I romantici bicchierini di semifreddo al melograno

Bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco e melograno
Commenti: 0 - Stampa

Bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco e melograno: dessert ideale

La festa degli innamorati va degnamente festeggiata, e cosa c’è di meglio di una cenetta a lume di candela, magari a casa propria, da concludere con i bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco e melograno? Una festività del genere va celebrata con un dolce degno dell’occasione: non troppo pesante, ma al tempo stesso gustoso.

La ricetta che vi propongo oggi è proprio l’ideale. Infatti, si tratta di un dessert raffinato ed elegante, che vede come colore dominante il rosso, da sempre associato all’amore e alla passione.

I bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco e melograno sono dunque perfetti per questa occasione. Questo dolce al cucchiaio conquisterà la persona amata… prendendola per la gola! Preparare questo dessert richiede una certa manualità, ma non si tratta assolutamente di una ricetta complicata.

L’unica accortezza di cui tenere conto è che va preparato diverse ore prima di essere consumato, per poi essere conservato in freezer. In questo modo, il semifreddo avrà proprio la consistenza giusta!

Il gusto inconfondibile dei frutti di bosco: ipocalorici e ricchi di vitamine

Poiché uno degli ingredienti principali dei bicchierini di semifreddo sono appunto i frutti di bosco, questo dolce non è solo buono, ma è particolarmente ricco di vitamine e minerali. Questi alimenti, infatti, contengono elevate concentrazioni di vitamina C e di potassio. Con il loro sapore delizioso, molto intenso ma non stucchevole, sono inoltre carichi di sostanze fenoliche antiossidanti, come i flavonoidi, le antocianine e i tannini. Questo significa… benessere a volontà!

bicchierini di semifreddo al melograno

È chiaro: alla persona amata vogliamo offrire sempre qualcosa di sfizioso, ma il nutrimento vuole di certo la sua parte e, con i bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco, potremo garantire all’organismo tantissimi macro e micronutrienti, tra cui troviamo persino i fitosteroli, molecole utilissime nella moderazione dell’ipercolesterolemia.

Sebbene questa tipologia di frutta assicuri un apporto calorico piuttosto basso, propone altresì una quantità media di zuccheri (fruttosio), che forniranno al corpo un buon apporto di energia.

L’altro ingrediente dei bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco…

Con i suoi chicchi di un rosso intenso e il suo sapore dolce, il melograno si presenta come un altro degli alimenti ideali per simboleggiare l’amore passionale, quello che si celebra appunto a San Valentino. Questa valida fonte di vitamina C e di fenoli propone inoltre una forte azione antiossidante e si rivela un valido alleato nella prevenzione dai tumori (provate il suo succo!).

Dona un tocco di gusto in più ai bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco, e ci aiuta a mantenerci giovani e sani, senza sottovalutare la soddisfazione da un punto di vista culinario!

Che dire di più? Abbiamo a che fare con un dessert goloso e romantico, ma anche facilmente digeribile e adatto agli intolleranti. Gli ingredienti fanno sempre la differenza a tavola e, infatti, per la preparazione dei bicchierini di semifreddo ai frutti di bosco e melograno, useremo la panna delattosata e tanti altri prodotti di prima qualità e senza glutine. Con questi presupposti, non ci resta che metterci all’opera!

Ingredienti per 6 bicchierini

  • 1 albume d’uovo
  • 200 gr. di panna da montare già zuccherata consentita
  • 1 vaschetta di frutti di bosco misti, fra lamponi e mirtilli
  • 1 melograno
  • 2 cucchiai di marsala consentito
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • un pizzico di vaniglia bourbon in polvere
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • confettura di lamponi q.b.
  • chicchi di melograno, lamponi e foglioline di menta q.b. (per decorare)

Preparazione

Mettete la panna in frigo per renderla fredda, in modo da montarla al meglio.

Lavate e asciugate i frutti di bosco, mettendoli in una casseruolina con il marsala, lo zucchero, il succo di limone e il succo di mezzo melograno spremuto. Accendete la fiamma e portate ad ebollizione.

Una volta a bollore, abbassate subito la fiamma e continuate a cuocere, mescolando con un cucchiaio di legno e facendo addensare un po’ il tutto, in maniera da formare un composto sciropposo (tenete sul fuoco per 7-8 minuti al massimo).

Spegnete e lasciate raffreddare. In seguito, passate il composto in un colino a maglie fitte, per trattenere e – successivamente – eliminare, i semini dei frutti di bosco.

Montate a neve ferma l’albume d’uovo e mettete un attimo da parte. Montate poi la panna con la vaniglia, rendendola bella spumosa e soffice.

Unite l’albume a neve con una spatola in silicone, per non far smontare il tutto.

Sempre amalgamando con la spatola, pian piano versate a filo lo sciroppo ai frutti rossi, incorporandolo perfettamente. Versate il composto ottenuto in sei piccoli bicchierini (o tazzine da caffè) e riponete in freezer per almeno 6 ore.

Al momento di servire, decorate la superficie dei vostri semifreddi con un topping di confettura di lamponi, leggermente diluita con qualche goccia di succo di melograno. Distribuite in superficie qualche lampone fresco, chicchi di melograno a profusione e foglioline di menta fresca.

 

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Un brunch di San Valentino

Un brunch di San Valentino davvero originale

Proposte sfiziose per un San Valentino diverso dal solito Il brunch di San Valentino è un’idea per festeggiare la festa degli innamorati in modo diverso. Di solito, si predilige la classica cena...

Mini madeleine al pepe rosa

Mini madeleine al pepe rosa e cacao a...

Mini madeleine al pepe rosa e cacao, un dolce davvero speciale Le mini madeleine al pepe rosa e cacao sono un’ottima idea per San Valentino. L’impatto visivo, i colori (tendenti al rosa) e il...

croquembouche

Croquembouche, deliziosi bignè al caramello

Cosa sono i croquembouche? I croquembouche, osservati dall’esterno, assomigliano alla nostra pignolata, tuttavia dovrebbero essere associati più che altro ai celebri profiteroles. Si tratta,...

Tartare di bisonte con uova di quaglia

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un...

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un piatto di alta classe La tartare di bisonte con uova di quaglia è un secondo piatto raffinato, da sfoderare durante le occasioni speciali. Io lo...

Red Velvet al mais bianco

Red Velvet al mais bianco, torta per grandi...

Perché questa Red Velvet al mais bianco è diversa dalle altre? La Red Velvet al mais bianco e polvere di ibisco non è una torta come le altre, lo potete intuire dal nome. Certo conserva alcune...

Crostata con marmellata di arance e fragole

Crostata con marmellata di arance e fragole per...

Crostata con marmellata di arance e fragole, una combinazione suggestiva La Crostata con marmellata di arance, un dolce per tutti, Questa ricetta è stata preparata non solo perchè è squisita, ma...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


02-02-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti