Tornare in forma dopo l’estate, alcuni consigli utili

insalata con melissa

Perché si tende ad ingrassare in estate?

Tornare in forma dopo le vacanze estive è un obiettivo di molti, proprio perché sono in tanti a “ingrassare” durate i momenti di relax. Ma perché accade tutto ciò? Chiunque abbia vissuto l’esperienza di guardare la bilancia con apprensione al ritorno da una vacanza, ne conosce in realtà il motivo. Durante i periodi di riposo e di svago, ci si lascia andare in tutti i sensi, anche e soprattutto dal punto di vista gastronomico. Molti, quando iniziano le vacanze, vengono da un periodo di dieta, vissuto proprio per “la prova costume”. Proprio per questo motivo, l’effetto rebound si rileva in genere molto di frequente.

Ciò accade nonostante il fisiologico calo dell’appetito estivo. Il caldo e l’umidità, ma anche la quasi totale assenza di stress (si spera) dovrebbero spingere le persone a mangiare di meno. Comunque, nella stragrande maggioranza dei casi, il problema non è grave e si limita a pochi chili in più.

Niente che non si possa recuperare quindi. E’ tuttavia necessario sapere come fare. Lungi da me da dare indicazioni da dietologo, per quello ci sono gli specialisti. Io ci tengo a darvi dei consigli generali, che possono favorire coloro che vogliono tornare in forma dopo l’estate.

Alcuni pratici consigli per tornare in forma

Tornare in formaFissate obiettivi realistici. Quando lo scopo è perdere peso si compie spesso un errore, ossia pretendere tutto e subito.

Proprio per questo ci diamo da fare con le diete fai da te, seguendo in  modo errato quelle che reputiamo migliori ed alquanto ipo-caloriche. Il tutto si traduce in digiuni e “salto dei pasti”.

Alla base di questi errati comportamenti, c’è la tendenza a porsi obiettivi che non sono facilmente superabili, come perdere quattro o cinque chili in due settimane.

In realtà in questo modo ne va di mezzo il proprio benessere psicofisico, la propria salute e anche della possibilità di raggiungere dei buoni risultati. Il consiglio, quindi, è di stare con i piedi per terra (un chilo a settimana è spesso il massimo a cui si può ambire).

Il consiglio generale, è di fare riferimento a degli specialisti, che sappiano indirizzarvi verso il programma di allenamento più adatto alla vostra condizione e ai vostri obiettivi. I sono contraria ai metodi che aiutano a dimagrire velocemente. Si perdono velocemente ma alla stessa velocità si riprendono.

Il perfetto binomio sport e alimentazione

fate sportFate sport in modo equilibrato per tornare in forma. Anche la questione dell’esercizio fisico va valutata con attenzione. Spesso, infatti, può essere controproducente o addirittura dannoso, se lo sport viene organizzato in maniera del tutto autonoma e in totale assenza di competenze in merito. L’attività fisica che può giovare a una persona, infatti, potrebbe risultare pericolosa per un’altra. Dipende tutto dall’età, dallo stato di salute, dalla condizione atletica e dalle abitudini del singolo individuo.  Forse val la pena di iscriversi in palestra e farsi seguire per recuperare sia la forma fisica che la massa muscolare. Io ci ho provato e sono sotto controllo del personal trainer.  Mi fanno fare il tapis roulant ma anche attività aerobica. Mi controllano il peso corporeo ogni 15 giorni.

Curate l’alimentazione. Posta la necessità di fare riferimento agli esperti sempre e comunque, è utile enunciare alcuni principi che dovrebbero caratterizzare il piano alimentare con cui tornare in forma dopo le vacanze.

Consumate alimenti che stimolano il metabolismo, una funzione che viene esercitata di norma dai cibi proteici (ma non in via esclusiva). E’ utile, in ogni caso, diminuire almeno un po’ i carboidrati e i grassi, senza comunque eliminarli del tutto. Date poi via libera alla frutta e verdura fresca, a quella secca (stando attenti all’apporto calorico) e alla verdura.estratto di foglie di olivo

Già dal risveglio è importante mettere in moto il metabolismo. Prendete mezzo 70 ml di infuso di foglie di olivo appena svegli e a digiuno. Questa dose darà una mano all’organismo favorendo anche le funzioni intestinali. In alternativa bevete un bicchiere di acqua tiepida con il succo di mezzo limone.

Dopo concedetevi una sana e ricca colazione a base di

  • succo di frutta o spremuta
  • 40/50 g di cereali integrali
  • 1 vasetto di Skyr alla ciliegia o vaniglia
  • 2 fette biscottate con miele o marmellata.

I consigli per tornare in forma

Ed eccoci al “piatto forte” di questa mia disamina sui consigli per tornare in forma dopo le vacanze. In particolare risponderò alla domanda: cosa mangiare?. Non intendo fornire delle diete, ci mancherebbe altro, ma solo suggerire qualche ricetta da integrare al piano nutrizionale scelto in prima persona o meglio dal nutrizionista. Le ricette più preziose sono quelle che puntano a stimolare il metabolismo, specie al mattino. Dunque, dateci dentro con le colazioni nutrienti e ricche di proteine. Ce ne sono tante, anche afferenti alla tradizione italiana o del tutto diverse in quanto basate su tradizioni differenti.

uova strapazzateSpesso e volentieri, si tratta di ricette che vedono come protagoniste le uova. Una buona colazione, infatti, può prevedere il consumo di una bella bruschetta a base di uova strapazzate. Certo siamo nel campo del salato, che esula dalle abitudini della colazione all’italiana, ma è comunque una soluzione da provare.

Un’idea per una colazione nutriente può essere una bella spremuta di arancia, qualche fetta biscottata (con miele o marmellata) e un vasetto di yogurt mescolato con dei cereali integrali.

Al posto dello yogurt potreste optare per lo Skyr di Exquisa alla ciliegia o alla vaniglia. Lo Skyr di Exquisa è un formaggio che assomiglia – per gusto e proprietà nutrizionali – allo yogurt greco. A differenza dello yogurt industriale, però, la presenza di eventuali aromi fruttati o speziati non provoca un aumento drastico dell’apporto calorico.

Lo Skyr di Exquisa è utile anche per superare uno dei momenti più difficili di chi sta cercando di tornare in forma dopo l’estate. Ovvero i momenti di fame tra un pasto e l’altro, infatti lo Skyr può essere utilizzato come spuntino o come snack. D’altronde è meno calorico di uno yogurt normale, quindi risulta davvero utile in questi frangenti. L’unico difetto dello Skyr è la presenza del lattosio.

Se cercate latticini senza lattosio, comunque, fate riferimento ad Exquisa, che in merito predispone un’offerta ampia e molto varia. Per quanto concerne i celiaci e per chi soffre di intolleranza alimentare dovute al glutine la scelta è ampia, infatti molti cereali, come l’avena, sono senza glutine.

L’insalata con misticanza, un’idea per il pranzo e per la cena

Per quanto riguarda il pranzo e la cena, il consiglio è di limitare il consumo di carboidrati e abbondare con la verdura e la frutta. Via libera con la carne bianca e il pesce, che sono fonti di proteine leggere e digeribili. Ad ogni modo, io preparo spesso l’insalata con misticanza, foglie di melissa e fiocchi di latte. E’ molto leggera ma comunque “corposa”, vista la presenza dei fiocchi di latte, magari in versione senza lattosio di Exquisa (che sono ipocalorici e squisiti).

E’ una ricetta da valutare anche perché vede come protagonista un alimento sui generis, ma prezioso, ossia le foglie di melissa. Sono preziose dal punto di vista del gusto in quanto capaci di offrire sentori delicati e aromatici. Inoltre hanno ottime proprietà nutrizionali, che sfociano nel terapeutico. Alle foglie di melissa è attribuito un ruolo nel contrasto all’ansia, al mal di testa, alla cattiva digestione e ai disturbi del sonno. Senza contare la presenza di oli essenziali e di flavonoidi, che aiutano a prevenire il cancro (in quanto antiossidanti).

Gli altri ingredienti offrono comunque molto. La misticanza altro non è che un mix di erbe e verdure, di natura selvatica, apprezzate per il sapore composito e le capacità nutrizionale. La misticanza perfetta è realizzata con la cicoria selvatica, la pimpinella, il finocchio selvatico, il tarassaco e la rughetta. Non è rara la presenza della rucola, che però è difficile da trovare allo stato selvatico. Un punto fermo è l’abbondanza di vitamine e sali minerali, il tutto valorizzato da un apporto calorico minimo e quasi trascurabile.

Le bevande per mantenersi in forma

Tisana con camomilla e lavandaPer il dopo cena il consiglio è di preparare delle belle tisana detossinanti. Quelle con i fiori rappresentano un ottimo equilibrio tra gusto ed impatto sull’organismo. Tra le mie preferite spicca la tisana alla camomilla e alla lavanda. E’ rilassante e in grado di conciliare il sonno A proposito di sonno, dormire bene e abbastanza è fondamentale per “far lavorare l’organismo” e quindi favorire il dimagrimento. Non dormite mai meno di 6-7 ore a notte.

La camomilla e la lavanda non si limitano a favorire il sonno, ma si abbinano alla perfezione dal punto di vista del gusto. Sono ricche di sostanze che sono in grado di ridurre il colesterolo cattivo. Niente affatto trascurabile, poi, è la presenza di antiossidanti in grado di cacqua aromatizzata con malva e melissaontenere lo stress ossidativo, contrastare i radicali liberi e ridurre il rischio di contrarre il tumore.

Un’altra bevanda interessante e salutare, da bere a qualsiasi ora della giornata, è l’acqua aromatizzata alla malva e melissa. E’ piacevole, sia come gusto (molto delicato) sia come aspetto. Si caratterizza, infatti, per  una tonalità azzurrina parecchio suggestiva. Si fregia, inoltre, della presenza del miele, che le conferisce un ulteriore valore nutrizionale, oltre a renderla più gustosa e compatta. Senza dimenticare la menta, che valorizza con il suo aroma fresco. Insomma una bevanda davvero salutare e da provare.

Rimettersi in forma non è facilissimo ma con costanza e pazienza ce la farete a ritrovate la vostra forma fisica! Io sono mesi che seguo una dieta equilibrata. Sopra i 50 anni è più difficle ritrovare la forma. Ho cambiato il mio stile di vita e sono strafelice dei risultati ottenuti. Mi manca ancora un pò di strada per raggiungere il mio peso forma. Ma vado avanti serena e sicura di farcela.

4.5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Picanha con salsa di pere e zucca

Picanha con salsa di pere e zucca, un...

Picanha con salsa di pere e zucca, un perfetto secondo di carne Oggi vi presento la picanha con salsa di pere e purea di zucca, un secondo di carne irlandese semplicemente perfetto: facile da...

Migliori piatti stranieri

I migliori piatti stranieri più apprezzati al mondo

Perché un focus sui piatti stranieri? I migliori piatti stranieri fanno parte delle abitudini alimentari degli italiani. E’ una verità scontata, ma che dimostra come la cucina italiana non sia...

I migliori piatti italiani

I migliori piatti italiani, apprezzati in tutto il...

Alla riscoperta della cucina italiana Quali sono i migliori piatti italiani più famosi e apprezzati in patria e all’estero? Sembra una domanda superflua, se posta da un italiano. Eppure può...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una sana colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto...

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

05-09-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti