Cromoterapia, rosso in cucina per ritrovare energia

La cromoterapia può essere d’aiuto a tutti. Anche a chi cerca di vincere la battaglia contro le intolleranze alimentari. Impostare un colore predominante in alcuni ambienti può avere effetti positivi sull’umore.

Può costituire quel valore aggiunto in grado di far scattare la molla della serenità, della dolcezza, della speranza. Noi intolleranti spesso fatichiamo a vedere un futuro roseo, perché non riusciamo a intravedere quella via d’uscita che in realtà esiste.

Basta trovarla, attraverso una corretta diagnosi del malessere e la conseguente adozione dei rimedi, a tavola e fuori, che descrivo in questo blog e altrove ormai da anni.

Esistono però degli accorgimenti da attuare in grado di dare un contributo importante al benessere di ognuno, intollerante o meno. Ed è l’attenzione ai colori che ci circondano.

Caratterizzare alcuni aspetti della nostra vita quotidiana con le sfumature cromatiche giuste, aiuta a ritrovare il sorriso e la forza che è dentro di noi.

colazione-rossa
Cromoterapia, tutti i benefici del rosso

Alzarsi la mattina e fare colazione con tazze e piatti anonimi, incolori, di certo non aiuta a ripartire con il giusto stato d’animo.

Pensate invece a come può essere gradevole essere attorniati da un rosso caldo, piacere per gli occhi e soprattutto per l’anima. Quel rosso tenue e corroborante, che scalda e rincuora.

Punteggiare la cucina con questa opzione cromatica, alternata a un bianco dolce, può essere una scelta vincente. Un piattino, un barattolo, una tazza, una teiera, insomma qualcosa di bello e avvolgente.

Sì perché il rosso in cromoterapia aiuta a vincere depressione o malinconia. E a recuperare salute, forza e vitalità.

pentole-rosseÈ il colore dell’energia, che aiuta a scuotersi da uno stato di inerzia o passività. L’ideale per chi soffre di intolleranze e tende a chiudersi in se stesso, senza trovare la capacità di reagire. Il rosso “caldo” stimola la circolazione sanguigna.

Evoca coraggio, contribuisce a far emergere quella forza di volontà che pareva perduta. Niente effetti miracolisti, è bene chiarirlo ancora una volta.

Ma la cromoterapia può comunque dare una mano, determinare quantomeno un miglioramento nell’ambiente che ci circonda. Il rosso è particolarmente interessante perché contiene due aspetti: quello energico ma anche quello rassicurante, quasi tranquillizzante. Nel senso che evoca anche l’amore materno e il calore dell’accudimento!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *