bg header
logo_print

Gnocchi con fave e prosciutto, un primo dal sapore rustico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gnocchi con fave e prosciutto
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Gnocchi con fave e prosciutto crudo, una rustica combinazione di ingredienti

Gli gnocchi con fave e prosciutto crudo rivoluzionano il concetto stesso di gnocchi per dare vita a una preparazione dal carattere creativo, che offre soluzioni a tratti inedite. Gli gnocchi in sé non riservano sorprese, anzi potete prepararli come meglio credete. A tal proposito potete utilizzare le classiche patate bianche, oppure usate le più interessanti patate viola o rosse, infine potete abbondare con la farina o potete sostituirla con l’amido.

A riservare qualche sorpresa c’è tutto il resto, infatti al posto del classico condimento a base di pomodoro, troviamo un vero e proprio letto di ricotta “aromatizzata”. Viene usato anche il prosciutto crudo tostato e sbriciolato, che conferisce croccantezza alla texture e una grana più varia.

In questa ricetta troviamo anche le fave, che vengono prima sbollentate e poi passate in padella con il burro e con la salvia. Nella sua semplicità il piatto si caratterizza per l’abbondanza di sapori e per la capacità di giocare sulle tonalità dolci, delicate e sapide allo stesso tempo.

Ricetta gnocchi con fave

Preparazione gnocchi con fave

  • Per preparare gli gnocchi fritti con le fave seguite questi semplici passaggi. Fate bollire dell’acqua in una pentola, salatela leggermente e versateci le fave.
  • Cuocete le fave per 1-2 minuti. Non andate molto oltre con la cottura, in quanto le patate devono diventare morbide ma non morbidissime.
  • Una volta pronte, prelevate le fave con una schiumarola e versatele in una ciotola piena di acqua e ghiaccio, In questo modo la cottura si interrompe subito e il colore si mantiene verde brillante.
  • In una ciotola a parte versate la ricotta, la scorza di limone grattugiata e il sale. Mescolate e lavorate il tutto per ottenere un composto omogeneo, infine versate questo composto sui piatti da portata a mo’ di letto.
  • Passate in padella il prosciutto crudo da un lato e dall’altro in modo che acquisisca croccantezza. Poi lasciatelo raffreddare e riducetelo in briciole.
  • Cuocete gli gnocchi in acqua bollente poco salata. Quando salgono a galla prelevateli con la schiumarola e lasciateli asciugare sulla carta da cucina. Infine adagiate gli gnocchi nei piatti sul composto alla ricotta.
  • Saltate le fave con un po’ di burro e con la salvia per un paio di minuti. Aggiungete le fave agli gnocchi e guarnite con il prosciutto crudo sbriciolato. Servite e buon appetito!

Ingredienti gnocchi con fave

  • 400 gr
  • di gnocchi
  • 150 gr. di fave
  • 250 gr. di ricotta
  • scorza di un limone
  • 6 fette di prosciutto crudo
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato
  • 1 noce di burro chiarificato
  • q. b. di foglie di salvia
  • un pizzico di sale

Le mille proprietà delle fave

Le fave sono dunque tra i protagonisti di questa ricetta a base di gnocchi. Il loro impiego è creativo e va oltre quelli che sono i canoni tradizionali, infatti non formano un purè di fave, ma vengono aggiunte intere. Ad ogni modo le fave vengono cotte in acqua bollente per un paio di minuti, per poi essere immerse in acqua fredda e ghiaccio. Si tratta di un accorgimento fondamentale per garantire loro una consistenza decisa e un bel colorito brillante. Infine, le fave vengono insaporite in padella con il burro e la salvia, in questo modo acquisiscono aromi più complessi e corposi.

La presenza delle fave è giustificata anche dalle loro proprietà nutrizionali, infatti sono ricche di vitamina C, che giova al sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro. Sono ricche anche di vitamine del gruppo B, che sono coinvolte a vario titolo nel metabolismo energetico. Non mancano anche le proteine, pur non raggiungendo il livello di legumi più sostanziosi come le lenticchie e i ceci. Infine, le fave abbondano di fibre, che aiutano la digestione.

Il ruolo del prosciutto crudo negli gnocchi con fave

Anche il prosciutto crudo gioca un ruolo di primo piano negli gnocchi con fave. Nello specifico il prosciutto compare nella veste di condimento e guarnizione. Il prosciutto, infatti, impatta sul risultato finale come se fosse un ingrediente principale e funge allo stesso tempo da guarnizione, in modo da conferire croccantezza al piatto. A tal proposito il prosciutto crudo va tostato in padella per qualche minuto, senza aggiungere alcun tipo di grasso.

Molti potrebbero storcere il naso sulla presenza del prosciutto crudo, d’altronde si tratta di un affettato considerato dannoso per la salute. In realtà, se viene consumato con accortezza, il prosciutto crudo può dire la sua. E’ ricco di proteine ben più della carne fresca, e non manca di importanti sostanze nutritive come il magnesio, il potassio e le vitamine del gruppo B.

Certo, il prosciutto crudo contiene anche nitriti e nitrati, sostanze dannose tipiche delle carni trattate, ma sono in quantità tutto sommato gestibili. L’apporto calorico, invece, è mediamente alto: 300 kcal per 100 grammi.

Gnocchi con fave e prosciutto

Qualche consiglio per preparare dei perfetti gnocchi alle fave

Un conto è preparare gli gnocchi, un conto è preparare degli gnocchi perfetti. Se puntate all’eccellenza, trasformando questo piatto in un’esperienza gastronomica, dovete seguire alcuni accorgimenti.

Tanto per cominciare dovete utilizzare delle patate farinose, che si rivelano molto morbide in cottura, dando vita a composti omogenei. Fate attenzione anche alla cottura delle patate stesse, che deve avvenire con la buccia e per un periodo di tempo non lungo. In tal modo le patate conserveranno il giusto quantitativo di liquidi, che vi permetterà di utilizzare una quantità minima di farina, quindi avrete dei veri gnocchi che sanno di patate.

Un altro consiglio è di prestare attenzione alla fase del taglio, ossia alla creazione vera e propria degli gnocchi. Fate in modo che siano della stessa misura, in questo modo risulteranno più belli da vedere e si cuoceranno in modo uniforme.

FAQ sugli gnocchi con fave

Che tipo di patate servono per fare gli gnocchi?

Le patate migliori per fare gli gnocchi sono le patate bianche farinose. Questo tipo di patate, a seguito di una cottura anche breve, diventano morbide e cedevoli, quindi si rivelano perfette per trasformarsi in purea e in impasto. Il loro sapore è delicato, quindi capace di interagire al meglio con quello della farina.

Quando si capisce se gli gnocchi sono cotti?

Gli gnocchi sono cotti quando salgo a galla, in genere sono sufficienti 3 o 4 minuti. Da questo punto di vista non si differenziano da un qualsiasi tipo di pasta fresca.

Quante calorie ha una porzione di gnocchi di patate?

Una porzione di gnocchi di patate con burro e salvia viaggia sulle 500 kcal. Una porzione di gnocchi di patate con pomodoro si attesta sulle 400-500 kcal. Per quanto concerne gli gnocchi con fave e prosciutto crudo, che vi presento in questa ricetta, si possono raggiungere anche le 600 kcal; ad incidere è soprattutto il “letto” a base di ricotta.

Ricette di gnocchi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...