bg header
logo_print

Ricette milleusi della nonna: le amarene sciroppate

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

amarene sciroppate
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.8/5 (20 Recensioni)

Deliziose amarene allo sciroppo che sembrano ciliegie

Oggi prepariamo le amarene sciroppate. Questa preparazione rispetta alla lettera la ricetta della nonna Maria. Ciliegie ed amarene sembrano frutti così simili ma in realtà vengono da piante differenti e questo si riflette in due sapori piuttosto diversi e caratterizzanti.

Non fatevi dunque ingannare dalle apparenze! La ciliegia, in natura, tende ad avere un sapore più dolce mentre l’amarena ha un gusto più aspro e tendenzialmente più amaro. Nulla vieta di preparare le ciliegie sciroppate fatte casa oppure le visciole sciroppate.

Volendole riconoscere al primo sguardo, le ciliegie sono più grandi e dotate di un colorito più vivace, al contrario le amarene sono tendenzialmente più piccole ma con una polpa più soda. Perché ci piacciono tanto le amarene sciroppate e come diventano così buone?

L’acido ossalico, presente nelle amarene, conferisce loro il caratteristico sapore acidulo che ben si presta alla realizzazione di sciroppi, liquori e confetture. Con il passaggio in padella a base di acqua e zucchero, le amarene si glassano alla perfezione e diventano in grado di resistere molto di più al tempo, consentendoci mille possibili applicazioni in cucina.

Come fare le amarene sciroppate

Preparazione amarene sciroppate

  • Sterilizzate vasi e coperchi.
  • Lavate con cura le amarene e stendete ad asciugare su un canovaccio pulito.
  • Rimuovete delicatamente nocciolo e picciolo da ogni amarena.
  • Versate in una pentola 150 ml di acqua fredda e lo zucchero.
  • Accendete il fuoco e portate a bollore. Unite allo sciroppo le amarene snocciolate e tenete a fuoco basso per circa 20 minuti.
  • Quando le amarene si saranno ammorbidite togliete i frutti con la schiumarola e continuare a far bollire lo sciroppo per altri 15 minuti circa a fiamma molto bassa.
  • Versate le amarene nei vasetti sterilizzati, avendo cura che lo sciroppo copra completamente le amarene.
  • Chiudere i vasetti, capovolgete e lasciateli raffreddare. Per gustarle dovete aspettare minimo 40 giorni.
  • Le amarene sciroppate si conservano per circa 6 mesi.
  • Mi raccomando di conservare le amarene sciroppate in un luogo fresco, asciutto e devono essere al riparo dalla luce.
  • Se aumentate la dose a un chilo di amarene dovrete utilizzare 500 grammi di zucchero.

Ingredienti amarene sciroppate

  • 1/2 kg di amarene
  • 250 gr. di zucchero di canna

Amarene sciroppate: il tocco in più per dolci e gelati

Lo avrete senz’altro capito che amiamo viziare i nostri ospiti e, a dirla tutta, è un po’ una scusa dire così, perché i primi golosi siamo noi! Con le amarene sciroppate possiamo davvero divertirci.

Che sarebbero le zeppole di S. Giuseppe senza la sterzata di sapore data dalle amarene?  Ma ancora, quanti bei gelati, dolci o cheesecake abbiamo impreziosito con una ricca dose di sciroppo ed una o due amarene in cima?

amarene sciroppate

Perché mai dovremmo accontentarci di quelle belle e pronte che troviamo nei supermercati, magari arricchite da conservanti e coloranti? Scegliamo sempre la soluzione più salutare e, va detto, economica, laddove possibile.

Con le amarene sciroppate fatte in casa, seguendo la ricetta che si tramanda di generazione in generazione, possiamo gustare queste leccornie senza scrupoli di coscienza perché certi che si tratti di sola frutta e zucchero.

In più questa ricetta è piuttosto semplice e priva di particolari insidie tecniche. Perché non approfittarne dunque?

Con le amarene sciroppate sarà tutto una delizia!

Quando in casa prepariamo il gelato variegato all’amarena o quando vogliamo impreziosirne uno semplice al fiordilatte o alla crema anche lo sciroppo di amarena home made è il nostro orgoglio. Succose, fresche, sicure e saporite, ci regalano nutrimento e gusto per tantissimi dessert.

Sterilizzando i barattoli da conserva, garantiamo igiene, qualità, sicurezza e lunga vita alle nostre amarene, senza l’ausilio di conservanti chimici. I vecchi rimedi della nonna sono ancora una risorsa della quale dovremmo avvalerci più spesso!

Ricette amarene ne abbiamo? Certo che si!

3.8/5 (20 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Ricette milleusi della nonna: le amarene sciroppate

  • Ven 16 Lug 2021 | Merlino Letteria ha detto:

    Bella e faticosa esperienza. Grazie per ciò che hai fatto!!!

    • Sab 17 Lug 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve grazie per le belle parole. Come in ogni cosa ci vuole buona volontà per riuscire in quello che si fa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Confettura di pesche senza zucchero

Confettura di pesche senza zucchero, buona e fatta...

I tanti usi della confettura di pesche senza zucchero La confettura di pesche senza zucchero può essere utilizzata come qualsiasi altra confettura. Può essere spalmata sulle fette biscottate, sui...

Fagiolini sott’olio

Fagiolini sott’olio, una conserva semplice ma molto utile

Come utilizzare i fagiolini sott'olio I fagiolini sott’olio sono ottimi consumati da soli, come snack salato e saporito sui generis. Sono perfetti anche accompagnati con un po’ di pane, tuttavia...

Mostarda di clementine

Mostarda di clementine, una conserva dolce e aromatica

I tanti usi della mostarda di clementine La mostarda di clementine è una mostarda fatta in casa a base di frutta, che vanta numerosi usi in cucina. Può essere consumata come spuntino, soprattutto...