logo_print

Pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe

pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe
Stampa

Oggi prepariamo la pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe

Volevo proporvi qualcosa di speciale e allora ho pensato ad una golosa pizza gluten-free e senza lattosio, da preparare con gli ingredienti giusti… e capaci di trasformarsi in magici tocchi di gusto! Ecco che quindi arriva la pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe. Se amate questi alimenti, sicuramente potrete apprezzare anche questo ricco pasto!

Sarà l’ideale per i picnic, le feste, i pranzi in famiglia e per le cene con gli amici. Si presenterà come una pizza carica di sapori diversi e in grado di regalare un’ottima dose di energia… Non male come inizio, non credete? Prima di preparare questa pietanza, faremo però un viaggio alla scoperta dei suoi ingredienti: quali sono le caratteristiche nutrizionali della nostra pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe?

Le farine gluten-free: nutrimento a volontà!

Sono tantissime le farine senza glutine che possiamo usare per preparare un buon impasto per la pizza e, certamente, quelle di oggi sono un valido esempio. Quella di quinoa è nota infatti per le sue notevoli qualità: è digeribile, proteica (contiene molte più proteine rispetto alla farina di grano e a quella di riso), a basso indice glicemico e si presenta come una preziosa fonte di potassio, fosforo, calcio, rame, magnesio, manganese, ferro, zinco, selenio, vitamina B2, vitamina C e vitamina E. Tutti questi nutrienti faranno parte della pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe

Ad essi si uniranno quelli dell’antica farina di ceci, che ci propone ottimali livelli di acido linoleico, ideale per promuovere la salute del cuore; ma anche di vitamina A, C, E, vitamine del gruppo B, e di minerali come magnesio, potassio, calcio e fosforo. Secondo le ricerche, questa farina usata per la preparazione della pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe, è utile per mantenere sotto controllo la pressione alta, per rafforzare le ossa e il cervello, e persino per alleviare la stanchezza muscolare.

Le altre caratteristiche della pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe…

Come avrete compreso, entrambe le farine che useremo oggi sono dei salutari ingredienti, adatti a tantissime ricette senza glutine, capaci di deliziare il palato di chiunque e di soddisfare nel contempo i bisogni dell’organismo. Ma adesso voglio dirvi altre due parole riguardo un particolare alimento presente nella nostra pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe. In particolare, vorrei parlarvi delle olive taggiasche. Queste ultime si presentano come un’eccellenza italiana e come una specialità ligure, che non possiamo assolutamente sottovalutare in cucina.

pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe

Si coltivano nella zona di ponente e prendono il nome dalla città di Taggia, situata in provincia di Imperia. Sembra che siano stati i monaci francesi dell’ordine dei Colombani ad avviarne la coltivazione e, da quel momento, il successo è stato strepitoso! Piccole e carnose, gustose e nutrienti, propongono un livello di acidità molto ridotto rispetto ad altre varietà di olive e questo le rende amabili e perfette per valorizzare il gusto della nostra della pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe… Siete pronti/e per assaggiarla?

Ed ecco la ricetta per la pizza con olive taggiasche, scarola brasata e acciughe

Ingredienti per 4 persone

  • 1 base pronta per pizza consentita,
  • 1 cespo di scarola,
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati,
  • 100 gr di olive taggiasche denocciolate,
  • 1 mozzarella consentita,
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • 100 gr di alici sott’olio,
  • q.b. sale

Preparazione

Srotolate la base e lasciatela riposare per una ventina di minuti. Nel frattempo riscaldate il forno a 190-200 gradi.

Mondate la scarola scartando le foglie esterne, lavatela e scottatela in acqua bollente salata per pochi minuti; quindi sgocciolatela e strizzatela bene.

In un tegame antiaderente leggermente unto d’olio mettete le acciughe spezzettate, le olive, i capperi e rosolate il tutto a fuoco basso, finché le acciughe saranno disfatte. Aggiungete la scarola e cuocetela a fuoco basso, per circa 10 minuti.

Stendete l’impasto in una teglia  leggermente unte d’olio sopra mettetevi la mozzarella a dadini, e la scarola cotta in precedenza, lasciando un po’ di bordo esterno.

Terminate la farcia della pizza con un pizzico di sale e un filo d’olio.

Cuocete le pizze in forno già caldo a 200/250° per circa 10/15 minuti.


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


13-07-2018
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti