Fragole con fonduta al cioccolato: dessert scaldacuore

Fragole con fonduta al cioccolato
Commenti: 0 - Stampa

Fragole con fonduta di cioccolato: un dessert da preparare al momento

Quando arriva la stagione fredda la nostra voglia di dolci aumenta. Sarà perché passiamo più tempo in casa o perché vogliamo difenderci dalle basse temperature… ma è difficile rinunciare a un dessert. Meglio ancora se fatto in casa. Questo inverno potete cimentarvi nella preparazione delle fragole con fonduta al cioccolato, un dessert cremoso e invitante che crea un mix di sapori inimitabile!

Bastano pochi ingredienti: cioccolato fondente, panna fresca, fragole, brandy e cannella in polvere. Per dare l’opportunità di gustare questo dessert anche agli intolleranti al lattosio, la ricetta prevede l’utilizzo della panna fresca senza lattosio. Provate le fragole con fonduta al cioccolato: non è solamente un dolce irresistibile ma è anche divertente da preparare visto che verrà elaborato direttamente in tavola, grazie al procedimento classico della fondue. Preparatelo in famiglia o, perché no, nella celebrazione di San Valentino con il vostro partner!

La fonduta, una preparazione proveniente dalla Svizzera

La nostra ricetta delle fragole con fonduta al cioccolato si basa su un piatto tradizionale svizzero, la fondue. Questa pietanza si prepara direttamente in tavola con un apposito tegame, il cosiddetto “caquelon”, sotto cui viene inserito un piccolo fornello. Tuttavia, la pietanza tradizionale svizzera viene solitamente elaborata a base di formaggio fuso, accompagnato da altri ingredienti come patate, pane o carne. In questo caso, invece, a essere “fuso” sarà il cioccolato!

In questo caso, il procedimento è molto semplice. Preparate tutti gli ingredienti in anticipo. Una volta a tavola, riscaldate la panna nel tegame a fuoco basso. Aggiungete poi le scaglie di cioccolato fondente, lasciatelo sciogliere e infine insaporite il tutto con il brandy e la cannella in polvere. La vostra fondue di cioccolato è pronta per essere gustata: usate le forchette lunghe da fondue per intingere le fragole direttamente nel cioccolato fuso!

Fragole con fonduta al cioccolato

Le fragole: una fonte di vitamine

Anche che per chi storce un po’ il naso davanti alla frutta, mangiare le fragole è sempre un piacere. Si tratta di un frutto primaverile ed estivo che sempre più spesso si può trovare nei fruttivendoli e nei supermercati anche durante la stagione fredda. Perché ho scelto proprio le fragole per accompagnare la fonduta di cioccolato? Perché il sapore dolce e l’acidulo delle fragole crea una combinazione molto interessante con l’amaro del cioccolato fondente.

Le fragole vengono consumate sia fresche sia anche sotto forma di marmellate, sciroppi, gelati, confetture e tanto altro. Oltre al loro sapore, le fragole hanno diverse proprietà benefiche per la nostra salute. Innanzitutto, hanno pochissime calorie e contengono fibre e acqua, caratteristiche che ci permettono di sentirci subito sazi. In più, hanno proprietà antiossidanti perché contengono antociani, quelle sostanze che permettono alle fragole di avere quel caratteristico colore rosso.

Fragole con fonduta al cioccolato

 Ingredienti per due persone

  • 300 gr. di cioccolato fondente Zaini
  • 100 ml di panna fresca Accadi
  • 130 gr. di fragole
  • 2 cucchiai di brandy
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

Preparazione

Sminuzzate il cioccolato con un coltello da cucina e tenetelo da parte, dopodiché lavate accuratamente le fragole, asciugatele e ponetele nel piatto da portata.

Versate la panna nel fornellino da fonduta e scaldatela sul fuoco a fiamma debole.

Dopo circa 10 minuti, quando la panna sarà vicina al bollore, aggiungete il cioccolato tritato mescolando ripetutamente finché non si sarà completamente sciolto.

Unite dunque il brandy e la cannella amalgamandoli al cioccolato fuso in una crema omogenea e profumata.

Togliete il fornellino dal fuoco, quindi trasferitelo sul supporto da fonduta sopra alla candelina accesa e servite immediatamente.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Un brunch di San Valentino

Un brunch di San Valentino davvero originale

Proposte sfiziose per un San Valentino diverso dal solito Il brunch di San Valentino è un’idea per festeggiare la festa degli innamorati in modo diverso. Di solito, si predilige la classica cena...

Mini madeleine al pepe rosa

Mini madeleine al pepe rosa e cacao a...

Mini madeleine al pepe rosa e cacao, un dolce davvero speciale Le mini madeleine al pepe rosa e cacao sono un’ottima idea per San Valentino. L’impatto visivo, i colori (tendenti al rosa) e il...

croquembouche

Croquembouche, deliziosi bignè al caramello

Cosa sono i croquembouche? I croquembouche, osservati dall’esterno, assomigliano alla nostra pignolata, tuttavia dovrebbero essere associati più che altro ai celebri profiteroles. Si tratta,...

Tartare di bisonte con uova di quaglia

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un...

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un piatto di alta classe La tartare di bisonte con uova di quaglia è un secondo piatto raffinato, da sfoderare durante le occasioni speciali. Io lo...

Red Velvet al mais bianco

Red Velvet al mais bianco, torta per grandi...

Perché questa Red Velvet al mais bianco è diversa dalle altre? La Red Velvet al mais bianco e polvere di ibisco non è una torta come le altre, lo potete intuire dal nome. Certo conserva alcune...

Crostata con marmellata di arance e fragole

Crostata con marmellata di arance e fragole per...

Crostata con marmellata di arance e fragole, una combinazione suggestiva La Crostata con marmellata di arance, un dolce per tutti, Questa ricetta è stata preparata non solo perchè è squisita, ma...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-02-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti