Liquore di alloro: una bevanda della tradizione pugliese

  • Porzioni per
    1 bottiglia
  • Tempo Totale
    6 Giorni
Liquore di alloro

Ottimo profumo

Liquore di alloro: una bevanda semplicissima da preparare in casa

Oggi voglio portarvi per mano nella cucina perfetta, quella ricca di profumi e, soprattutto, di amore per quello che si prepara ogni giorno. Dovrebbe esserci sempre quest’atmosfera quando si sta ai fornelli! Senza, davvero, è impossibile portare a tavola delle vere delizie come il liquore di alloro, una bevanda super benefica che arriva direttamente da quello straordinario patrimonio che è la tradizione pugliese.

Perfetta sia per gli intolleranti al lattosio sia per i celiaci, è ideale da sorseggiare a fine pasto per finire nel migliore dei modi. Vediamo assieme le proprietà dei suoi ingredienti.

Gli straordinari benefici dell’alloro

Il liquore di alloro, semplicissimo da preparare, è uno straordinario elisir di salute. A renderlo tale è ovviamente il suo ingrediente principale.

L’alloro – laurus nobilis il suo nome botanico – è da sempre utilizzato non solo in ambito alimentare ma anche nella medicina naturale.  Sono note da secoli, infatti, le sue proprietà benefiche riguardanti il contrasto delle coliche e di altri disturbi dello stomaco.

alloro

L’alloro, grazie al suo olio essenziale, viene impiegato tantissimo per ottimizzare la digestione e per risolvere i casi di aerofagia. Le sue bacche vengono utilizzate anche per preparare l’oleolito di alloro, una preparazione nota per il suo grande beneficio antinfiammatorio.

I significati dell’alloro nella storia

Il liquore di alloro, bevanda della tradizione pugliese perfetta per celiaci e intolleranti al lattosio, è un modo per finire i pasti con gusto e salute, ma anche celebrando una pianta che ha dei significati molto importanti.

Come già ricordato, l’alloro ha attraversato i secoli accompagnando l’evoluzione di civiltà e culture. Nella Grecia classica era considerato simbolo di vittoria e nel Medioevo veniva utilizzato per preparare suffumigi contro la peste.

Oggi è il protagonista di numerosi piatti e di bevande come questa, che parlano in maniera chiara e felice di tradizioni culinarie secolari, con ricette che si tramandano di generazione in generazione.

Bellissimo, vero? Certo che lo è! Si tratta di uno dei tanti esempi d’amore per la cucina che oggi sono felice di condividere con voi. Adesso, ovviamente, è il momento di correre in cucina a preparare il liquore.

I vostri ospiti vi ringrazieranno e sorrideranno con voi quando lo porterete in tavola alla fine della vostra prossima cena in compagnia. Provare per credere! Non ve ne pentirete!

 

Ingredienti per 1 bottiglia

  • 30 foglie di alloro
  • ½ lt di alcol a 95°
  • ½ lt di acqua
  • 500 g di zucchero di canna

Procedimento

  1. In un contenitore di vetro mettete in infusione le foglie di alloro nell’alcol per almeno cinque giorni. Trascorso il tempo di macerazione filtrate il tutto e mettetelo in un contenitore con il coperchio. In un pentolino mettete mezzo litro acqua con lo zucchero, fate bollire a fiamma bassa per qualche minuto e mescolate spesso affinché lo zucchero sia ben sciolto.

  2. Spegnete la fiamma e fate raffreddare lo sciroppo. Versatelo nel contenitore con l’infuso di alloro, chiudetelo e fatelo riposare al buio e al fresco per circa tre settimane.

    Trascorso il tempo indicato filtrate il liquore e imbottigliatelo. Fatelo riposare ancora almeno un mese prima di gustarlo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *