bg header
logo_print

Crocchette di farina di manioca, ottimi pezzi di rosticceria

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crocchette di farina di manioca
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (5 Recensioni)

Crocchette di farina di manioca e Parmigiano, un’idea gluten-free

Le crocchette di farina di manioca e Parmigiano sono pezzi di rosticceria alternativi, che si differenziano da quelli classici per tutta una serie di innovazioni. Tanto per cominciare sono gluten free, in quanto realizzate con la farina di manioca che è senza glutine.

In secondo luogo non vengono fritte e nemmeno cotte al forno, ma vengono bollite. Per la precisione è il composto, ottenuto dall’unione di tutti gli ingredienti, ad essere cotto in pentola. Ciò è possibile grazie all’utilizzo di prodotti che, escludendo la farina, potrebbero di per sé essere consumati a crudo.

Un’ultima innovazione è l’assenza di panatura. I puristi della rosticceria all’italiana potrebbero storcere il naso, ma c’è una buona abbondanza di farine ed amidi a compensare il tutto.

Per quanto concerne la farina, infine, quella di manioca spicca per il suo sapore delicato e leggermente dolce. E’ povera di proteine e presenta un profilo equilibrato in termini di sali minerali e vitamine. Sul piano calorico, invece, si pone a un livello leggermente inferiore alle classiche farine glutinose, apportando 330 kcal per 100 grammi.

Ricetta crocchette di farina di manioca

Preparazione crocchette di farina di manioca

Ecco come preparare le crocchette di farina di manioca e Parmigiano.

  • Nel robot da cucina mettete il latte, il sale, l’amido di mais, la farina, il Parmigiano Reggiano grattugiato, il burro a temperatura ambiente e la mozzarella fatta a pezzettini.
  • Frullate tutto insieme fino ad ottenere un composto molto fluido.
  • Poi trasferite il composto in una pentola e iniziate ad addensare a fiamma molto bassa.
  • Dopo dieci minuti spegnete la fiamma.
  • Ora ungete le mani e modellate l’impasto formando delle crocchette.
  • Infine servite, abbinandole magari con un buon aperitivo.

Ingredienti crocchette di farina di manioca

  • 0
  • 5 lt. di latte intero consentito
  • 1 cucchiaino di sale
  • 3 cucchiai di amido di mais
  • 3 cucchiai di farina di manioca
  • 100 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 30 gr. di burro chiarificato
  • 300 gr. di mozzarella consentita.

Il Parmigiano Reggiano, un alimento prezioso

Tra gli ingredienti più importanti di queste crocchette di farina di manioca spicca il Parmigiano Reggiano. Il Parmigiano è uno dei formaggi più famosi e apprezzati al mondo, vanto del made in Italy. La sua reputazione è meritata, visto il sapore travolgente che lo caratterizza e l’eccellente profilo nutrizionale che può vantare.

Il Parmigiano è tra gli alimenti più proteici al mondo, secondo solo a carni e pesci trattati (ad esempio il baccalà). E’ inoltre ricco di vitamina D, una sostanza benefica per il nostro sistema immunitario. Stesso discorso per il calcio che giova alle ossa. Tuttavia, il Parmigiano ha due difetti, peraltro comuni a tutti i formaggi molto stagionati: è calorico (raggiunge facilmente le 400 kcal per 100 grammi) ed è ricco di sodio, quindi è bene non abusare se soffrite di pressione alta.

Come usare il Parmigiano nelle crocchette di farina di manioca

In occasione di questa ricetta il Parmigiano viene grattugiato e mescolato agli altri ingredienti. A tal proposito, dovreste scegliere un tipo di Parmigiano stagionato al punto giusto per essere grattugiato, ma non così stagionato da trasmettere note troppo dure. Un Parmigiano 24 mesi fa al caso vostro.

Il Parmigiano non è l’unico prodotto caseario ad impreziosire le crocchette. Troviamo anche la mozzarella, che impatta con il suo sapore delicato e leggermente acidulo, e con la sua consistenza tra il morbido e il filante. L’accoppiata Parmigiano-mozzarella, per quanto non comunissima, risulta davvero azzeccata: i due alimenti si completano a vicenda.

La mozzarella presenta tutti i principi nutritivi del Parmigiano, infatti troviamo la vitamina D, le proteine e il calcio, sebbene siano presenti in misura minore. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo intorno alle 300 kcal per 100 grammi.

Crocchette di farina di manioca

Perché abbiamo scelto il burro chiarificato?

La lista degli ingredienti delle crocchette di farina di manioca comprende anche il burro, per la precisione il burro chiarificato. Il burro chiarificato presenta alcune proprietà positive rispetto al burro standard, che derivano dall’assenza di caseine. Proprio per questo il burro chiarificato resiste alle elevate temperature, quindi sopporta molto meglio le cotture. Una qualità che gli permette di essere usato come grasso da cottura in sostituzione dell’olio.

Il burro chiarificato, inoltre, propone un sapore più delicato che valorizza gli altri ingredienti senza coprirli. La maggiore quota dei grassi del burro chiarificato impatta anche sulla texture, stabilizzando i composti.

Il burro chiarificato ha però un difetto, è molto calorico. Da questo punto di vista si avvicina più all’olio che al burro standard. Un problema facilmente risolvibile visto che in genere si utilizzano piccole dosi, per questa ricetta bastano 30 grammi scarsi.

Come accompagnare le crocchette di farina di manioca?

Le crocchette di farina di manioca e Parmigiano, come tutti i pezzi di rosticceria del resto, meritano di essere accompagnate con preparazioni più o meno elaborate. A tal proposito potreste pensare a qualche salsa, ma vi consiglio di operare una scelta diversa. Le salse coprirebbero il sapore, compromettendo il carattere esotico.

Un’idea interessante potrebbe essere quella di accompagnare le crocchette con un’insalatina. Insalata a base di cosa? In questo caso le alternative sono molte, una di queste è il songino condito con olio e sale. La texture tenera del songino e il suo sapore delicato sono perfetti per delle crocchette così leggere. Potreste optare anche per qualcosa di più aromatico come la rucola, o andare sul sicuro e scegliere la classica lattuga.

Per quanto concerne gli utilizzi delle crocchette di manioca, possono fungere sia da antipasto che da secondo. Se fungono da antipasto le porzioni dovrebbero essere ridotte, quindi fate attenzione in fase di modellamento. Ovviamente queste crocchette sono perfette per il finger food, come del resto la rosticceria in generale.

Ricette di rosticceria ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Jalapenos Ripieni

Jalapenos ripieni, un delizioso piatto messicano

Il jalapeno, un peperoncino da scoprire La ricetta dei jalapeno ripieni ci danno modo di parlare di questo tipo di peperoncini di media grandezza e di colore rosso o verde, inoltre sono abbastanza...

Hamburger di quinoa con broccoli e zucchine

Hamburger di quinoa con broccoli e zucchine, una...

Gli altri ingredienti di questo alternativo hamburger di quinoa L’impasto di questi hamburger di quinoa è arricchito da altri ingredienti che da un lato agiscono sul sapore e dall’altro...

Kofte

Kofte, dalla Turchia polpette di carne speziate e...

Cosa sapere sulla carne di agnello La vera peculiarità delle kofte, almeno rispetto alle nostre polpette, consiste nel tipo di carne macinata utilizzata. In questo caso non si usa il suino, che è...