bg header
logo_print

Cookie tart, una classica torta americana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cookie tart
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Festività Americane
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Cookie tart, una torta semplice e deliziosa

Oggi cuciniamo la cookie tart, una variante della classica torta di ispirazione americana. Si differenzia per la presenza di uno strato di impasto per sostituire la guarnizione, che di solito viene realizzata con confetture, creme e frutta fresca. Non manca comunque di farcitura, che per l’occasione realizzata con la crema di nocciole.

La cookie tart è formata da due strati: uno classico (realizzato con farine alternative) e uno arricchito con cioccolato fondente. Il cioccolato viene tritato e integrato nell’impasto, piuttosto che essere impiegato per la sola decorazione.

Nonostante queste innovazioni, la cookie tart incarna lo spirito della pasticceria americana. Una pasticceria bistrattata, almeno dalle nostre parti, ma che può regalare molte soddisfazioni in quanto è capace di valorizzare ingredienti semplici e procedimenti accessibili.

La cookie tart è ideale per festeggiare qualche ricorrenza americana. In patria la tart si usa sia per la festa dell’Indipendenza che per il Giorno del Ringraziamento, che si tengono rispettivamente il 4 luglio e il quarto giovedì di novembre.

Ricetta cookie tart

Preparazione cookie tart

  • Riscaldate il forno a 180 gradi.
  • Ungente di burro e cospargete di farina il fondo di uno stampo.
  • Sciogliete 150 grammi di burro in un pentolino a fiamma bassissima.
  • Intanto ricavate un trito dal cioccolato usando un coltello affilato.
  • In una ciotola a parte versate la farina di riso, la maizena, la fecola, il lievito, le uova, lo zucchero e il burro fuso.
  • Mescolate con cura in modo da ottenere un impasto soffice e uniforme.
  • Raccogliete il 40% dell’impasto e distribuitelo sul fondo dello stampo. Poi spalmate uno strato di crema di nocciole.
  • Incorporate il trito di cioccolato nell’impasto rimasto e stendetelo sul primo strato presente nello stampo.
  • Cuocete al forno per 30 minuti circa.
  • Sfornate il dolce, lasciatelo raffreddare e guarnitelo con una dose generosa di zucchero a velo.

Ingredienti cookie tart

  • 130 gr. di farina di riso molto fine
  • 100 gr. di maizena
  • 70 gr. di fecola di patate
  • 150 gr. di zucchero
  • 150 gr. di burro chiarificato
  • 2 uova
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • 200 gr. di cioccolato fondente
  • q. b. di crema di nocciole e zucchero a velo.

Perché abbiamo usato la farina di riso?

Uno dei pregi di questa versione delle cookie tart consiste nella compatibilità con le esigenze dei celiaci, infatti viene realizzata con la farina di riso, che deve essere molto fine. La farina deve amalgamarsi per bene con una certa quantità di ingredienti, come ad esempio con il cioccolato fondente.

La totale assenza di glutine non è l’unica peculiarità della farina di riso, che spicca per il sapore delicato, dando ampio spazio alla farcitura. La farina di riso spicca anche per le proprietà nutrizionali. Tanto per cominciare è povera di grassi, quindi l’apporto calorico risulta inferiore a quello delle farine comuni. Inoltre, è ricca di sali minerali e di amido, che è molto utile quando lo scopo è quello di preparare un impasto.

La farina di riso vanta una discreta resa ma in questo caso consiglio l’impiego di alcuni addensanti, come la fecola di patate e la maizena, degli ingredienti molto utilizzati anche nella pasticceria mediterranea.

Le proprietà del burro chiarificato

L’impasto della cookie tart è molto ricco, infatti viene realizzato con la farine di riso, gli addensanti, il lievito, lo zucchero, le uova e il burro. A tal proposito vi consiglio di utilizzare il burro chiarificato, che vanta la totale assenza di caseine. Grazie a questa peculiarità il sapore è più morbido e delicato, tale da non imporsi sugli altri ingredienti. Chi utilizza il burro standard, infatti, si lamenta di impasti che sanno troppo di burro.

Inoltre, il burro chiarificato vanta una spiccata resistenza alle alte temperature, a tal punto da poter essere impiegato come grasso di cottura. Il burro standard, invece, proprio in virtù della presenza delle caseine, tende a carbonizzarsi in fretta.

Il burro chiarificato, infine, è totalmente privo di lattosio e quindi più adatto per chi soffre di intolleranza al lattosio.

Il ruolo del cioccolato fondente nella cookie tart

Il cioccolato fondente gioca un ruolo di primo piano nella ricetta della cookie tart, infatti compone il secondo strato che viene impiegato come copertura in sostituzione della classica guarnizione. Il cioccolato va tritato con un coltellino e inserito nell’impasto. Il composto così ricavato viene poi applicato direttamente sul ripieno, ovvero sulla crema di nocciole.

Il cioccolato fondente è probabilmente l’alimento più amato del pianeta, tuttavia pochi sanno che a modo suo è persino salutare. Il cioccolato fondente contiene molti antiossidanti, sostanze che aiutano a prevenire il cancro e rallentano l’invecchiamento.

Cookie tartContiene alcuni grassi benefici e sali minerali utili per l’organismo. Fa anche bene all’umore, come sanno tutti i golosi e come dimostrato da alcune recenti ricerche scientifiche.

Ovviamente il cioccolato fondente va consumato con prudenza, anche perché è molto calorico. A prescindere dalla percentuale di cacao, supera sempre le 500 kcal per 100 grammi.

Come decorare la cookie tart?

La cookie tart è semplice da preparare e accessibile anche per i meno esperti. D’altronde, il ripieno consiste in una semplice crema di nocciole. Per l’occasione potete utilizzare la classica nutella, oppure optare per le creme artigianali. Ogni regione d’Italia propone la sua versione, sebbene le migliori siano quelle piemontesi, supportate da una ricca tradizione in fatto di coltivazione delle nocciole.

La crema di nocciole aumenta l’apporto calorico della torta, ma è un difetto con cui si viene facilmente a patti visto il ruolo che ha in termini di sapore. Non c’è che dire, la crema di nocciole è l’ideale in virtù di un impasto decisamente “cioccolatoso”.

Per quanto concerne la decorazione, è sufficiente utilizzare una dose generosa di zucchero a velo. E’ la scelta meno complicata, ma anche quella che rende di più se si intende premiare il valore della semplicità.

Ricette di torte ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Sweet potato casserole

Sweet potato casserole, una ricetta per il Thanksgiving

Le peculiarità delle patate dolci Le protagoniste della sweet potato casserole, al netto di una lista di ingredienti molto lunga, sono le patate dolci. D’altronde, stiamo parlando di un pasticcio...

Cupcake indipendenza americana

Torta o cupcakes per la festa del 4...

Torta o cupcakes per la festa del 4 luglio? Ogni occasione è buona per festeggiare.Nel caso foste appassionati di cultura americana, il 4 luglio rappresenta certamente un motivo di festa, in caso...

Giorno del Ringraziamento

Giorno del Ringraziamento, un menù tutto americano

La data del Giorno del Ringraziamento in America cade il quarto giovedì di novembre, dunque la data è “mobile” (come la Pasqua per intenderci). Fu un tal William Bradford a proporre per la...