Estate: guida pratica per una vacanza senza allergie

vacanza senza allergie
Commenti: 0 - Stampa

Vacanza senza allergie: in spiaggia senza pensieri

Estate: guida pratica per una vacanza senza allergie. Il bello dello stare al mare, in vacanza, è proprio poter svuotare la mente e non avere altri pensieri se non il rumore delle onde. Una pausa di benessere ogni tanto ci vuole, tanto più con le estati calde, torride ed afose, cui ormai siamo costretti ad abituarci.

Purtroppo però ogni stagione ha i suoi malanni tipici ed anche l’amata estate non fa eccezione. Allergologi e dermatologi registrano, proprio nel corso dei mesi estivi, un significativo aumento dei casi di dermatiti ed un peggioramento delle reazioni allergiche da contatto. Metalli, profumi e tessuti, oltre che reazioni scatenate dalla fotosensibilità, si acuiscono ancora di più con l’aumento delle temperature e l’umidità.

Le allergie non vanno in vacanza

Chi soffre d’intolleranze ed allergie, purtroppo, lo sa bene. Questo tipo di disturbi non passano magicamente in estate, quando magari potremmo rilassarci un po’. L’attenzione deve rimanere sempre alta, anche sulla spiaggia! Pensiamo al caso della celiachia, anche lontani da casa, è indispensabile scegliere solo posti sicuri, certificati e completamente privi di contaminazioni. Un caso interessante possono essere le dermatiti dovute al contatto con tessuti o profumi allergizzanti. Non solo i materiali sintetici ma anche a volte, olii essenziali naturali e persino creme farmacologiche, possono scatenare reazioni avverse.

A volte gli stessi farmaci, abbinati all’esposizione solare, possono creare reazioni inaspettate. Ad esempio ketoprofene e prometazina per uso locale, possono reagire con l’esposizione ai raggi solari e creare dermatiti. È possibile anche la “consort dermatitis” ossia la dermatite che si manifesta sulle mani di chi ha spalmato la crema a qualcun altro. Si può passare da manifestazioni e lievi arrossamenti, fino a vescicole, chiazze e bolle pruriginose. Dopo la sospensione dell’esposizione all’allergene, le reazioni possono sparire in pochi giorni o in alcune settimane, a seconda del caso. La diagnosi precisa può avvenire tramite il foto patch test che riproduce le condizioni di un’esposizione con una lampada UV ed eventuali dosi di allergeni.

vacanza senza allergie

Un caso particolare di allergie: le dermatiti solari

L’esposizione ai raggi solari può essere la causa di vere e proprie orticarie, definite appunto “orticarie-solari” o “allergie al sole”. Questi tipi di dermatiti sono causate da una reazione avversa del sistema immunitario in reazione alla luce solare (dermatite polimorfa). Secondo gli esperti, proprio in estate, si scatenano moltissime allergie e dermatiti al nichel.

Dal nostro canto, cerchiamo sempre di offrirvi dritte interessanti per evitare il nichel tramite l’alimentazione, ma è fondamentale evitarne il contatto anche in latri modi, selezionando con cura ciò che indossiamo, adoperiamo o spalmiamo sulla nostra pelle. Le reazioni avverse al nichel si manifestano con arrossamenti, vesciche e desquamazioni. Essendo scatenata dai metalli presenti in oggetti di uso comune, spesso queste reazioni sono localizzate attorno ad orecchini, anelli, orologi, occhiali, fermagli per capelli o collane.

vacanza senza allergie

Consigli pratici per una vacanza senza allergie

Se avete notato sensibilità al nichel, evitate d’indossare oggetti metallici d’estate (a meno che non certificati come nichel tested). Non vaporizzate profumi direttamente sulla pelle, soprattutto se state per esporvi al sole.

Acquistate solo creme in cui sia specificato il basso rischio di fotosensibilizzazione. Se avete applicato prodotti al ketoprofene, evitate l’esposizione diretta della luce solare durante il trattamento e per le due settimane successive.

Scegliendo il costume da bagno per l’estate non dovete preoccuparvi solo del colore o del modello. Tessuti sintetici, parti metalliche e coloranti chimici possono rendere un costume concretamente dannoso per la salute. Arrossamenti, pruriti ed eczemi, sono le reazioni più comuni che si hanno al contatto con i tessuti sintetici. Nylon, lycra, filanca e perlon sono i tessuti sintetici potenzialmente rischiosi perché impediscono la traspirazione della pelle, il che può causare sfoghi sulle pelli più sensibili.

Per queste ragioni sarebbe auspicabile l’acquisto di intimo e costumi in cotone, soprattutto per i costumi da bagno. Può essere molto difficile trovare brand specializzati in tessuti naturali per il mare, ma non impossibile! Attivatevi dunque alla ricerca dei prodotti giusti e tutelate la vostra salute, a partire da ciò che indossate, affinché nulla possa rovinare le vostre vacanze!

Acqua aromatizzata con cocco, cedro e menta per idratarsi

L’acqua aromatizzata con cocco, cedro e menta riesce a creare un drink sano e fondamentale per la tua salute grazie al corretto apporto dei sali minerali. Specie durante il periodo caldo, diventa indispensabile apportare la giusta quantità di acqua all’organismo poiché, a causa dell’eccessiva sudorazione, si disperdono con maggiore facilità i sali minerali. L’acqua rappresenta un elemento indispensabile che però non tutti bevono in quantità giuste, ecco allora che aromatizzandola si rende più appetibile e diventa più gustosa.

Questo elisir di benessere è capace di dissetare ed equilibrare con il giusto apporto energetico. In questo caso, si tratta di un’acqua aromatizzata classica, dove la combinazione di questi elementi creano un gusto decisamente gradevole. La presenza del cocco, che è un frutto esotico tipicamente estivo, contribuisce a dare un sapore gradevole alla bevanda che si unisce all’importante apporto di vitamina C del cedro. Le foglie di menta intensificano il profumo e la freschezza dell’acqua che diventa così maggiormente dissetante.

Inoltre, il cocco, grazie all’elevata presenza di magnesio, fosforo, zinco e potassio contribuisce a far percepire un’energia rinnovata senza avere nessuna paura per la linea. Il cedro, invece, è un agrume noto per le sue capacità antiossidanti ed oltre ad un elevata percentuale di vitamina C, è un perfetto detossinante che favorisce la depurazione attraverso la diuresi. Infine, la menta, essendo una pianta aromatica, intensifica il profumo dell’acqua e disintossica l’organismo.

Il cocco, il miglior frutto esotico per detossinare l’organismo

Purificare l’organismo, magari con acqua aromatizzata con cocco e menta, permette di eliminare cattive abitudini e sostanze tossiche dannose alla tua salute. Ci sono circostanze durante le quali si abusa di cibo o alcool, inoltre l’associazione con ritmi di vita frenetici e stressanti sovraccarica il corpo. Tutto ciò, talvolta, sfocia anche in seri problemi di salute che potrebbero essere arginati prestando una maggiore attenzione al benessere del corpo. Una corretta disintossicazione, specie nel periodo del cambio stagione, diventa fondamentale per sentirsi rinnovati. In questo modo si riesce a combattere meglio la stanchezza e la spossatezza approcciandosi ai ritmi quotidiani con maggiore energia. Il cocco è uno di quegli ingredienti che non può mancare per dare vita a questo processo detossinante.

acqua aromatizzata con cocco

Oltre ad apportare importanti quantità di vitamine e sali minerali, grazie all’elevata presenza di acqua, riesce ad essere utile per purificare l’organismo. Inoltre, proprio per la sua particolare composizione, riesce a risolvere problemi legati al gonfiore addominale. Contribuisce anche a favorire la diuresi e permette di contrastare efficacemente anche la cellulite, insomma è un ottimo alleato per poter mantenere in perfetta salute la pelle e il nostro corpo. Il suo gusto, piuttosto dolce, riesce a rendere l’acqua aromatizzata con cocco e menta una bevanda naturalmente gradevole e questo ovviamente evita l’aggiunta di qualsiasi tipo di dolcificante. Dunque, bere quest’acqua aromatizzata è salute ed è il primo passo per sentirsi belli reintegrando i liquidi necessari per il proprio corpo.

Un pieno di vitamina C con quest’acqua aromatizzata al cocco

Le vitamine sono indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo, in particolar modo alla vitamina C viene riconosciuta l’importante e principale funzione di stimolatore del sistema immunitario. Questo fa sì che, gli ingredienti che la contengono, sono perfetti ed utilizzabili in ogni periodo dell’anno. Nell’acqua aromatizzata con il cocco, la ritroviamo anche negli altri due ingredienti presenti in questa preparazione, ossia menta e cedro. La menta è una pianta aromatica piuttosto conosciuta, con delle foglie dal colore verde brillante e un piacevole profumo balsamico. Oltre ad aromatizzare in modo intenso quest’acqua, sprigiona le sue note proprietà diuretiche che permettono di completare il processo detossinante per cui questa bevanda è stata pensata.

Le foglie, essendo utilizzate fresche, preservano al meglio tutto il loro aroma. Oltre alla presenza della menta, troviamo anche il cedro che è un agrume ricco di proprietà importanti. Un potente antiinfiammatorio e antiossidante, perfetto anche nelle diete ipocaloriche e con un bassissimo indice glicemico. Oltretutto, regola l’eccesso di sebo sul cuoio capelluto e sul viso. In questo mix, il cedro, rafforza le eccellenti proprietà già contenute dal resto degli ingredienti, rendendo la scelta dell’acqua aromatizzata con cocco una bevanda dalle numerose virtù. Seppur particolarmente indicata nel periodo estivo, è perfetta in ogni stagione per veder migliorare la propria pelle ed avvertire un benessere rinnovato in tutto l’organismo.

Ecco la ricetta dell’acqua aromatizzata con cocco, cedro e menta: 

Ingredienti per 1 caraffa:

  • 1 lt. di acqua non frizzante;
  • una fetta di cocco;
  • un cedro biologico;
  • 3 rametti di menta biologica fresca.

Preparazione:

Prima di iniziare la preparazione dell’acqua aromatizzata con cocco e menta dovete lavare il cedro, poi versate l’acqua in un infusore o in una caraffa di vetro. Metà del cedro dovete spremerlo all’interno dell’acqua mentre il resto, tagliando due fette, va lasciato così nella caraffa insieme alla buccia. La buccia dovete prelevarla accuratamente con un pelapatate, abbiate l’accortezza di prendere solo la parte esterna poiché, la parte bianca, essendo amarognola, renderebbe poco gradevole il sapore della bevanda. Dopo aver lavato i rametti di menta, aggiungeteli nella caraffa assieme alla fetta di cocco lavata e tagliata a pezzetti. Lasciate in infusione la bevanda per una notte in frigorifero. È ottima gustata fredda e al naturale ma, se desiderata dolcificarla, potete aggiungere del miele.

Per la preparazione dell’acqua aromatizzata con cocco è preferibile utilizzare una caraffa in vetro oppure, per una maggiore praticità, un infusore. È una bevanda gluten e lattosio free, perfetta per essere consumata davvero da chiunque.

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

intolleranza al sorbitolo

Intolleranza al sorbitolo, un problema trascurato

Cos’è l’intolleranza al sorbitolo? Oggi parliamo di intolleranza al sorbitolo (o glucitolo), un disturbo che coinvolge molte persone e che, spesso, è in grado di compromettere il tenore di...

Intolleranza al riso

Intolleranza al riso, un disturbo raro ma invalidante

Le cause dell’intolleranza al riso L’intolleranza al riso esiste, sebbene non sia tra le più diffuse. D’altronde, quando si parla di intolleranza alimentare, il pensiero corre a ben altre...

Intolleranza alle solanacee

Intolleranza alle solanacee, come combatterla al meglio

Cosa sono le solanacee? Per comprendere i rischi e i meccanismi che stanno dietro all’intolleranza alle solanacee è necessario capire cosa si intenda per solanacee. Il termine è, infatti,...

Intolleranza al frumento

Intolleranza al frumento, cosa c’è da sapere

Intolleranza al frumento e allergia L’intolleranza al frumento non è certamente tra le intolleranze più conosciute, infatti non figura tra quelle salite alla ribalta di recente. Eppure, al pari...

Sensibilita all alcol

Sensibilità all’alcol: una condizione da non sottovalutare

Cos’è la sensibilità all’alcol La sensibilità all’alcol è una condizione più diffusa di quanto si possa pensare. Anche perché molti la fraintendono, derubricando i disturbi a una...

Biancheria intima

Biancheria intima : allergici ed intolleranti attenzione

Gli errori da evitare per il benessere delle parti intime con la biancheria intima La biancheria intima spesso è un acquisto così banale che spesso la scelta si basa sulla bellezza del capo più...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


10-07-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti