di formaggio troppo elevata.

Pronti per l’insalata con noci, pere e formaggio di capra?

La pera è il frutto del Pyrus communis, un albero conosciuto fin dai tempi antichi, che cresce sia allo stato selvatico sia in coltivazione. Le pere, frutti a seme come le mele, ne differiscono per la forma, generalmente conica, e per la qualità della polpa, di solito granulosa, di sapore particolare zuccherino, meno acidulo di quello delle mele. Le varietà e sottovarietà di pere coltivate hanno raggiunto un numero ragguardevole.

I principali tipi che si coltivano in Italia e si trovano sui nostri mercati sono: pera butirra, gialla o giallo-rossa, a polpa fine succosissima, zuccherina, molto profumata; pera coscia, giallognola, dalla polpa succosa, dolce e profumata; pera spadona, verde o rossa, con polpa zuccherina, acidula, profumata; pera William, a buccia giallo-rosata, con polpa butirrosa; pera imperatore o Kaiser, allungata, buccia gialloscura coperta di ruggine, polpa bianca molto succosa, profumata, zuccherina. Le pere vengono messe in commercio fresche o inscatolate; si utilizzano inoltre per la preparazione di succhi.

Le pere maturano in un periodo estremamente breve dell’anno, e vengono raccolte immature e poi fatte maturare durante la conservazione refrigerata. Manipolatele con cautela perché sono fragili. Si trovano tutto l’anno.

Se immature, le pere dovrebbero essere fatte maturare a temperatura ambiente finché cedono alla pressione delle dita. Evitate frutti discolorati, ammaccati, ammuffiti. Refrigeratele fino al momento del consumo se molto matura, altrimenti lasciatela maturare a temperatura ambiente.

Ovviamente, oltre a quello che abbiamo detto, ci sono tanti altri vantaggi da non sottovalutare ma che, purtroppo, non potrei racchiudere in un solo post! Ad ogni modo, una volta che avrete assaporato questo piatto particolare, certamente vorrete riproporlo al più presto nei vostri menu.

Mi raccomando, scegliete prodotti genuini, di qualità e, se possibile, biologici. Facendo così, potrete offrire ai vostri ospiti un’insalata con noci, pere e formaggio di capra perfetta sotto ogni punto di vista… Fatemi sapere come è andata!

Ingredienti per 6 persone

  • 200 gr insalata
  • 30 gr gherigli di noce
  • 300 gr formaggio di capra
  • 1 pera William
  • 1 limone spremuto
  • 2 cucchiai di olio di oliva extra vergine
  • q.b. sale

Preparazione

Lavate e sbucciata la pera, tagliatela a dadini. Tritate grossolanamente le noci.

Lavate l’insalata e tagliatela grossolanamente. Tagliate il formaggio a fettine o a dadini

In una ciotola preparate una citronette versando del succo di limone, scioglietevi il sale, unitevi l’olio e mescolate accuratamente con una frusta.

In un’insalatiera unite l’insalata, le noci, le pere e il formaggio, condite il tutto con la salsina appena preparata, mescolate e servite.

5/5 (468 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cetrioli allo Skyr

Cetrioli allo Skyr, un’insalatona gustosa

Cetrioli allo Skyr, colore e gusto per un’insalata corposa I cetrioli allo Skyr sono un'insalata molto corposa, che si caratterizza per un sapore composito e per la presenza di molti alimenti...

Insalata di fiori ed erbe con Skyr

Insalata di fiori ed erbe con Skyr, un...

Insalata di fiori, un’idea davvero particolare L’insalata di fiori ed erbe con Skyr è un’idea particolare e solo a primo acchito bizzarra, per un contorno fuori dal comune che premia gusto e...

Insalata di spinaci

Insalata di spinaci, un contorno completo

Insalata di spinaci, una particolare selezione di ingredienti Oggi vi presento una particolare variante dell’insalata agli spinaci, una ricetta che si completa con un'emulsione squisita e...

Bowl con avocado e fiocchi di latte

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte,...

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte, una lista creativa di ingredienti La poke bowl con avocado, edamame e fiocchi di latte è un'insalata molto corposa, che spicca per l’abbondanza di colori...

Insalata estiva con uova sode

Insalata estiva con uova sode, un contorno iper-proteico

Insalata estiva con uova sode, un contorno tra il dolce e il salato L’insalata estiva con uova sode è un contorno che spicca in primis per l’impatto visivo. La lista degli ingredienti,...

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


18-09-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti