bg header
logo_print

Arancini di miglio e riso con salmone, un pezzo di rosticceria

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Arancini di miglio e riso
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Capodanno e Epifania
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Arancini di miglio e riso con salmone, una variante ricca di sapore

Gli arancini di miglio e riso con salmone sono degli straordinari pezzi di rosticceria. La base è quella delle ricette siciliane, ma la lista degli ingredienti suggerisce importanti innovazioni, tali da far emergere la ricetta in mezzo ad altre varianti dei classici arancini siciliani. Questo tipo di arancini vi consiglio di prepararli soprattutto per le occasioni importanti, magari per stupire i vostri ospiti durante le festività natalizie. Se poi abbinate a questa ricetta un servizio di “alto design”, come quello proposto da Brandani, farete sicuramente un figurone.

La peculiarità degli arancini di miglio e riso con salmone risiede proprio nell’impasto. Accanto al classico riso troviamo, infatti, il miglio in chicchi. Questo meraviglio cereale aggiunge un tocco rustico e principi nutritivi utilissimi. E’ infatti ricco di sostanze antiossidanti, fibre (che fanno bene all’apparato digerente) e proteine. Per quanto concerne il riso, invece, consiglio di optare per il Carnaroli. La ricetta non c’entra nulla con i risotti, ma la qualità di questa varietà di riso è molto utile nella ricetta che vi propongo.

Ricetta arancini di miglio e riso con salmone

Preparazione arancini di miglio e riso con salmone

Per preparare gli arancini di riso e miglio con salmone iniziate dalla cottura del riso. Fate bollire dell’acqua in una pentola, poi aggiungete lo zafferano, il sale fino, il riso e il miglio. Cuocete il tutto abbassando la fiamma e applicando il coperchio. Il riso in particolare deve essere cotto a lungo, in modo che assorba bene i liquidi. Terminata la cottura, spegnete la fiamma, unite il burro e mescolate con cura. Poi spostate il riso e il miglio in una pirofila in modo che si raffreddi. Ora occupatevi della besciamella. In una pentola versate il burro e fatelo sciogliere a fiamma bassa, poi unite l’amido e mescolate con decisione. Aggiungete il latte, la noce moscata e regolate di sale senza smettere di mescolare. Quando notate la prima bollitura, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Questo, invece, è il procedimento per il salmone. Pelate lo scalogno e ricavatene un trito, poi soffriggetelo a fiamma dolce in una pentola con due cucchiai di olio. Integrate il salmone tagliato a cubetti e cuocete a fiamma bassa per 10 minuti. Salate, pepate e fate scolare il tutto in un colino (il salmone deve essere ben asciutto). Ora riducete la scamorza a cubetti e sminuzzatela. In una ciotola mescolate la besciamella, il salmone e la scamorza. Per quanto concerne la pastella, invece, mescolate insieme tutti gli ingredienti.

Ora assemblate gli arancini. Bagnatevi le mani, prelevate due cucchiai di riso e miglio freddo e formate con il palmo delle mani una palla, poi premete per creare una conca e inseriteci il preparato al salmone. Chiudete la palla di riso e rifinite la forma. Ripete il procedimento fino ad esaurire gli ingredienti. Ora passate gli arancini nella pastella (devono essere completamente ricoperti) e poi nel pangrattato. Friggeteli in abbondante olio a 170-180 gradi per pochi secondi, il tempo che la panatura diventi dorata. Infine, fate scolare gli arancini di miglio e riso su della carta da cucina e serviteli caldi. Buon appetito.

Ingredienti:

  • 800 gr. di acqua,
  • 400 gr. di riso Carnaroli,
  • 200 gr. di miglio in chicchi,
  • 8 gr. di sale fino,
  • 2 bustine di zafferano,
  • 40 gr. di burro chiarificato.

Per la besciamella:

  • 1 lt. di latte intero consentito,
  • 50 gr. di burro chiarificato,
  • 40 gr. di amido di mais,
  • 6 gr. di sale,
  • 1 punta di noce moscata grattugiata.

Per il salmone:

  • 1 scalogno,
  • 500 gr. di salmone fresco,
  • 200 gr. di scamorza affumicata consentita,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • un pizzico di sale e di pepe.

Per la pastella e la panatura:

  • 200 gr. di acqua,
  • 50 gr. di fecola di patate,
  • 120 gr. di farina di riso finissima,
  • 2 gr. di sale fino,
  • 700 gr. di pangrattato consentito,
  • 1 lt. di olio di semi di girasole.

Il salmone, un pesce perfetto

Un’altra peculiarità di questi arancini di miglio e riso è il ripieno, che è realizzato con un composto di salmone, scamorza e besciamella. Un trittico niente male e ben equilibrato, infatti la sapidità corposa del pesce interagisce efficacemente con la dolcezza della scamorza e la morbidezza della besciamella. Che dire del salmone? Beh, è uno dei pesci più apprezzati in assoluto per due motivi principali: è buono e fa bene alla salute.

Arancini di miglio e riso

Il salmone contiene tanta vitamina D, che aumenta le difese immunitarie. Inoltre, contiene molti grassi buoni (acidi grassi omega tre), che giovano alla salute del cuore e degli organi visivi, oltre a favorire la concentrazione. Il salmone è anche abbastanza proteico, come ci si aspetterebbe dai più accreditati pesci azzurri. L’apporto calorico, che tanto preoccupa, è in realtà inferiore alle 200 kcal per 100 grammi. In occasione di questa ricetta, il salmone viene cotto su una base di scalogni, con olio e altri aromi. Bastano dieci minuti per una cottura perfetta.

Una besciamella aromatica

Come ho già detto, il ripieno degli arancini di miglio e riso vanta una base di besciamella, una preparazione multiuso che garantisce sapore e morbidezza ai composti. La ricetta che vi propongo qui differisce leggermente dall’originale per renderla compatibile con i celiaci. Al posto della normale farina doppio zero, infatti, troviamo l’amido di mais, conosciuto anche come maizena. L’amido di mais garantisce un sapore più corposo, inoltre è senza glutine e ricco di sali minerali. Come tutte le basciamelle, anche questa prevede il burro e il latte, che in genere contengono il lattosio.

Potete ovviare al problema, e rendere la preparazione compatibile con gli intolleranti al lattosio, semplicemente utilizzando il latte delattosato e il burro chiarificato. Il latte delattosato è buono come quello “normale”, mentre il burro chiarificato è privo di caseine, quindi propone un sapore meno invasivo. La besciamella è diversa anche perché contiene la noce moscata, un aroma molto apprezzato, che valorizza tutte le preparazioni che ne fanno uso. Tuttavia, la noce moscata va dosata con cura, infatti quantità elevate sono moderatamente allucinogene.

Ricette con salmone ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE