San Valentino: zuppetta di lenticchie, capesante e olio alla vaniglia

Una ricetta per festeggiare l’amore? Ecco la zuppetta di lenticchie

Come ogni anno, arriva San Valentino. Molte coppie decidono di celebrare questa festività con una cenetta speciale. Se volete stupire il vostro partner, preparate voi stessi la cena. Vi consiglio, per San Valentino, di elaborare una zuppetta di lenticchie, capesante e olio alla vaniglia. Si tratta di un piatto ottimo per l’inverno che utilizza ingredienti semplici e genuini.

Nonostante sembri un piatto piuttosto tradizionale, questa zuppetta permette di arricchire le lenticchie con ingredienti meno caratteristici della solita zuppa, le capesante e l’olio alla vaniglia. La preparazione, però, è piuttosto semplice. Con qualche ora a disposizione sarete in grado di preparare per il vostro partner un ottimo piatto fatto con amore.

Le lenticchie e le capesante: combinazione originale

Le lenticchie sono dei legumi utilizzati molto spesso per sopportare meglio il freddo inverno. Oltre alle zuppe si possono creare tantissimi piatti diversi, dalle insalate agli hamburger. Si tratta, infatti, anche di un’ottima opzione per i vegani e i vegetariani in quanto contengono diversi nutrienti come proteine, ferro e magnesio.

Nella nostra ricetta, la tradizionale zuppetta di lenticchie verrà arricchita da un mollusco carnoso, le capesante. Anche in questo caso, si tratta di un ingrediente con poche calorie. In più, le capesante sono ricche di omega 3, sali minerali, come il calcio, e di vitamine, come la A. La consistenza carnosa e il sapore unico di questi molluschi trasformeranno completamente il gusto della solita zuppetta di lenticchie.

zuppetta di lenticchie

L’olio aromatizzato alla vaniglia

Un altro ingrediente fondamentale per la preparazione e per il sapore della zuppetta di lenticchie è l’olio alla vaniglia. Si tratta semplicemente di olio extravergine d’oliva aromatizzato con un baccello di vaniglia. Un’elaborazione molto semplice ma che può dare una marcia in più a moltissimi piatti dolci e salati.

La zuppetta di lenticchie, capesante e olio alla vaniglia, insomma, è una pietanza che combina tradizione e innovazione, utilizzando pochi e semplici ingredienti. Questo mix provoca un’esplosione di sapori che sarà un sicuramente un successo durante la celebrazione di San Valentino con il vostro partner!

Zuppetta di lenticchie, capesante e olio alla vaniglia

Ingredienti per 6 persone:

  • 400 g di lenticchie
  • 1 gambo di sedano
  • 2 carote piccole
  • un porro (circa 80 gr.)
  • una foglia di alloro
  • 200 g di patate
  • 1/2 lt di brodo vegetale
  • 18 capesante
  • 1 baccello di vaniglia Paneangeli
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe
  • Preparazione:

    Versare l’olio in un sifone, aggiungere la vaniglia tagliata a metà, caricare con il gas e lasciare in infusione per 2 ore. Scaricare il sifone dal gas e recuperare l’olio aromatizzato alla vaniglia.

    Tagliare il sedano, le carote e i porri a piccoli cubetti, farli brasare in una casseruola con poco olio e alloro, unire le patate a cubetti e le lenticchie lavate, coprire con il brodo e cuocere per circa 2 ore, salare e pepare.

    Pulire le capesante, lavarle velocemente e asciugarle su carta assorbente. Cuocere le capesante in padella ben calda, spennellata con olio, sale e pepe.

    Versare la zuppetta di lenticchie nei piatti di portata, adagiarvi le capesante e completare con qualche goccia di olio alla vaniglia.

    Nota per celiaci o sensibili al glutine

    Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

    Nota per gli intolleranti al lattosio

    Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *