bg header
logo_print

Pollo alla birra, un secondo piatto semplice e gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pollo alla birra
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Pollo alla birra, un secondo raffinato e facile da preparare

Oggi vi presento il pollo alla birra, la ricetta a cui è dedicato il numero di febbraio di Erbe e Fiori.

Erbe e Fiori è la rubrica di ricette con i fiori che gestisco con le mie amiche Miria Onesta di Due Amiche in Cucina, Daniela Boscariolo di Timo e Lenticchie, Marialuisa Maruzzella di Mantra Bio, Elisa di Rienzo de Il Fior di Cappero e Paola Segattini di Le mie Ricette Con e Senza. Sono tutte food blogger affermate, capofila di community affiatate e legate assieme dalla passione per la cucina e dalla voglia di condividere le proprie ricette. Vi consiglio dunque di dare un’occhiata ai loro contenuti, non ve ne pentirete.

Tornando alla rubrica, essa pone lo scopo di valorizzare le erbe aromatiche e i fiori edili, svelando il ruolo che possono giocare nella gastronomia.

Potreste chiedervi cosa ci faccia il pollo alla birra in una rubrica del genere. E’ presto detto: tra gli ingredienti più importanti di questa ricetta spicca proprio l’alloro. L’alloro viene inserito a metà preparazione, in modo da trasmettere alla carne il suo aroma dolce e delicato, conferendo note raffinate e in grado di trasformare il piatto in un secondo gourmet.

Ricetta pollo alla birra

Preparazione pollo alla birra

  • Per preparare il pollo alla birra seguite questi semplici passaggi.
  • Pulite il pollo e tagliatelo a pezzi (se lo ritenete necessario). Poi conditelo con sale e pepe.
  • In una padella ampia, o in una pentola, scaldate l’olio e soffriggete la cipolla tagliata a fette sottili fino a quando non diventa traslucida. Poi unite lo speck e cuocetelo per qualche minuto.
  • Ora aggiungete il pollo e rosolatelo da un lato e dall’altro fino a quando non acquisisce una tonalità dorata.
  • Poi versate la birra fino a quando il pollo non è completamente coperto. Infine, integrate l’alloro.
  • Ora alzate la fiamma e portate a bollore, poi riducete la fiamma e cuocete a coperchio ben messo per 30-40 minuti circa. Il pollo deve essere completamente cotto e la salsa leggermente ridotta.
  • Se necessario, salate e pepate ancora.
  • Ora togliete il coperchio e fate cuocere per qualche altro minuto per ridurre ancora un po’ la salsa.
  • Servite il pollo alla birra quando è ancora caldo, magari accompagnandolo con un contorno di verdure o un purè di patate.

Ingredienti pollo alla birra

  • 800 gr. circa di petto di pollo
  • 500 ml. di birra consentita
  • 1 cipolla
  • 100 gr. di speck tagliato a strisce o a cubetti
  • 1-2 foglie di alloro
  • 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e di pepe.

La carne di pollo, un’autentica alleata in cucina

Il protagonista della ricetta del pollo alla birra è ovviamente la carne bianca. Il pollo è una delle carni più consumate in assoluto, se non la più consumata. Il motivo di ciò non risiede solo nelle dinamiche produttive e nella facilità di allevare i gallinacei rispetto ai bovini, ai suini etc.. Il motivo risiede piuttosto nell’apprezzamento generale di cui gode la carne di pollo, che risulta saporita, versatile ed allo stesso tempo delicata e leggera.

Il pollo, infatti, apporta solo 90 kcal per 100 grammi. Ciò è dovuto a una presenza ridotta di grassi saturi, che sono quelli che fanno più male all’organismo. Al netto di ciò, abbonda di proteine, vitamine e sali minerali. Infine non difetta in ferro, una sostanza fondamentale per l’ossigenazione del sangue, tipica soprattutto delle carni rosse.

Quale tipo di birra scegliere per il pollo?

Anche la birra gioca un ruolo fondamentale per questa ricetta. In un certo senso la birra rappresenta il tratto distintivo rispetto agli altri secondi di pollo. L’impiego della birra non presenta difficoltà di sorta, inoltre ha lo stesso valore brodo. La birra si versa non appena il pollo è stato rosolato, poi si inizia a cuocere a coperchio ben messo e poi a coperchio tolto. In questo modo il pollo si cuoce interamente e la birra – mescolata con gli altri aromi e con i succhi del pollo – si riduce e forma una deliziosa salsina.

Fate attenzione però, una birra non vale l’altra. Ogni tipo di carne richiede una specifica tipologia di birra, per esempio le carni rosse richiedono una birra rossa molto dolce e pastosa. Le carni bianche, invece, richiedono una birra bionda, che è più leggera e fresca. Per questa ricetta vi consiglio una buona birra bionda da pasto.

Pollo alla birra

Gli altri ingredienti del pollo alla birra

Il pollo alla birra è un secondo raffinato che richiede una manciata di ingredienti. Se si escludono i condimenti, la ricetta richiede solo l’utilizzo della cipolla e dello speck. La cipolla funge da ingrediente base del soffritto, a tal proposito vi consiglio di utilizzare una buona cipolla dorata, che conferisce aroma alla preparazione ed emerge senza risultare invadente (a differenza delle cipolle bianche).

Per quanto concerne lo speck, la sua funzione è quella di aggiungere gusto, sapidità ed un elemento croccante, in quanto viene rosolato leggermente prima dell’aggiunta della birra stessa. Lo speck è molto più calorico del pollo, ma sotto questo profilo non incide più di tanto, infatti ne vanno impiegati solo 100 grammi.

Come accompagnare il pollo alla birra?

Il pollo alla birra merita di essere accompagnato da un buon contorno. A tal proposito potete preparare le classiche patate al forno, tuttavia vi consiglio di optare anche per una soluzione più raffinata. Un’idea in questo senso sono le verdure grigliate, che rappresentano un buon compromesso tra eleganza e leggerezza. Le verdure grigliate, con i loro colori sgargianti e la texture consistente, esprimono un carattere gourmet e sobrio.

In alternativa potete preparare del purè di patate, una soluzione interessante in quanto è squisita e funzionale allo stesso tempo. Il purè di patate assorbe la riduzione alla birra, dando vita così ad un intingolo delizioso, che mescola sapori diversi e riempie il palato. Infine, potete utilizzare le classiche patate bianche farinose, piuttosto che quelle a pasta gialla, ma potete osare anche per varietà più esotiche come le patate viola e le patate rosse, specie se volete giocare con i colori.

FAQ sul pollo alla birra

Che birra si usa per cucinare?

La birra che si usa per cucinare dipende dal tipo di preparazione. Per le carni rosse vanno bene le birre rosse, che sono più dolci e pastose. Per le carni bianche e il pesce sono ottime le birre bionde, che sono più leggere e fresche. Nello specifico, per questo pollo alla birra è consigliata una buona birra bionda da pasto.

Come si fa il pollo alla birra?

Per preparare il pollo alla birra è necessario realizzare un soffritto e rosolare su di esso il pollo. Poi si aggiungono gli aromi e la birra, infine si cuoce prima a coperchio ben messo e poi a coperchio tolto. Lo scopo è quello di cuocere completamente il pollo, creando una leggera riduzione a base di aromi, succhi del pollo e birra.

Quante calorie ha il pollo alla birra?

Il pollo alla birra apporta circa 300-400 kcal a persona. Siamo dunque di fronte a un secondo abbastanza leggero, che può essere integrato facilmente in qualsiasi menù. Ovviamente, se si aggiunge il contorno l’apporto calorico aumenta di circa il 20-30%.

Ricette con il pollo ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gamberi saltati al tamarindo

Gamberi saltati al tamarindo, un secondo agrodolce di...

Un focus sui gamberi Nonostante l’abbondanza di ingredienti e di abbinamenti arditi, i protagonisti della ricetta rimangono i gamberi saltati. I gamberi sono tra i crostacei più consumati, che si...

Baccalà in umido alla Veneta

Baccalà in umido alla Veneta, un gustoso piatto...

Origini e storia del baccalà in umido alla veneta Il baccalà in umido alla veneta è una delle più antiche e tipiche ricette della cucina veneta. Le origini di questo piatto risalgono al periodo...

Carne di renna grigliata

Carne di renna grigliata, una salsiccia per eventi...

Cosa sapere sulla carne di renna Vale la pena parlare della carne di renna, che è il vero protagonista di questa ricetta. E’ una carne sui generis molto rara dalle nostre parti, ma che può...