Cedro

cedro

Le proprietà del cedro

Il cedro è un frutto molto importante dal punto di vista botanico (e storico). Infatti, può essere definito come il padre di tutti gli  agrumi. Limoni, arance, mandarini e molti altri derivano tutti dal cedro. Il frutto si presenta di grandezza media, con una buccia incredibilmente ruvida e spessa. Si sviluppa a partire da un albero che può raggiungere anche gli 8 metri di altezza, a foglia larga e sempreverde. Si calcola che il cedro contenga solo un 25% di polpa, in compenso si caratterizza per un valore nutrizionale significativo.

Come tutti gli agrumi è una fonte incredibile di vitamina C. Anzi, rispetto all’arancia ne contiene addirittura di più. E’ anche ricco di flavonoidi, e in particolar modo di esperidina. Pertanto il cedro può essere considerato un alimento fortemente antiossidante. Oltre a ciò, si segnala la capacità del cedro di stimolare la digestione e di fungere da disinfettante e germicida.

Le differenti varietà di cedro

Nonostante sia conosciuto da svariati millenni, il cedro è un frutto tutto sommato uniforme. Non esistono tante varietà, e le poche di cui siamo a conoscenza non si differenziano molto l’una dall’altra. Si segnalano giusto alcune differenze per quanto riguarda la forma. Ad ogni modo ecco una panoramica delle principali varietà del cedro.

  • Classico. È la varietà che risponde allo stereotipo del cedro. Frutto allungato, buccia ruvida e spessa, polpa mediamente succosa.
  • Giudaico. È simile al cedro classico, sebbene si differenzi per le dimensioni un po’ più accentuate.
  • Vozza. Questa varietà è tipica della Sicilia. Si caratterizza per una polpa decisamente più succosa della media.
  • Mano di Buddha. E’ una varietà molto particolare in quanto, a causa di un’anomalia genetica, la sua forma ricorda quella di una mano.

Come valorizzarlo in cucina

Il cedro si consuma esattamente come qualsiasi altro agrume, con esplicito riferimento al limone. Viene dunque impiegato per realizzare degli ottimi succhi rinfrescanti e nutrienti.  Proprio come il limone, può essere sottoposto a processo di canditura; se candito è una vera squisitezza, presenta un sapore meno aspro e più gradevole rispetto al classico limone candito

Al di fuori delle dinamiche gastronomiche, viene impiegato anche per la cosmetica e per la profumeria. L’essenza di cedro è un prodotto molto ambito. Qui di seguito vi presento alcune ricette valorizzate dove ho utilizzato questo frutto, tra queste spiccano la tartare di tonno agli agrumi,

 


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti