Cheesecake con arance e fiori di sambuco, dolce unico

Cheesecake con arance e fiori di sambuco
Stampa

Cheesecake con arance e fiori di sambuco, una base classica

La Cheesecake con arance e fiori di sambuco è una variante sfiziosa della classica cheesecake. In realtà le differenze non sono poi molte, ma ben progettate. La base, per esempio, è piuttosto classica e composta da burro e biscotti tritati. Per quanto concerne questi ultimi, consiglio i digestive, che sono i migliori in quanto a texture e sapore, inoltre sono adatti proprio per preparare una cheesecake.

Per quanto concerne il burro, il consiglio è di optare per il burro chiarificato, infatti ha un sapore più tenue, che incide in maniera equilibrata sul risultato finale. Certo, se preferite una base più “burrosa”, in cui emerga chiaramente il sapore di questo alimento, optate invece per il burro classico. Rispettate le dosi, anche perchè vi è il concreto rischio che la base risulti poco stabile, con tutto ciò che ne consegue per la buona riuscita del dolce.

Una buona notizia per chi soffre di intolleranze alimentari:  questo burro è privo di lattosio, oltre che di caseina. La maggior parte delle persone che hanno problemi di intolleranza con il lattosio o con la la caseina non hanno nessun problema con il burro chiarificato.

Il burro chiarificato si fa apprezzare per la versatilità, per il gusto estremamente delicato e per le eccellenti proprietà nutrizionali. Nonostante la totale assenza di proteine, infatti, apporta alcune sostanze essenziali per la salute dell’organismo. Il riferimento è in particolar modo alle vitamine. Si segnalano quantità significative di vitamina A (che protegge gli organi visivi), di vitamina D (che impatta positivamente sul sistema immunitario) e di vitamina E, che agisce in funzione antiossidante. In virtù di ciò, contribuisce a ridurre lo stress ossidativo, combatte i radicali liberi e supporta i meccanismi di riproduzione cellulare.

Quale farcia usare per questa cheesecake?

Alcuni dei cambiamenti di questa Cheesecake con arance e fiori di sambuco riguardano la farcia. In primo luogo essa è arricchita dal miele. Si tratta di un’aggiunta gradevole, che permette di rinunciare allo zucchero e che offre un sentore in più. Nello specifico, il miele va aggiunto prima di montare la panna.

La farcia è valorizzata anche dalla presenza dello Skyr di Exquisa. Si tratta di un prodotto particolare, un latticino della tradizione islandese. Tecnicamente è un formaggio in quanto contiene il caglio, tuttavia sotto il profilo organolettico è assimilabile allo yogurt greco. Il sapore è comunque più neutro, a tal punto che può essere impiegato sia per le preparazioni dolci che per quelle salate. Le proprietà nutrizionali sono eccellenti e suggeriscono una straordinaria abbondanza di proteine e calcio. L’apporto calorico, infine, è molto basso, paragonabile a quello di uno yogurt bianco, piuttosto che di un formaggio.

Cheesecake con arance e fiori di sambuco

Una copertura diversa dal solito

Un altro pregio di questa Cheesecake con arance e fiori di sambuco riguarda la copertura, che risulta colorata, morbida e profumata. E’ realizzata con la marmellata di arance ristretta e arricchita con il succo di limone. Per inciso, la marmellata di arance è una delle migliori in assoluto, sia per il sapore (leggermente amaro e gradevolmente acre) sia per le proprietà nutrizionali. Proprio come il frutto fresco, inoltre, abbonda di vitamina C.

La copertura è completata dai fiori di sambuco, che vengono posti a mo’ di guarnizione. I fiori di sambuco sono decisamente aromatici e belli da vedere grazie a un bianco perlaceo, inoltre possiedono buone proprietà nutrizionali. Tra l’altro, la loro speciale conformazione e la loro texture irregolare garantisce un certo spessore alla copertura, arricchendola anche sul piano estetico. I fiori di sambuco possono essere considerati quasi alla stregua di una pianta officinale. Infatti, sono profondamente diuretici, emollienti e antinfiammatori. Contribuiscono, inoltre, ad alleviare i sintomi del raffreddore, delle faringiti e delle riniti. Essendo moderatamente lassativi, risolvono anche i casi lievi di stitichezza.

Il sambuco è apprezzato non solo per i suoi tanti usi e per l’aroma che riesce a esprimere in tutte le sue componenti, ma anche per le proprietà nutrizionali e benefiche. Le foglie sono considerate emollienti e depurative in virtù dell’abbondante presenza di fibre e acqua. Inoltre contengono anche una buona dose di antiossidanti. I frutti, anche da cotti, esercitano una funzione lassativa, benché leggera, infatti sono straordinariamente ricchi di fibre e discretamente antinfiammatori. La corteccia, invece, ha proprietà diuretiche e antibatteriche. In passato, infatti, veniva utilizzata per curare la cistite e altre infiammazioni di lieve entità. I fiori, infine, racchiudono un po’ tutte queste caratteristiche, infatti non è un caso che siano la componente più impiegata. I fiori, inoltre, incidono anche sul profumo, sulla commestibilità e sul sapore.

Ecco la ricetta della Cheesecake con arance e fiori di sambuco:

Ingredienti:

Per la base:

  • 200 gr. di biscotti secchi consentiti,
  • 100 gr. di burro chiarificato.

Per la crema:

  • 150 gr. di Skyr di Exquisa,
  • 250 gr. di panna fresca,
  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 40 ml. di miele,
  • q. b. di succo di mezzo limone.

Per la copertura:

Preparazione:

Per la preparazione della cheesecake con marmellata di arance e fiori di sambuco iniziate dalla base. Tritate i biscotti e fate sciogliere il burro. Mescolate il trito di biscotti e il burro, in modo da ottenere una sorta di impasto granuloso ma morbido. Ora ungete uno stampo con altro burro e versateci dentro il composto appena realizzato. Livellate la base con una spatola, poi ponete tutto in frigo per 30 minuti. Intanto occupatevi della colla di pesce. Immergete i fogli in un pentolino con un po’ di acqua e di limone. Attendete qualche minuto, poi accendete a fiamma bassa e scaldate fino a quando la colla di pesce non si è sciolta.

Ora versate la panna e il miele in una ciotola, mescolate con cura e aspettate una decina di minuti (il composto si deve stabilizzare), poi montatelo con le fruste elettriche. A questo punto integrate lo Skyr con la colla di pesce che avete ammollato. Mescolate ancora, usando una frusta a mano con la massima delicatezza. Infine versate la crema sulla base e conservate il tutto in frigo per circa quattro ore. Trascorso questo lasso di tempo, versate la marmellata in un pentolino, unite l’acqua, il succo di limone e scaldate. Fate raffreddare poi distribuite il composto sulla torta a mo’ di copertura. Conservate in frigorifero per un’ora, dopodiché sformate la cheesecake e guarnitela con i fiori di sambuco freschi.

5/5 (468 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


08-07-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Gelato di pesche e zafferano

Gelato di pesche e zafferano, un dessert speziato

Cosa ha di speciale il gelato di pesche e zafferano? Il gelato di pesche e zafferano con riso al salto vanigliato è un dessert molto particolare, che si distingue per una certa versatilità....

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti gluten-free

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Gelato di caju

Gelato di caju, una merenda dal gusto tropicale

Gelato di caju, un’esperienza insolita e gustosa Il gelato di caju è un gelato molto particolare. In primis, perché viene principalmente fatto in casa. D’altronde, nessuna gelateria ha ancora...

Cheesecake con lavanda e mirtilli

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un dolce profumato

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un’idea spettacolare La cheesecake con lavanda e mirtilli è una variante molto particolare del celebre dolce anglosassone. La differenza principale risiede...

Crostata festa della Bastiglia

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per il...

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per una rinomata ricorrenza francese La crostata festa della Bastiglia è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia un dolce per celebrare questa...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti