Pane ai semi di lino , un pane straordinario

pane ai semi di lino
Commenti: 0 - Stampa

Avete mai provato questo pane?

Il pane ai semi di lino è molto particolare in quanto questi semi conferiscono il giusto aroma a questa variante di pane. Sono inoltre molto sani, poiché contengono un’alta percentuale di acidi grassi insaturi, sono una fonte eccezionale di lignani, potenti anticancerogeni, e costituiscono la più ricca fonte conosciuta di un acido grasso essenziale della famiglia degli omega 3, l’acido alfa-linolenico.

È un seme insapore e vanta numerose proprietà curative: per questo non viene usato molto in cucina. Sono perfetti per arricchire insalate o muesli, insieme alle verdure o zuppe, per preparare alcuni dolci e, a quanto pare, anche per fare il pane!

“Ovunque i semi di lino divengano un cibo comune tra la gente, lì ci sarà una salute migliore”. Mahatma Gandhi

Le caratteristiche dei semi di lino

I semi di lino si ottengono da una pianta dal nome Linum Usitatissimum che appartiene al genere delle Linaceae. Questi semi hanno molteplici proprietà sia a livello nutrizionale che terapeutico e per questo stanno diventando parte delle quotidianità di sempre più persone. Le ricerche li studiano da un po’ e nel tempo ci hanno svelato molte cose interessanti a riguardo.

Ad esempio, il consumo di questo prodotto, e quindi anche del pane ai semi di lino, è vivamente consigliato per prevenire il problema dell’osteoporosi, a cui le donne potrebbero andare incontro persino durante la menopausa. Inoltre, si tratta di un alimento in grado di rafforzare l’apparato immunitario e che garantisce una buona depurazione dell’organismo. È utile anche per allontanare l’insorgenza di tumori al colon, al seno e alla prostata.

I semi di lino sono ottimali anche per rallentare l’invecchiamento e, di conseguenza, l’insorgenza delle rughe e dei segni del tempo; e possono alleviare le infiammazioni legate alla gola e prevenire la formazione delle emorroidi. Uno degli effetti benefici di questi semi è rappresentato inoltre dalla capacità di ridurre o di prevenire le malattie legate all’apparato circolatorio. Infatti, aiutano a salvaguardare il cuore, la circolazione e ad alleviare il problema dell’ipertensione. Puliscono le arterie, evitando così la formazione delle placche che molto spesso comportano l’insorgenza di infarti.

A tavola con il nostro pane ai semi di lino!

I semi di lino apportano al vostro organismo una serie di sostanze, tutte molto utili, tra cui:

  • amminoacidi;
  • fibre;
  • acidi grassi, sia Omega 3 che Omega 6;
  • sali minerali;
  • proteine e vitamine.

Perciò, sono davvero un toccasana per la salute e, naturalmente, rendono questa ricetta del pane ai semi di lino molto speciale.

Ingredienti per 1 filone di pane

  • 400 gr. di mix farina senza glutine e lattosio Mix Pizza Polselli
  • 600 ml di acqua
  • 50 g farina di soia
  • 100 gr. di semi di lino
  • 150 gr di patate ridotte in purea
  • 1/2 bustina lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di zucchero integrale di canna
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 50 gr. di  noci tritate

Preparazione

Preriscaldate il forno a 60 gradi e al momento di mettere l’impasto a riposo spegnetelo. Mescolate tutti gli ingredienti secchi, poi aggiungete la purea di patate e l’acqua. Impastate bene il tutto e adagiatelo in uno stampo per pane. Uniformate, quindi coprite con un panno umido e lasciate riposare per circa 30 minuti nel forno spento.

Estraete il pane e alzate la temperatura a 220 gradi. Quando il forno raggiunge la temperatura fate cuocere per 10 minuti, poi ab­bassate la temperatura a 200 gradi e proseguite per altri 50 minuti la cottura.

4/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crema pasticcera alla lavanda

Crema pasticcera alla lavanda, una variante aromatica

Crema pasticcera alla lavanda, una variante unica per i dolci La crema pasticcera alla lavanda è una variante della crema pasticcera classica in grado di regalare molte soddisfazioni in cucina. La...

pesto

Il pesto, come conservarlo al meglio

Le peculiarità del pesto classico Come si conserva il pesto? La risposta è meno scontata di quanto si possa immaginare. Anche perché, al netto della semplicità della ricetta, presenta dei tratti...

Idli

Idli, dall’India un pane diverso dal solito

Le particolarità del pane indiano idli Gli idli sono una specie di tortini di pane originari dell’India. Sono realizzati con il riso e una particolare varietà di lenticchie. L’impasto è molto...

Pasta fillo senza glutine

Pasta fillo senza glutine, una variante davvero ottima

Pasta fillo senza glutine, un variante con i fiocchi Oggi vi presento la pasta fillo senza glutine, una ricetta base completamente gluten-free. La pasta fillo è un impasto di origine greco-turca,...

Glassa a specchio

Glassa a specchio senza glutine e lattosio

Cos'è la glassa a specchio? La glassa a specchio è una copertura per dolci molto particolare, dal grande impatto visivo e squisita. Il suo nome dice tutto, ossia è talmente lucida che ci si può...

Brodo di gallina

Brodo di gallina, una ricetta versatile e leggera

Brodo di gallina, una preparazione molto utile Il brodo di gallina è leggero, salutare e nutriente. E’ una preparazione della cucina più tradizionale e vanta molti utilizzi, per esempio può...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-09-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti