Cavolo all’agro : una bontà della cucina cinese

Cavolo all'agro
Stampa

Tutti pronti per assaggiare il cavolo all’agro?

La cucina cinese, sebbene molto povera, ha invaso il pianeta. La Cina è così vasta che la sua gastronomia varia molto a seconda delle regioni e uno dei piatti che preferisco è decisamente il cavolo all’agro.

La cucina cantonese ha nel vapore la sua cottura principale; quella di Shangai è grassa e fa uso di olio di sesamo; in Manciura e nella Mongolia Interna si mangia molto agnello; mentre la cucina pechinese presenta molti piatti fritti.

Noi andiamo spesso al ristorante cinese vicino casa e cerchiamo ogni volta di provare sapori e gusti nuovi. Le verdure sono parte integrante della cucina cinese, forse quanto quella italiana, ma in modo assai diverso: come in molti altri paesi asiatici, la composizione del singolo piatto segue una filosofia differente, quella che si potrebbe definire del “piatto unico”.

Così, è rarissimo che una portata di riso non venga accompagnata da carne o pesce e verdura. Detto questo, parliamo dell’ingrediente protagonista di questa ricetta…

Le particolarità del cavolo cinese

Il cavolo cinese, usato per questa ricetta, non ha il sapore tipico del cavolo e la sua forma a clava lo rende ancor più speciale. Questo alimento proviene dall’Estremo Oriente.

Alle nostre latitudini, sono state le sue teneri foglie dal frizzante sapore di senape a renderlo popolare, portandoci ad assaporarlo sia come insalata che come contorno.

Rispetto alle altre varietà di cavoli, questo protagonista della ricetta del cavolo all’agro è particolarmente ricco d’acqua e povero di calorie. Grazie all’elevato contenuto di aminoacidi, vitamina C e sali minerali, si presta molto ad un’alimentazione sana e leggera.

Per cucinarlo al meglio, lavate le foglie sotto l’acqua fredda e fatele sgocciolare. Per l’insalata, tagliatele a striscioline. Se intendete invece cuocerle al vapore, stufarle o saltarle, come si usa in Cina, tagliatele a pezzi, grossolanamente.

Le foglie sbollentate possono essere farcite con riso, cereali, carne, impasto per salsicce o pesce. Il modo migliore per esaltare le caratteristiche del cavolo cinese è la cottura veloce nel wok, che permette alle foglie di perdere molta acqua e di rimanere belle croccanti. Il cavolo cinese è facilmente reperibile anche in Occidente, ma può essere tranquillamente sostituito con la verza.

Ingredienti per 4 persone

  • 450 g di cavolo cinese o verza
  • un peperone verde
  • un peperone rosso
  • 2 cucchiai di salsa di soia consentita
  • 2 cucchiai di aceto di riso e 2 cucchiai di zucchero
  • un cucchiaio di sale
  • un cucchiaio di olio di riso
  • 5 peperoncini rossi piccanti
  • un cucchiaio di olio di sesamo
  • 12 granelli di pepe nero

Preparazione

Mondate e affettate le verdure. Mescolate in una ciotola la salsa di soia, l’aceto, lo zucchero e il sale. Fate scaldare l’olio nel wok con i peperoncini e il pepe nero, unite il cavolo e i peperoni e cuocete per un minuto circa. Versatevi il miscuglio preparato e amalgamate bene. Trasferite il vostro cavolo all’agro su un piatto da portata, irrorate con l’olio di sesamo e servite sia caldo che freddo.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti