bg header
logo_print

Timballo di zucchine al forno, un pasto completo ed esotico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

timballo di zucchine e bulgur
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.8/5 (13 Recensioni)

Timballo di zucchine al forno, un primo dai sapori mediorientali

Il timballo di zucchine e bulgur è un secondo piatto molto corposo, che potrebbe essere persino definito un piatto unico e completo vista l’abbondanza e la varietà dei suoi ingredienti. E’ una ricetta a metà strada tra la cucina mediterranea e la cucina turca. Infatti, da un lato si inserisce sul solco tracciato dai classici timballi, dall’altro fa ampio uso di un ingrediente noto e consumato soprattutto in Turchia. Sto parlando del bulgar, che a tutti gli effetti sostituisce il riso, un ingrediente principale dei timballi propriamente detti. Il bulgur dall’esterno appare come una sorta di cous cous “gigante”. Tuttavia l’aspetto inganna, anche perché non è realizzato con la semola di grano duro bensì con i chicchi di grano, debitamente trattati per poter risultare commestibili.

Ricetta timballo di zucchine al forno

Preparazione timballo di zucchine al forno

Per preparare il timballo di zucchine e bulgur iniziate dalla salsa. Pelate la cipolla, tagliatela a pezzettini e fatela rosolare in una pentola con l’olio. Unite la passata di pomodori, due o tre bicchieri d’acqua e il sale. Poi lavate il basilico e incorporatelo nella salsa, infine cuocete per mezz’ora circa. Intanto pulite le zucchine, rimuovete le loro estremità e riducetele a fettine sottili tagliando per lungo. Grigliate le zucchine da un lato e dell’altro su una piastra o in una padella molto calda. Intanto mettete a bollire mezzo litro di acqua o brodo vegetale e fate cuocere il bulgur a fuoco spento, coprendo con un coperchio. Il bulgur dovrebbe essere pronto in 10 minuti, il tempo necessario affinché assorba tutta l’acqua possibile. Infine sgranate il bulgur con una forchetta e conditelo con il sugo e con il Parmigiano Reggiano grattugiato.

Ora ungete il fondo di una pirofila con l’olio, mettete sul fondo le zucchine e coprite anche le pareti. Alternate il bulgur alle zucchine formando vari strati, l’ultimo strato però dovrà essere di zucchine. Infine ripiegate verso l’interno le fette di zucchine che avevate inserito in corrispondenza delle pareti in modo da chiudere lo timballo. Condite la superficie con la salsa e date una bella sventagliata di Parmigiano grattugiato. Cuocete al forno (preriscaldato a 200 gradi) per 20 minuti circa. Quando il timballo è pronto, aspettate 10 minuti e impiattate. Questa terrina di zucchine al forno si conserva per un paio di giorni in frigorifero, purché coperto con una pellicola alimentare.

Ingredienti timballo di zucchine al forno

  • 600 gr. di zucchine
  • 350 gr di passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • qualche foglia di basilico fresco
  • 250 gr. di bulgur
  • 250 ml. di acqua naturale o brodo vegetale
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale.

Il bulgur viene cotto in maniera differente rispetto agli altri cereali, infatti va cotto in acqua bollente a fuoco spento. In questo frangente assorbe molta acqua e diventa decisamente morbido. Dopo la cottura il bulgur viene unito alla salsa di pomodoro e utilizzato per creare gli strati del tortino di zucchine, quasi come fosse una lasagna. Il bulgur non è solo un alimento buono e versatile, ma offre molto sul piano nutrizionale. E’ ovviamente ricco di carboidrati, ma anche di fibre e sali minerali. Abbonda in particolare di calcio, ferro, magnesio, sodio e potassio. E’ quasi del tutto privo di grassi, ma non di glutine, dunque non può essere consumato dai celiaci e dagli intolleranti al glutine. L’apporto calorico, infine, è paragonabile agli altri cereali.

Le insospettabili proprietà delle zucchine

Le zucchine giocano un ruolo fondamentale per questo timballo di zucchine al forno. Infatti fungono da base, da strato intermedio e persino da chiusura finale. Nello specifico, vanno tagliate a fette sottili per lungo, poi grigliate senza aggiungere grassi e posizionate sul fondo e sulle pareti di una pirofila. Si compongono in questo modo degli strati, alcuni dei quali proprio con le zucchine, e infine si chiude con le zucchine poste sulle pareti della pirofila. Le zucchine contribuiscono alla buona riuscita della ricetta in primo luogo con il loro sapore tenue, che impreziosisce senza interferire troppo con gli altri ingredienti. Inoltre, una volta grigliate, creano una gradevole texture, a metà tra il morbido e il croccante.

Le zucchine vanno apprezzate anche per il valore nutrizionale, che è superiore rispetto a tanti altri ortaggi. L’apporto calorico è minimo, pari a 10 kcal per 100 grammi. L’apporto di fibre, invece, è eccellente, a tal punto che possono essere considerate un toccasana per la digestione. Stesso discorso per il loro quantitativo di acqua, che le rendono diuretiche. Inoltre troviamo una certa abbondanza di vitamine e sali minerali, tra cui la vitamina C e il potassio. La prima fa bene al sistema immunitario, mentre il potassio sostiene l’organismo in molte attività.

timballo di zucchine e bulgur

Un condimento semplice e di grande efficacia

Il condimento del timballo di zucchine al forno è molto semplice ed efficace. Si tratta infatti di realizzare una normalissima salsa al pomodoro su un leggero soffritto di cipolle. Da questo punto di vista il timballo di zucchine e bulgur esprime tutto il suo carattere mediterraneo. Ovviamente non può mancare il basilico, che va aggiunto in una fase abbastanza precoce della preparazione. Il basilico è una delle piante aromatiche simbolo della cucina nostrana. E’ molto versatile e apprezzata in quanto si coltiva con facilità anche in ambiente domestico. Il profilo nutrizionale del basilico è eccellente, infatti è ricco di sostanze antiossidanti, che giovano all’organismo e aiutano a prevenire il cancro.

Il basilico, poi, è tra le poche piante ad apportare gli acidi grassi omega tre, dei grassi benefici che impattano positivamente sulla salute del cuore e della circolazione, presenti in particolare nei pesci e in alcuni esemplari di frutta a guscio. La ricetta si conclude con il Parmigiano Reggiano, un vero vanto del made in Italy. Il formaggio va grattugiato e posto sull’ultimo strato, un po’ come si farebbe con una lasagna, in questo modo contribuisce a rendere più sapido il gusto e a creare una crosticina croccante. E’ un formaggio grasso, ma anche molto nutriente, infatti apporta grandi dosi di proteine, calcio e vitamina D.

Ricette con zucchine ne abbiamo? Certo che si!

4.8/5 (13 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

zuppa di salsicce di maiale

Le salsicce di maiale all’irlandese: vi presento il...

Una cottura particolare per la zuppa di salsicce di maiale Il coddle, ossia la zuppa di salsicce di maiale, è molto semplice da preparare. Certo, la ricetta è molto diversa dai nostri primi e...

Uova ripiene con funghi

Uova ripiene con funghi, un antipasto con sorpresa

Come fare le uova sode Le uova sode costituiscono una preparazione base, tuttavia è necessario prendere alcuni accorgimenti se lo scopo è quello di realizzare delle uova sode ripiene abbastanza...

Straccetti di alce con burro e timo

Straccetti di alce con burro e timo, un...

Burro e timo, un mix ottimo per gli straccetti di alce Tra gli ingredienti degli straccetti di alce troviamo anche il burro e il timo, d’altronde la ricetta è alquanto aromatica e propone una...