Singapore Sling, il cocktail proveniente dall’Oriente

Cocktail Singapore Sling
Commenti: 0 - Stampa

Singapore Sling, un ottimo alleato dell’aperitivo

Stanchi del classico cocktail? Provate a preparare il Singapore Sling, una bevanda alcolica con un secolo di vita ma che continua a sorprendere ancora oggi per il suo sapore. È il cocktail perfetto per accompagnare stuzzichini e snack da gustare prima di pranzo o di cena, in compagnia della famiglia o degli amici. È una bevanda un po’ più complessa da elaborare rispetto ad altre, ma con un po’ di pratica, diventerete dei veri esperti.

Gli ingredienti per preparare il Singapore Sling sono: gin, arpicot brandy, triple sec, succo di ananas, succo di limone, granatina e Angostura. Con un po’ di pazienza riuscirete a trovare questi ingredienti in un supermercato o in un negozio specializzato in alcolici. Se invece volete dare un’alternativa a chi è astemio o ai bambini durante l’aperitivo, potete preparare anche il cocktail analcolico zenzero e cannella o un succo di carote e tamarillo.

Le origini del Singapore Sling

Come il nome stesso suggerisce, il Singapore Sling è nato fra le strade di Singapore, più esattamente nel long bar del Raffles Hotel. Sembra che a preparalo per la prima volta, nel 1915, sia stato Ngiam Tong Boon, il barman cinese dell’hotel. Nel 1930 entra a pieno diritto nel Savoy Cocktail Book. 

Secondo alcuni, venne creato espressamente per essere un cocktail “femminile”, ossia per quelle donne che non amano le bevande eccessivamente alcoliche. Da lì il colore rosaceo. Inutile dire che i gusti vanno ben oltre il genere di ciascuno, e lo dimostrano i tantissimi turisti che ogni anno visitano questo hotel di Singapore per provare il Singapore Sling autentico.

Cocktail Singapore Sling

Uno degli ingredienti principali di questo cocktail è il gin. Sappiate che questa bevanda alcolica a base di bacche di ginepro la inventò addirittura un dottore olandese nel XVII secolo…come medicinale. Come bevanda, invece, diventò molto popolare in Inghilterra, dove si trasformò in un prodotto molto comune e consumato. Il governo tassò e cercò di ridurre il consumo di questo prodotto per cercare di evitare le conseguenze negative a livello sociale, ma senza successo.

Gli altri ingredienti del Singapore Sling

Oltre al gin e al tocco acido e dolce dato rispettivamente dal succo di limone e dal succo di ananas, il Singapore Sling è composto anche dall’apricot brandy e dal triple sec. Il brandy è una bevanda alcolica largamente utilizzata anche per la creazione di tantissimi tipi di cocktail. In questo caso, useremo la versione aromatizzata alle albicocche. Anche il triple sec, è un ingrediente base nell’elaborazione di molti cocktail, ed è un liquore aromatizzato  all’arancia.

Per poter elaborare un Singapore Sling originale, mancano altri due ingredienti: la granatina e l’Angostura. La granatina è uno sciroppo a base di melagrana (granata, appunto) che viene utilizzata in questo caso per dare il caratteristico colore rosa/rosso al cocktail e per dare un sapore un po’ più dolce. L’Angostura, invece, conosciuta in spagnolo anche con il nome di “amargo de angostura”, è una bevanda alcolica con un sapore piuttosto amaro, visto che viene elaborata con spezie ed erbe.

Ed ecco la ricetta del Singapore Sling cocktail

Ingredienti

  • 3 cl di gin
  • 1,5 cl di apricot brandy
  • 0,75 di triple sec
  • 12 cl di succo di ananas
  • 1,5 di succo di limone
  • 1 cl di granatina
  • 1 goccia di Angostura 

Preparazione:

Spremete ananas e limone e filtrate i succhi.

Mettete del ghiaccio nello shaker e aggiungete i succhi. Versate il gin, il triple sec, l’apricot brandy e l’angostura.

Aggiungete un tocco di colore con un filo di granatina.

Agitate per 12 secondi con amore.

Versate in un bicchiere capiente come un highball o un old fashioned e decorate a piacere: ananas e ciliegina, menta e lime o un fiore.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Acqua aromatizzata con lime e melissa

Acqua aromatizzata con lime e melissa, molto rilassante

Acqua aromatizzata con lime e melissa, una bevanda salutare L’acqua aromatizzata con lime e melissa è una bevanda che coniuga leggerezza, gusto e attenzione per la salute. E’ una ricetta molto...

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

Tisana alla verbena

Tisana alla verbena, una bevanda salutare e depurativa

Tisana alla verbena, altro che camomilla La tisana alla verbena è un’ottima bevanda facile da preparare, che offre molto in termini organolettici e nutrizionali. E’ una bevanda rilassante, come...

Bevanda alla melissa

Bevanda alla melissa, un cocktail analcolico per tutti

Bevanda analcolica alla melissa, una tisana simile ad un cocktail La bevanda alla melissa analcolica è un cocktail molto semplice da realizzare e in grado di regalare molto in termini di gusto e di...

sciroppo di melissa

Sciroppo di melissa, una preparazione multiuso

A cosa serve lo sciroppo di melissa? Sotto certi punti di vista lo sciroppo di melissa è come il classico sciroppo. I suoi usi, infatti, non si differenziano molto dagli altri sciroppi alla frutta,...

Succo di zucca e mela

Succo di zucca e mela, una combinazione perfetta

Succo di zucca e mela, un concentrato di gusto e nutrienti Il succo di zucca e mela è un bevanda dalle mille proprietà. E’ gustosa, leggera, nutriente e bella da vedere (il ché non guasta). Si...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


15-08-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti