Omelette con formaggio di capra per sapori decisi

Omelette con formaggio di capra
Commenti: 0 - Stampa

Morbida omelette al formaggio di capra

Questa squisita omelette con formaggio di capra, spinaci e nocciole è una composizione che conquista per la morbidezza, la cremosità e il contrasto di vari sapori. L’omelette che si ottiene, sbattendo e dividendo 12 uova, è particolarmente spumosa. Gli spinaci regalano nutrimento e sapore aggiunto, fondendosi alla perfezione con le uova ed il Parmigiano. Ma non chiamatela frittata!

Di certo questa omelette ha caratteristiche ben diverse da una comune frittata. Intanto, all’impasto manca il pangrattato e poi la forma a portafoglio regala a questo piatto una “pancia” morbida e particolarmente saporita. La consistenza ed il sapore di un’omelette dunque, pur avendo molti ingredienti in comune con la tradizionale frittata, è ben diversa e riconoscibile al primo assaggio.

Un secondo che non teme paragoni

La preparazione dell’omelette con formaggio di capra non è particolarmente difficile ma il risultato è davvero speciale! Questa omelette potrà essere il secondo ideale e pratico da proporre in una cena con diversi invitati. Le dosi che vi indichiamo sono, infatti, già pensate per 6 persone.

Ogni porzione dell’omelette, seppur impastata in un’unica soluzione, dovranno essere cotte e condite separatamente. Potrete preparare il tutto facilmente e spolverando l’omelette con il formaggio di capra a pezzetti e con un trito di nocciole, darete al piatto un vero tocco di classe e sapore.

Omelette con formaggio di capra

Nei nostri piatti, però, non possiamo mai dimenticare l’apporto nutrizionale ed a tal proposito gli spinaci offrono un significativo contributo essendo ricchissimi di ferro, vitamina A ed acido folico. L’immagine di braccio di ferro che mangiando spinaci si riempiva di muscoli non è poi così distante dalla realtà!

Gli spinaci sono ricchi di nitrato, una sostanza che secondo le ricerche aiuta i muscoli a rafforzarsi. Inoltre con la luteina, gli spinaci possono essere utili per la salute di occhi e retina.

Il formaggio di capra: sapore e leggerezza

La ricetta della nostra omelette ci offre l’occasione di parlarvi del formaggio di capra, ben più leggero e digeribile rispetto a quello di mucca. Per gli intolleranti al latte di mucca, l’alternativa del caprino è molto più adatta ad evitare le irritazioni intestinali giacché nutre senza infiammare e sgonfia l’addome.

Non dobbiamo tuttavia pensare che si possa assumere il latte caprino qualora si sia intolleranti al lattosio in quanto, se non diversamente specificato, anche i derivati del latte caprino contengono questo zucchero. Il caprino ed i suoi derivati restano di fatto ottime alternative proteiche, nutrienti e sazianti. 

Ed ecco la ricetta dell’omelette con formaggio di capra, spinaci e nocciole:

Ingredienti per 6 persone:

  • 200 gr. di spinaci
  • 80 gr. di nocciole
  • 12 uova
  • 30 gr. di Parmigiano grattugiato
  • 1 mazzetto di basilico
  • 200 gr. di formaggio di capra semi-stagionato
  • 50 gr. di burro chiarificato
  • q. b. di sale

Preparazione:

Per cucinare l’omelette con formaggio di capra, spinaci e nocciole, cominciate lavando con cura gli spinaci e scottandoli in padella con un po’ d’acqua per circa 2 minuti.

Trascorso il tempo indicato, scolate gli spinaci e tritateli grossolanamente. Mettete le nocciole in una teglia e tostatele per 5 minuti nel forno pre-riscaldato a 180°. Una volta tostate, tritatele col frullatore.

In una coppetta capiente, sbattete le uova con un pizzico di sale, il parmigiano, un po’ di basilico tritato e gli spinaci già scottati.

Il composto andrà diviso in 6 porzioni, cuocete un’omelette per volta versando una porzione direttamente nella padella antiaderente unta di burro.

Mettete ogni omelette in un piatto e spolverizzate con formaggio di capra a pezzetti e nocciole. Servite finché ancora caldi e buon appetito!

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

uova a colazione

Uova a colazione, un’abitudine gustosa e nutriente

Perché le uova a colazione? Mangiare uova a colazione, già questa espressione rievoca contesti che ben poco hanno a che vedere con la tradizione italiana, invece hanno a che fare con quella...

Frittata di cicoria selvatica

Frittata di cicoria selvatica, una piatto semplice

Frittata di cicoria selvatica, una variante fuori dal comune La frittata di cicoria selvatica è una frittata diversa dalle altre e di facile preparazione. E’ semplice perché il procedimento è...

Millefoglie di frittata con formaggio di capra

Millefoglie di frittata con formaggio di capra per...

Millefoglie di frittata con formaggio di capra, una ricetta con un ingrediente speciale La Millefoglie di frittata con formaggio di capra è una ricetta molto corposa, colorata e gustosa. E’ anche...

Frittata con peperoni e carote

Frittata con peperoni e carote, un contorno gustoso

Frittata con peperoni e carote, una scelta azzeccata di ingredienti La frittata con peperoni e carote è solo all’apparenza una frittata come le altre. Certo, potrebbe darvi l’impressione di una...

Omelette con borragine

Omelette con borragine, una piacevole alternativa

Le peculiarità delle omelette con borragine Le omelette con borragine rappresentano una gradevole alternativa alle classiche frittate. Allo stesso tempo si differenziano da queste ultime per la...

Frittata di bruscandoli

Frittata di bruscandoli, un piatto davvero speciale

Le peculiarità della frittata di bruscandoli Oggi vi presento una ricetta molto particolare: la frittata di bruscandoli. Molti di voi non conoscono i bruscandoli, d’altronde non sono ingredienti...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-01-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti