Zuppa otto tesori, il piatto cinese delle grandi occasioni

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    50 Minuti
zuppa otto tesori

Questa ottima zuppa è adattissima per un pranzo particolare.

La zuppa otto tesori rappresenta un fiore all’occhiello della cucina cinese. Stiamo parlando di una zuppa particolarmente adatta per i pasti speciali. Per le occasioni dove c’è da sfoggiare qualcosa di sfizioso e curioso. La premessa è che potete sostituire gli ingredienti in base alla stagionalità. Occorre però tenere ben presente un assunto importante: l’accostamento dei colori, fondamentale per la cultura asiatica. Un piatto in Cina e non solo si giudica anche da questo.

Mi spiego meglio. Non si tratta del concetto di “impiattamento” che vige dalle nostre parti. Quanto di qualcosa di più profondo, che attiene all’armonia cromatica, ai significati che le culture dell’estremo oriente attribuiscono alla forza dei colori. Permettetemi la semplificazione, ma è un po’ come se si applicasse una sorta di cromoterapia al piatto che ci apprestiamo a consumare.

Zuppa otto tesori, l’importanza dei contrasti

Oltre alla questione dell’abbinamento dei colori, in questa ricetta come in molte altre, la cucina cinese richiede una grande attenzione al contrasto dei sapori. Significa che nel cambiare gli ingredienti a seconda della stagione, occorre ragionare sulla possibile combinazione dei sapori. Anche in questo caso il concetto di fondo è un po’ differenza rispetto a quanto siamo abituati nella nostra cultura. Non si tratta solo di amalgamare i vari elementi, quanto di mantenere una vivida contrapposizione che risulti gradevole al palato. Anche se ciò in teoria può risultare un po’ spiazzante.

La zuppa otto tesori non è definita tale per una casualità. Gli otto tesori infatti simboleggiano anche quanto ogni singolo ingrediente sia fondamentale e debba concorrere in maniera paritaria alla buona riuscita della preparazione. La zuppa otto tesori è speciale anche per questo. Basti pensare al fatto che siamo di fronte a un piatto dove convivono elementi sulla carta poco accostabili, come il gambero, il pollo, il maiale e il tofu. Tutti raccolti in un’unica pietanza. Non resta che porre attenzione alle indicazioni della ricetta e mettere alla prova il vostro palato.

Ingredienti per 4 persone

  • 50 gr gamberi sgusciati
  • 50 gr pollo petto
  • 50 gr maiale filetto
  • 50 gr germogli bambù
  • 1 uovo
  • q.b. sale
  • 50 gr spinaci
  • 1 panetto tofu
  • 2 pomodori pelati
  • 7,5 dl brodo
  • 1 cucchiaio salsa soia
  • 1 cucchiaio farina riso
  • q.b. pepe nero
  • 1 cucchiaio cipolle tritate

Procedimento

  1. Se usate i gamberi secchi, metteteli ad ammorbidire in acqua fredda per circa 20 minuti. Quindi scolateli e asciugateli. Tagliate a piccoli pezzi il pollo, il maiale e i germogli di bambù. Lavate bene le foglie di spinaci, poi tagliateli a striscioline, come i pomodori e il tofu.
  2. Mettete il brodo in una casseruola, portatelo a ebollizione, poi unite i gamberi, il pollo e il maiale. Fate cuocere per qualche minuto e quando la carne verrà a galla, unitevi l'uovo leggermente battuto con una forchetta e al quale avrete aggiunto un pizzico di sale, la salsa di soia e tutte le verdure preparate.
  3. Fate bollire ancora per 1 minuto. Mescolate la farina con un cucchiaio di acqua e buttatela nel brodo. Salate e pepate, versate la preparazione in una zuppiera, unite le cipolline e servitela molto calda.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *