Quaglie alle erbe per una cenetta speciale

Quaglie alle erbe per una cenetta speciale.  Ebbene si, oggi vi parlo di un secondo perfetto per fare un’ottima figura in una cena speciale, magari con la persona che volete conquistare. Si tratta di un piatto che rappresenta un vero e proprio trionfo di creatività culinaria. Sono infatti certa che vi divertirete tantissimo a prepararlo.

Perché la carne di quaglia?

Perché la carne di quaglia fa bene? Inizio con il ricordare che si tratta di una soluzione molto digeribile, perfetta per chi ha eliminato le carni rosse e cerca una fonte di proteine decisamente più sostenibile.

La carne di quaglia – che può essere consumata senza frollatura – è caratterizzata da un basso contenuto lipidico. L’assunzione di carne di quaglia, anche se con pelle, non raggiunge infatti apporti calorici tali da preoccupare chi vuole fare attenzione alla linea.

Questa carne nera – così è chiamata la categoria della cacciagione – è inoltre caratterizzata da un importante contenuto di ferro, un minerale che svolge un ruolo essenziale in un regime nutritivo equilibrato.

Quaglie alle erbe

Concludo sottolineando che la carne di quaglia si contraddistingue per la presenza di alte quantità di niacina, detta anche vitamina PP. Questa sostanza riveste un ruolo fondamentale nel processo di trasformazione dei carboidrati in energia e nel mantenimento di un sistema nervoso sano.

Quaglie alle erbe, un inno alla creatività in cucina

Mi piace tantissimo preparare questo secondo perché è un vero e proprio inno alla creatività in cucina e alla riscoperta di tutti quegli odori e sapori che abbiamo imparato ad apprezzare grazie alle nostre nonne, accompagnandole nell’orto a raccogliere le erbe.

Ho scelto di andare sul classico per questa ricetta, puntando sul mix rosmarino, salvia e alloro, tre opzioni che garantiscono l’effetto migliore sia dal punto di vista del sapore ma anche per quanto riguarda l’esito olfattivo.

Al piatto in questione si può però aggiungere la verza, una verdura che, grazie alla presenza di importanti quantità di vitamina A, è in grado di aiutare a mantenere bella la pelle. Come non ricordare poi la presenza di isiotiocianati, sostanze che stimolano la produzione di enzimi in grado di evitare la degenerazione di quella meravigliosa catena che è il DNA?

Le quaglie alle erbe, una ricetta che può essere tranquillamente proposta a chi vuole tenere sotto controllo il peso o a chi è intollerante al lattosio (basta acquistare la pancetta facendo attenzione alla marca, dal momento che sono tanti i brand che propongono salumi senza lattosio), è perfetta per rendere unica una cena! Non ci credete? Mettetevi alla prova e preparate questo secondo speciale!

Ed ecco la ricetta per le Quaglie alle erbe

Ingredienti per 4 persone

  • 8 quaglie
  • 120 gr di pancetta a fettine
  • 2 rametti di rosmarino
  • 8 foglie di salvia
  • 1 rametto di timo
  • 1/2 bicchiere di sidro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Staccate gli aghi del rosmarino e tritateli fini con la salvia e lo spicchio d’aglio

Lavate e asciugate le quaglie. Distribuite nella cavità gli aromi tritati, salate e pepate.

Avvolgete il petto delle quaglie con le fettine di pancetta, legatele con spago da cucina e sistematele su una teglia irroratele con il sidro.

Unite il timo lavato e sbriciolato e cuocetele nel forno caldo per 30 minuti.

Inizialmente le bagnate con il sidro e,  di tanto in tanto, con il fondo di cottura.

Una volta pronte servite le quaglie irrorate con il fondo di cottura e un filo d’olio.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *