Straccetti di vitello con salsa alle fragole, piatto unico

Straccetti di vitello
Commenti: 0 - Stampa

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, un secondo delicato e originale

Gli straccetti di vitello con salsa alle fragole sono un secondo molto particolare come potete vedere dalla foto. Un secondo colorato, espressione più nobile del concetto di “agrodolce”. Un secondo che sfrutta a pieno i sentori delle fragole in una prospettiva di valorizzazione reciproca tra gli ingredienti. Tra l’altro sono molto semplici da preparare e la ricetta è davvero molto facile da realizzare, anche nella preparazione della salsa, che è l’elemento di maggior spicco del nostro piatto.

La scelta degli ingredienti ha voluto premiare la fragola, un frutto tra i più amati da adulti e bambini. Un frutto che non è solo buono, ma anche capace di esprimere un certo valore biologico. E’ ricco di sostanze antiossidanti e di vitamine, in particolare la vitamina C. Essa è presente in una quantità del tutto paragonabile a quella delle arance.

L’altro protagonista della ricetta è la carne di vitello, una carne che spicca per la consistenza piuttosto tenera, ma anche per le caratteristiche nutrizionali. E’ in genere poco grassa, i lipidi infatti rappresentano solo i 6%. L’apporto calorico è piuttosto basso e si attesta sulle 140 kcal per 100 grammi. L’apporto proteico è invece ottimo, in quanto le proteine rappresentano ben il 20%.

L’importanza del latte senza lattosio

In questa ricetta degli straccetti di vitello con salsa alle fragole il latte gioca un ruolo importante. Serve infatti a insaporire gli straccetti prima che questi vengano passati nella farina e cotti in padella. Consiglio, però, un latte speciale, ovvero un latte senza lattosio in modo che la pietanza sia accessibile anche agli intolleranti a questa sostanza. Il latte senza lattosio è un alimenti piuttosto reperibile, dal momento che quasi tutte le marche propongono varianti prive di questa sostanza.

Straccetti di vitello

Ci tengo a specificare che il processo di rimozione del lattosio è al cento per cento naturale. Anche perché si tratta di un processo di scissione: si applica l’enzima lattasi al latte in modo che il lattosio si scinda in glucosio e galattosio, sostanze che possono essere assunte anche dalle persone che soffrono di intolleranza al lattosio. Tra l’altro, tale procedimento non altera in alcun modo il sapore del latte.

Le peculiarità nutrizionali della farina di riso

Anche la farina di riso gioca un ruolo importante, in quanto contribuisce a creare una delicata e gustosa crosticina sugli straccetti di vitello con salsina di fragole. Per questa ricetta suggerisco la farina di riso al posto della normale farina bianca. I motivi sono essenzialmente due. In primo luogo perché la farina di riso è priva di glutine, il ché rende la pietanza compatibile anche con i celiaci e con chi soffre di intolleranza.

In secondo luogo la farina è molto più leggera, in quanto è quasi totalmente priva di grassi. Certo, rispetto alla farina di grano (e a quasi tutte le farine esistenti) contiene poche proteine, ma l’apporto proteico è comunque garantito dalla carne. La farina di riso, poi, ha un gusto particolare apprezzabile da chiunque, ed in quanto a calorie non presenta differenze di sorta rispetto alle altre farine.

Ecco la ricetta degli straccetti di vitello in salsa alle fragole:

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 fettine di vitello magre e non troppo spesse;
  • 1 noce di burro chiarificato;
  • q. b. di sale fino;
  • q. b. di farina di riso;
  • 60 ml. di latte senza lattosio 0,01.

Per la salsa alle fragole:

  • 10 fragole grosse;
  • 30 ml. di vino bianco secco;
  • ½ scalogno piccolo;
  • 1 noce di burro chiarificato;
  • q. b. di foglioline di origano fresco;
  • q. b. di sale e pepe nero.

Preparazione:

Per la preparazione degli straccetti di vitello con salsina di fragole iniziate utilizzando il pestacarne per battere per bene le fettine di vitello, poi mettetele su un piatto fondo e bagnatele abbondantemente con il latte. Coprite il piatto con la pellicola e conservatelo in frigo per 30 minuti circa. Poi togliete le fettine dal frigo, scolatele e passatele nella carta da cucina per asciugarle per bene, infine riducetele a striscioline con un coltello ben affilato. A questo punto passatele nella farina di riso e scuotetele per rimuovere la farina in eccesso. Poi sciogliete il burro in una padella antiaderente e appena si scalda leggermente aggiungete gli straccetti, girandoli spesso per farli dorare su entrambi i lati e salandoli a piacere.

Adesso occupatevi della salsina: frullate le fragole (dopo averle lavate e sbucciate) fino a ottenere una crema vellutata tipo purea. In un’altra padella antiaderente, sciogliete il burro e rosolateci dello scalogno tritato finemente, poi aggiungete la purea di fragole e alzate la fiamma per portare ad ebollizione. Fate sfumare con il vino bianco ed aggiustate con un po’ di sale e di pepe, poi aggiungete le foglie di origano (o il timo se preferite). Abbassate la fiamma e continuate la cottura per pochi minuti, o almeno fino a quando si restringe la salsa che deve risultare piuttosto densa. Adesso impiattate, su un piatto piano adagiate poche cucchiaiate di salsa alle fragole ancora calda, poi posizionate sopra gli straccetti croccanti. Infine decorate come meglio credete con qualche foglia di origano e delle fragole fresche. Servite e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

madeleine al riso integrale

Madeleine al riso integrale e canihua, variante esotica

Madeleine al riso integrale, dolce perfetto per la Festa della Mamma Le madeleine al riso integrale e semi di canihua sono un’idea perfetta per la Festa della Mamma. Sono infatti dei dolcetti...

drip cake ai lamponi

Drip cake ai lamponi, una torta per la...

Drip cake ai lamponi e pistacchi per una giornata speciale La drip cake ai lamponi e pistacchi è un dolce delizioso e dal grande impatto visivo, equilibrato nel gusto e coloratissimo. E’...

Semifreddo allo Skyr e pere

Semifreddo allo Skyr e pere per la Festa...

Semifreddo allo Skyr e pere caramellate, raffinato Il semifreddo allo Skyr e pere caramellate è un dolce di alta classe, che non vi farà rimpiangere i prodotti da pasticceria. L’impatto visivo...

Ciambella profumata alle fragole

Ciambella profumata alle fragole per la Mamma

Ciambella profumata alle fragole, un tripudio di colori e sapori La ciambella profumata alle fragole con glassa rosa è un “signor” dolce buono da gustare e bello da vedere, ricco di ingredienti...

Torta con fragole e sciroppo

Torta con fragole e sciroppo di agave, per...

Torta con fragole e sciroppo di agave per la Festa della Mamma La torta con fragole e sciroppo di agave in pasta di zucchero è un dolce davvero speciale, che coniuga un gusto pieno con un impatto...

Risotto alle rose e prosecco

Risotto alle rose e prosecco, un primo da...

Risotto alle rose e prosecco, un primo da ristorante stellato Lo potete evincere dalla foto, il risotto alle rose e prosecco non è un risotto come gli altri. E’ una piccola opera d’arte, un...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


08-05-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti