bg header
logo_print

Panna cotta con coulis di fragole, un dessert per eventi

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Panna cotta con coulis di fragole
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Panna Cotta con coulis di fragole: una dedica dolce per la Festa della Mamma

La festa della mamma è un momento speciale che celebra l’amore, la dedizione e la cura che ogni madre riversa nella vita dei propri figli ogni giorno. In questa occasione, ho voluto creare qualcosa di veramente speciale per onorare tutte le mamme: una ricetta dolce, delicata e ricca di sapore.

La panna cotta con coulis di fragole rappresenta perfettamente questo spirito. La morbidezza della panna cotta, unita alla freschezza e dolcezza delle fragole, evoca i ricordi d’infanzia ei momenti passati con la propria madre. Questa ricetta non è solo un piacere per il palato, ma anche un modo per dire “Grazie, Mamma” con un gesto dolce e genuino.

Spero che possa diventare un dolce ricordo da condividere nelle vostre famiglie, rendendo la festa della mamma ancora più speciale.

Ricetta panna cotta con coulis

Preparazione panna cotta con coulis

  • Per preparare la panna cotta con coulis di fragole e basilico iniziate dalla panna cotta. In una pentola trasferite il latte di mandorla, lo zucchero e i semi di baccello della vaniglia. Accendete a fiamma media e riscaldate la soluzione, mescolando in continuazione e senza portare ad ebollizione.
  • Fate ammollare la gelatina in acqua fredda e aggiungetela alla soluzione. Poi mescolate con cura fino a quando la gelatina non si sarà completamente sciolta.
  • Versate la miscela così ottenuta negli stampini (che avrete leggermente oliato). In alternativa, se non gradite delle porzioni individuali, versate la miscela in uno stampo unico per budino.
  • Lasciate raffreddare a temperatura ambiente, poi coprite la panna cotta con una pellicola trasparente e riponete in frigo per 5-6 ore.
  • Intanto occupatevi della coulis. In un pentolino versate le fragole fresche, lo zucchero e il succo di limone. Accendete a fiamma medio-bassa e cuocete fino a quando le fragole non si saranno ridotte in poltiglia (dovrebbero bastare 10-15 minuti).
  • Ora applicate il minipimer per rendere il composto liscio. Se non gradite i semini passate la coulis così ottenuta al setaccio.
  • Ora prendete gli stampini di panna cotta dal frigo e capovolgeteli sui piatti da portata.
  • Versate la coulis sulla panna cotta e decorate il dessert con gli zallotti per conferire un tocco elegante e un aroma esotico.

Per la panna cotta:

  • 500 ml. di latte di mandorla,
  • 100 gr. di zucchero,
  • 1 baccello di vaniglia (o estratto di vaniglia),
  • 4 fogli di gelatina

Per la coulis di fragole:

  • 250 gr. di fragole fresche,
  • 50 gr. di zucchero,
  • succo di mezzo limone

Per la decorazione:

  • 10 gr. di Zallotti Blossom (fiori di basilico africano)

Panna cotta con coulis di fragole e basilico, eleganza e gusto per un dessert da sogno

La panna cotta con coulis di fragole e basilico è un dessert elegante, bello da vedere e buono da gustare. L’impatto è scenografico, se non addirittura artistico, ed è quindi capace di impreziosire il momento del dolce. Il merito va agli zallotti, i fiori di basilico africani che fungono da decorazione. Per la particolarità degli ingredienti vi consiglio di sfoderare la ricetta della panna cotta con zallotti nelle grandi occasioni, durante i ricevimenti o quando intendete offrire un’esperienza gastronomica di rilievo ai vostri commensali.

Questa panna cotta è diversa dalle altre anche per la sua totale compatibilità con gli intolleranti al lattosio. Il latte vaccino, infatti, è sostituito dal latte di mandorla, che spicca per la sua dolcezza. In alternativa potete utilizzare qualsiasi tipo di latte vegetale, considerando i diversi effetti in termini di sapore sul risultato finale.

Cosa sono gli zallotti?

L’elemento distintivo di questa panna cotta con coulis di fragole è dato dagli zallotti, ufficialmente Zallotti Blossom. Sono i fiori del basilico africano, che si differenziano per il colore tendente al fucsia, per le dimensioni minute e per la forma complessa. Sono commestibili, dunque possono essere impiegati in pasticceria e in particolare in fase di decorazione. In questa ricetta vengono apposti poco prima del servizio, al fine di migliorare ulteriormente l’aspetto del dessert.

Gli zallotti eccellono anche in termini di sapore, infatti manifestano una certa delicatezza, ricordando in parte la menta e il basilico europeo. Proprio per questo possono essere considerati alla stregua di una pianta aromatica, un dettaglio non di poco conto per dei fiori che propongono sentori leggeri e alquanto delicati.

Come preparare la coulis di fragole

Un’altra componente fondamentale della panna cotta con zallotti è la coulis di fragole. Si tratta di una preparazione simile alle nostre composte, ma che spicca per la lucentezza e per la grana liscia. Si ottiene cuocendo insieme le fragole, il succo di limone e un po’ di zucchero. Poi si frulla tutto con il minipimer e si filtrano i semini; infine si versa sulla panna cotta ormai solidificata. Potete applicarla sulla sommità, secondo la tradizione delle panne cotte, o lungo tutta la sua superficie.

La coulis è una preparazione di origine francese molto versatile, che può impreziosire sia i prodotti dolci che quelli salati. Viene spesso associata alle carni, in quanto conferisce loro un sentore agrodolce e una varietà cromatica importante. Non esiste una sola coulis, ma tante quante sono i frutti rossi, infatti troviamo la coulis ai lamponi, la coulis di ribes e molto altro ancora.

Panna cotta con coulis di fragole

I segreti per preparare una perfetta panna cotta con coulis di fragole

La panna cotta con coulis di fragole, e più in generale la panna cotta, è una delle ricette di pasticceria più semplici in assoluto. Tuttavia, preparare una panna cotta perfetta non è un passaggio così scontato. Per riuscirci, dovrete prendere alcuni accorgimenti.

Dosare correttamente la gelatina. Se utilizzate poca gelatina la panna cotta risulterà instabile, se ne utilizzate troppa il dolce sarà piena di grumi. Qual è la dose giusta quindi? In media è necessario un foglio di gelatina (o colla di pesce) ogni decilitro di latte.

Estendere il riposo in frigo. Anche quando la panna cotta sembra essersi solidificata è bene trattenerla in frigo per un altro po’. In media occorrono almeno 5-6 ore, solo in questo modo gli ingredienti si stabilizzeranno.

Sformare correttamente. Gli stampi vanno capovolti direttamente sui piatti di portata, tuttavia potrebbero non “uscire” in modo corretto. Per prevenire ciò ungete gli stampini con un po’ di olio prima di utilizzarli. Inoltre, potete immergerli in acqua calda per qualche secondo prima di sformarli.

Non far bollire il latte. Spegnete la fiamma non appena compaiono nel latte le prime bollicine, in caso contrario potreste alterare il sapore del latte e privare la panna cotta della sua genuinità.

FAQ sulla panna cotta con coulis di fragole

Che stampo usare per la panna cotta?

Per la panna cotta è meglio usare gli stampini in silicone. Questo tipo di stampini garantiscono una temperatura più omogenea tra le varie componenti del dessert e sono più facili da pulire.

Come staccare la panna cotta dagli stampini?

Per staccare la panna cotta dagli stampini basta capovolgerli direttamente sui piatti di portata. Tuttavia, per non lasciare residui è sempre bene ungere gli stampini con un po’ di olio.

Quanti zuccheri ha la panna cotta?

La panna cotta ha di norma molti zuccheri, tuttavia la qualità dipende dal latte utilizzato e ovviamente dagli zuccheri che si aggiungono in un secondo momento. Per la panna cotta con coulis di fragole che vi presento oggi sono sufficienti 100 grammi di zucchero.

Ricette di panna cotta ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Semifreddo con meringhe e fragole

Semifreddo con meringhe e fragole, un dessert fresco...

Come preparare il pan di Spagna per il semifreddo con meringhe Il semifreddo con meringhe e fragole è un semifreddo speciale che si avvale di una base formata dal pan di Spagna, quindi assume le...

Muffin con glassa al burro

Muffin con glassa al burro, dei dolci morbidi...

Un impasto per celiaci e non Per questi muffin con glassa al burro ho pensato ad un impasto accessibile a tutti, ovvero compatibile con le esigenze dei celiaci e dei sensibili al glutine. Al posto...

Cioccolatini al caffe

Cioccolatini al caffè, un’idea per la festa della...

Quale latte utilizzare? Il latte è un ingrediente fondamentale nella ricetta dei cioccolatini al caffè. Il latte dona corpo ed equilibrio a una ricetta che, altrimenti, proporrebbe un sapore...