logo_print

Pumpkin Pie, la vera torta di zucca all’americana

Pumpkin pie
Stampa

Pumpkin Pie, la torta del Giorno del Ringraziamento

Siete alla ricerca di una ricetta “dolce” e semplice da realizzare, capace di rendere tanto? Ebbene, la Pumpkin Pie fa per voi. E’ esattamente quello che sembra dal nome, ossia una torta alla zucca. Non una torta qualunque, sia chiaro, bensì quella più consumata dagli americani durante il Thanksgiving Day. Nell’immaginario collettivo, spesso propagandato da film e serie tv, questa festività è legata al consumo di tacchino. Tuttavia, anche per quanto riguarda i dolci, la cucina americana è in grado di esprimere un certo valore, se si parla di Thanksgiving Day. Se poi tale valore è incarnato da una ricetta incredibilmente semplice, allora è doveroso provare a realizzarla.

La Pumpkin Pie è sostanzialmente una pasta frolla ben farcita da un composto a base di zucca, yogurt e altri ingredienti. Anche grazie alla lievitazione, leggermente più lunga del normale, spicca per la sua morbidezza. A valorizzare il tutto vi è un ripieno cremoso, dal gusto intenso ma non troppo dolce. Infatti, pur essendo presenti svariati zuccheri e dolcificanti (miele compreso) risulta davvero equilibrato. Le spezie, comunque, non mancano, a tal proposito gioca un ruolo di primo piano lo zenzero, anche perché presenta un sapore davvero forte.

La zucca, uno dei protagonisti indiscussi a tavola

Ovviamente, la protagonista di questa Pumpkin Pie è la zucca, come tra l’altro suggerisce il nome. Nello specifico, la zucca va lavata, sbucciata e tagliata a cubetti. Questi successivamente vanno frullati insieme agli altri ingredienti del ripieno. Esso, a sua volta, va spalmato uniformemente sulla frolla, poco prima di procedere con la cottura. Niente di trascendentale, ma piuttosto un dolce abbastanza semplice.

Pumpkin pie

Perché usare la zucca per un dolce alla frolla? In primis perché è semplicemente buona. Secondariamente perché è nutriente e fa bene alla salute. E’, infatti, ricca di vitamina C ed E. La vitamina A non è presente, ma la sua produzione è comunque stimolata dal betacarotene, che funge da precursore. La zucca, poi, contiene molto potassio e fibre. Di questo ortaggio, infine, si apprezzano le proprietà moderatamente diuretiche e calmanti. Alla base di tutto, vi è un apporto calorico trascurabile, pari a 18 kcal per 100 grammi.

Le particolari farine utilizzate in questa torta

La vera particolarità di questa torta Pumpkin Pie, anzi della versione che vi presento oggi, è la sostituzione della farina bianca con altre decisamente sui generis. Sono tutte prive di glutine, dunque possono essere consumate dai celiaci e dagli intolleranti a questa sostanza. Sto parlando della farina di miglio, di quella i riso e di quella di semi di lino.

La farina di miglio ha il pregio di assomigliare a quella di frumento, dunque di essere apprezzata un po’ da tutti in quanto con un gusto abbastanza corposo. La farina di riso, invece, si caratterizza per una quasi totale assenza di grassi e per l’abbondanza di sali minerali. Infine, la farina di semi di lino si fa apprezzare per le concentrazioni elevate di acidi grassi omega tre, che fanno bene all’apparato cardiocircolatorio, alla funzione visiva e alle funzioni cognitive. Come apporto calorico, siamo sui valori medi delle altre farine.

Ecco la ricetta della Pumpkin Pie:

Ingredienti per 4/6 persone:

Per la base:

  • 80 gr. di farina di riso,
  • 80 gr. di farina di miglio,
  • 20 gr. di farina di semi di lino,
  • 25 gr. di fecola di patate,
  • 25 gr. di amido di riso,
  • 5 gr. di gomma di guar,
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo,
  • 110 gr. di burro chiarificato,
  • 70 gr. di zucchero a velo.

Per il ripieno:

  • 500 gr. di zucca pulita,
  • 3 uova bio,
  • 2 cucchiai di farina di riso integrale bio consentita,
  • 1 yogurt magro bianco,
  • 3 cucchiai di miele,
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere,
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere,
  • una punta di noce moscata,
  • 1/2 buccia di limone grattugiato.

Preparazione:

Per la preparazione della Pumpkin Pie iniziate occupandovi della zucca: lavatela, sbucciatela e fatela a cubetti. Poi fatela cuocere a vapore per circa 25 minuti.  Nel frattempo passate alla pasta frolla, unite tutti gli ingredienti dell’impasto e lavorateli a mano fino ad amalgamarli completamente. Continuate ad impastare fino ad ottenere un composto liscio e uniforme. Poi formate un panetto, copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare per circa due ore.

Ora cospargete di burro e di farina una teglia tonda alta 4 centimetri e con un diametro di circa 24 centimetri. Inserite la zucca e gli altri ingredienti del ripieno nel mixer e frullate fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Inumidite un foglio di carta da forno, strizzatelo e stendetelo sulla teglia, poi distribuite l’impasto della base in maniera uniforme, creando dei bordi alti che possano ricoprire le pareti della teglia. Versate sull’impasto il ripieno di zucca e cuocete per 45 minuti a 180 gradi. Fate raffreddare la torta, poi tagliatela a spicchi e servitela.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti