Sifone in cucina: a cosa serve e come può tornarci utile   

sifone

Che cos’è il sifone e come può essere utilizzato nelle nostre cucine

Sifone in cucina: a cosa serve e come può tornarci utile   Il sifone è un accessorio da cucina conosciuto generalmente per la preparazione di cocktails nei bar. Di recente, complici anche le trasmissioni culinarie trasmesse in tv e in rete, questo inizia ad essere sempre più utilizzato non solo dai barman e dagli chef, ma anche per uso domestico. A seconda dell’uso che se ne intende fare, bisogna scegliere il sifone giusto, perché questo può essere utilizzato per la panna montata ma anche per creare spume dolci e salate, utili a dare ad ogni piatto un tocco estetico in più.

Le spume che possono essere realizzate con l’uso del questo strumento non sono banalità: una preparazione fatta ad arte richiede infatti la perfezione assoluta in termini di perfetto bilancio tra sapori. Ebbene, le spume realizzate con il sifone in cucina permette di creare perfetto gioco di consistenze oltre che di sapori. Ma le creazioni che possono essere ottenute con questo magico strumento non sono solo le spume, come vedremo.

Sifone in cucina . Attenzione a scegliere quello giusto!

Il sifone può essere declinato a differenti utilizzi: a seconda dell’uso che se ne deve fare bisogna scegliere quello giusto. Questo accessorio è costituito in genere da un contenitore in cui vengono versati gli ingredienti, da un tappo che viene avvitato sul contenitore utile ad agganciare poi bombolette e beccucci vari per ottenere spume diverse. Essenzialmente, di sifoni da cucina ne esistono due tipi, uno da usare per ottenere la spuma e l’altro per la panna montata.

sifone

Ecco come funziona il meccanismo di azione di questo strumenti: le cartucce contengono N2O, cioè protossido di azoto, due atomi di azoto ed uno di ossigeno. La liberazione di questo gas all’interno del sifone, che ha luogo tramite apposito beccuccio sprigiona un’alta quantità di ossigeno: è proprio questo che, premendo l’apposita levetta del sifone, permette di ottenere delle spume leggerissime, belle da vedere e dal sapore delicato.

Spume, panna montata e non solo!

Le spume che possono essere realizzate con l’uso del questo strumento non sono banalità: una preparazione fatta ad arte richiede infatti la perfezione assoluta in termini di perfetto bilancio tra sapori. Ebbene, le spume realizzate con il sifone in cucina permettono di creare un perfetto gioco di consistenze oltre che di sapori, donando ad ogni piatto, che sia dolce o sia salato, un tocco estetico piacevole in più.

Utilizzare il sifone in cucina significa ottenere un prodotto leggerissimo e super-montato: Anche la panna montata realizzata con il classico sbattitore ha le ore contate. Tutto ciò che è sifonato raddoppia di volume e quando vengono impiegati poi panna o composti grassi si ha in bocca la sensazione di qualcosa di molto leggero. Lo stesso vale per tantissimi altri ingredienti, finanche per le patate! Provare per credere.

Sifone in cucina: a cosa serve? Scopritelo con le ricette dello chef Danilo Angè


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


07-11-2018
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti