bg header
logo_print

Zucchine grigliate con tacchino, un piatto gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Zucchine grigliate con tacchino
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (5 Recensioni)

Zucchine grigliate con arrosto di tacchino, un modo diverso di intendere il contorno

Le zucchine grigliate con arrosto di tacchino e fiocchi di latte sono un secondo piatto diverso dal solito, che propone un approccio che punta alla sostanza ma allo stesso tempo alla leggerezza. Infatti, è un contorno ricco di proteine, che introduce la carne, ma anche molto digeribile e poco calorico. Tutto ciò è possibile grazie ad una scelta degli ingredienti che non lascia nulla al caso, basata sul criterio del gusto, della ricchezza nutrizionale e dell’impatto visivo. La protagonista di questa ricetta è ovviamente la zucchina, un ortaggio diffusissimo sulle tavole degli italiani, forse proprio per questo motivo dato un po’ per scontato.

La zucchina può dare molto, non solo come gusto ma anche dal punto di vista nutrizionale. In primis si caratterizza per un apporto calorico molto basso, secondariamente è una vera miniera di sali minerali, tra cui spicca certamente il potassio. E’ anche un’eccezionale fonte di fibre, che contribuiscono a riequilibrare i processi digestivi. Infine, si segnalano dose abbondanti di antiossidanti, come la luteina, che fanno bene al cuore ma sono anche in grado di contrastare i radicali liberi e prevenire il cancro. L’altro ingrediente fondamentale, che rappresenta un po’ l’elemento di rottura rispetto ai classici contorni, è l’arrosto di tacchino, che va inserito freddo. Si tratta di una carne preziosa, che coniuga un apporto proteico significativo con un apporto calorico minimo: 100 grammi di tacchino contengono ben 22 grammi di proteine e solo 107 kcal. Ricco è anche il contenuto di vitamine, in particolare del gruppo B, e di fosforo.

Ricetta zucchine grigliate con tacchino

Preparazione zucchine grigliate con tacchino

  • Per la preparazione delle zucchine grigliate con tacchino iniziate tagliando le punte delle zucchine, lavatele e fatele a fette abbastanza sottili.
  • Poi sbucciate i pomodorini, lavateli e riduceteli a piccoli spicchi. Infine lavate il timo ed estraetene le foglie.
  • Ora realizzate una vinaigrette mescolando insieme l’olio extravergine di oliva, il coriandolo macinato e il succo di limone.
  • Cuocete alla griglia le zucchine, poi fatele intiepidire.
  • Adagiate le zucchine in un piatto piano, poi aggiungete le fette di tacchino arrosto e integrate con gli spicchi di pomodorini, il timo e i lamponi che avete a disposizione.
  • Cospargete il tutto con la vinaigrette che avete preparato e concludete con i fiocchi di latte e le zeste (bucce) di limone.

Ingredienti zucchine grigliate con tacchino

  • 600 gr. di zucchine
  • 200 gr. di arrosto di tacchino a fette
  • 1 confezione di fiocchi di latte Senza Lattosio
  • 10 pomodorini gialli
  • 125 gr. di lamponi
  • un cucchiaio di timo fresco
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 limone bio per le zeste
  • 1 limone per la vinaigrette
  • q. b. di sale
  • q. b. di coriandolo macinato.

Come preparare l’arrosto di tacchino

Una delle componenti principali di queste zucchine grigliate con tacchino è l’arrosto di tacchino. E’ proprio quest’ultimo a rendere l’insalata completa, proteica e quindi capace di passare per piatto unico. A questo punto una domanda sorge spontanea: come preparare l’arrosto di tacchino? Non preoccupatevi non è per niente complicato. Basta rosolare la carne, se possibile di taglio fesa, in un soffritto di aglio, rosmarino, salvia, olio e burro.

Poi si sfuma con il vino e si lascia evaporare. Dopodiché si passa alla seconda fase della cottura, che consiste in un passaggio in una padella antiaderente di almeno 50 minuti, durante il quale la carne va girata in continuazione.

In alternativa si può cuocere la carne al forno, bagnandola con il sughetto della pentola. In questo caso bastano 40 minuti a 200 gradi, con la carta da forno a coprire la carne. L’arrosto cotto al forno non può essere consumato subito, ma va fatto riposare per 10 minuti ben avvolto nella carta di alluminio.

Il valore aggiunto delle zucchine grigliate con arrosto di tacchino e fiocchi di latte

C’è un ingrediente speciale in queste zucchine grigliate con tacchino, che le fanno compiere un vero salto di qualità, ossia i fiocchi di latte senza lattosio. Si tratta di un prodotto squisito, realizzato con la migliore materia prima, ma anche versatile (ottimo da solo o come condimento di paste e contorni); si distingue per una marcata leggerezza e per un processo di produzione 100% naturale. La caratteristica più importante di questi fiocchi di latte è la totale assenza di lattosio.

Zucchine grigliate con tacchino

Il processo di estrazione del lattosio è frutto dell’applicazione dell’enzima lattasi, che scinde il lattosio in glucosio e galattosio, digeribile anche dagli intolleranti alla sostanza. Questo procedimento è naturale, in quanto avviene normalmente nell’organismo di chi non soffre di intolleranza. Inoltre non impatta sul gusto, e infatti questi fiocchi di latte sono buoni come gli analoghi con lattosio, anzi ancora più buoni. Nella ricetta delle zucchine grigliate con petto di tacchino, i fiocchi di latte vengono aggiunti alla fine, poco prima di servire.

Zeste e vinaigrette, un tocco in più per la nostra ricetta

Uno dei valori aggiunti di queste zucchine grigliate con arrosto di tacchino è rappresentato dal condimento, dalla salsina o topping che dir si voglia. Si tratta di una preparazione semplice, e comunque in grado di cambiare il volto di un piatto. Sto parlando della vinaigrette, che si realizza con olio extravergine d’oliva, sale e aceto (o limone). In genere a questa base si aggiunge anche una spezia, in questo caso ho optato per il coriandolo macinato.

La vinaigrette condisce e insaporisce senza appesantire e senza coprire i sapori. E’ quindi l’ideale per un contorno composito che contempla molti sapori. Per quanto riguarda la zeste, non sono un ingrediente particolare, bensì un modo per definire la scorza di un agrume. Il limone ovviamente deve essere biologico, in quanto la scorza entra a fare parte integrante della ricetta, e non solo come decorazione. Il consiglio, in ogni caso, è di ricavare delle scorze molto sottili, magari utilizzando una mandolina o un pelapatate.

Cosa sapere sui pomodorini gialli

La lista degli ingredienti delle zucchine grigliate con tacchino comprende anche i pomodorini gialli, che vengono posti al momento del servizio. I pomodorini sono un alimento da insalata ma fungono anche da contorno per la carne. Impattano sul piano visivo con il loro colore dorato tendente all’arancione, sul piano nutrizionale e sul gusto con le loro note tra il dolce, il salato e l’acidulo.

I pomodorini gialli spiccano anche per la polpa morbida e non troppo succosa, in questo modo possono essere utilizzati sia a crudo, come in questo caso, che per preparare le salse. I pomodorini gialli spiccano anche sul piano nutrizionale. Non hanno nulla da invidiare agli altri pomodori in quanto sono ricchi di vitamina C e di potassio. Inoltre, sono ricchi di betacarotene, una sostanza che determina il colore giallo e aiuta ad assorbire la vitamina A (fondamentale per gli occhi e la pelle).

Il delicato tocco dei lamponi nelle zucchine grigliate con tacchino

I lamponi fungono da contorno per la carne e arricchiscono l’insalata. Il loro contributo è determinante in quanto aumentano lo spessore organolettico delle zucchine grigliate con tacchino, conferendo al piatto un aspetto gourmet. Con la loro dolcezza e acidulità, infatti, introducono un elemento agrodolce, creando una suggestiva esperienza gastronomica.

I lamponi si fanno apprezzare anche per le loro proprietà nutrizionali. Sono ricchi di vitamina C e di potassio, come la maggior parte della frutta. In compenso, però, sono ricchi di luteina e licopene, sostanze che determinano il colore rosso ed esercitano una funzione antiossidante.

Infine, i lamponi sono ricchi di acido ellagico, una sostanza che fa bene al cuore e alla pelle, rallentando l’invecchiamento causato dalla fotoesposizione.

Il contributo del timo nelle zucchine grigliate con tacchino

Nonostante tutte queste peculiarità, le zucchine grigliate con tacchino declinano il valore della semplicità. La semplicità la troviamo anche in fase di aromatizzazione, che è molto prudente. Oltre alla vinaigrette, di cui ho già parlato, troviamo solo il timo ad impreziosire questa ricetta. Si tratta di un’erba aromatica tipicamente mediterranea, che insaporisce con intensità senza coprire. Il suo pregio più importante consiste nella capacità di conferire ai piatti una nota che ricorda il limone (ma non la sua componente aspra), dunque è perfetta sia per le carni che per la verdura.

Il timo è un alimento nutriente, a tal punto da giocare un ruolo nella medicina naturale. E’ ricco soprattutto di antiossidanti, sostanze che riducono l’impatto dei radicali liberi, aiutano a prevenire alcune forme tumorali e rallentano l’invecchiamento della pelle. Infine, il timo esercita funzioni antibatteriche, antifungine, mucolitiche ed espettoranti, soprattutto se consumato nella forma di decotto.

FAQ sulle zucchine grigliate con tacchino

Quanto tempo possono stare le zucchine grigliate in frigo?

Il consiglio è di consumarle appena cotte, tuttavia se ne avete preparate più di quante ve ne servano, potete conservarle in frigo ben coperte per due giorni al massimo.

Come si congelano le verdure grigliate?

Le verdure grigliate si possono conservare in freezer, tuttavia per un risultato ottimale e per non causare una perdita di sapore dovreste riporle nei sacchetti per congelare, applicando il sottovuoto.

Quante zucchine per una persona?

Le zucchine sono tra i pochi alimenti che possono essere consumati a volontà, tuttavia per questa ricetta vi consiglio di preparare 150 grammi di zucchine a persona. Se andate oltre rischiate di compromettere l’equilibrio organolettico del piatto.

Ricette con verdure grigliate ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gamberi alla catalana

Gamberi alla catalana, un piatto di pesce ricco...

Catalana di gamberi: un’insalata più che un secondo Come ho già accennato, i gamberi alla catalana (o catalana di gamberi che dir si voglia) hanno tutto l’aspetto di un’insalata, infatti...

Pollo al lime e elicriso

Pollo al lime e elicriso, un secondo raffinato...

Come cuocere il petto di pollo in modo perfetto? Cuocere il petto di pollo al lime è semplice, ma se volete ottenere un risultato perfetto dovrete prendere alcuni accorgimenti. Il primo riguarda il...

Brandade de Morue à la Nimoise

Brandade de Morue à la Nimoise: lo snack...

Tutto il sapore del baccalà Il protagonista di questa ricetta è il baccalà, che qui viene sottoposto a un trattamento particolare. Tanto per cominciare viene dissalato, ossia viene lasciato in...