logo_print

L’impasto è Il segreto per una buona pizza!

impasto per la pizza
Stampa

L’impasto è Il segreto per una buona pizza!. Con qualsiasi alimento la completiamo l’importante è che sia nelle giuste quantità  e di buona qualità.

Per ottenere un prodotto di qualità, le materie prime, debbono essere sempre fresche o ben conservate e debbono avere le seguenti caratteristiche:

  • L’acqua deve essere potabile e senza non troppo calcare
  • Il lievito puo’ essere usato fresco o secco
  • usare il sale marino.

Per il lievito da usare potete scegliere tra:

  • Usare il lievito madre da reperire presso un fornaio oppure fatelo da voi e tenetelo in frigo. In questo modo anche gli intolleranti al nichel non avranno problemi. E’ il metodo più antico e laborioso e più impegnativo.
  • Usare il lievito di birra fresco. Si compra nei negozi e ha una durata relativamente breve.
  • Usare il lievito di birra secco in granuli. Ha un durata maggiore e si conserva meglio in casa.

Quale sia il metodo migliore non lo sappiamo, occorre provare e in base ai propri gusti scegliere quello che si preferisce.

Perché saper preparare un buon impasto per la pizza?

Come preparare un buon impasto per la pizza adatto agli intolleranti. Inutile dirlo: la pizza piace praticamente a tutti e possiamo condirla come più ci piace. Tuttavia, non dobbiamo dimenticarci che la bontà di questo alimento non la fanno solamente i condimenti: anche la pasta fa la differenza. Perciò, saper preparare un buon impasto per la pizza è importante e, tra l’altro, è una base che può aiutarci a portare in tavola un pasto adatto a tutti, a grandi e piccini, e perfetto per rispondere a ogni preferenza.

Preparare l’impasto per la pizza non è difficile, ma bisogna avere un po’ di pazienza e manualità. Poi, con un po’ di esperienza, ognuno di noi può diventare davvero molto bravo ad impastare e persino a far lievitare la pasta quanto basta. In più, dobbiamo considerare che ci servono pochi ingredienti a basso costo: acqua, farina, lievito e sale (facoltativo). Quindi, cosa aspettate a preparare il vostro impasto?

Gli ingredienti adatti anche agli intolleranti

In questo caso, se si dovesse soffrire di intolleranza, il problema da risolvere è principalmente dovuto alla presenza della farina bianca… Considerate tutto già risolto! Infatti, esistono tante farine gluten-free che si rivelano ottime per la preparazione dell’impasto per la pizza e anche per il pane. Molte di esse hanno un sapore neutro e quindi non cambieranno molto i gusti “tradizionali” che siamo abituati a portare in tavola. Molte altre sono invece molto più particolari e questo rende le pietanze ancora più buone!

Pertanto, se volete portare in tavola un impasto per la pizza a dir poco originale e dal sapore strepitoso, potrete provare ad usare come esempio la ricetta della focaccia di canapa, senza dimenticarvi che il segreto per una buona pizza è sempre l’impasto e perciò va fatto con amore! Le idee da seguire sono tante e, una volta conosciute le migliori farine senza glutine, potrete anche provarle tutte, fino ad arrivare a scegliere quella che vi piace di più!

impasto per la pizza

L’impasto per la pizza e il condimento ideale

Dopo avervi dato qualche input da seguire, non posso certamente fare a meno di darvi anche qualche ricetta utile per preparare un buon impasto per la pizza, che sia gustoso ma gluten-free e, perché no… anche accompagnato da un condimento speciale, fatto con ingredienti genuini e saporiti! Ecco qualche ricetta da non perdere:

E per sostituire ogni tanto il classico impasto per la pizza vi suggerisco di provare la crostapizza di polenta… vi piacerà moltissimo! E per gli intolleranti al lattosio? Potrete scegliere la mozzarella di bufala o altre mozzarelle senza lattosio e gioire lo stesso della bontà di un latticino che fa parte della nostra tradizione culinaria italiana. Insomma, possiamo restare tutti ampiamente soddisfatti e mangiarci una deliziosa pizza!

L’impasto è Il segreto per una buona riuscita!

Questo è un impasto tradizionale che non è adatto ai celiaci ovviamente, ma gli intolleranti al lattosio possono prepararla e mangiarla con serenità.

ingredienti  per 4 persone:

  • 500 g di farina di semola rimacinata di grano duro
  • 10 g di lievito di birra
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 250 ml di acqua

Preparazione:

Mettete la farina a fontana su di una spianatoia o un piano da lavoro e al centro versatevi metà dell’ acqua e cominciate ad impastare con le mani.

Intiepidite l’acqua rimasta e fate sciogliere il lievito poi versatelo nella farina e continuate ad impastare, aggiungendo il sale e l’olio, fino a che il composto risulterà liscio e compatto.

Formate 4 panetti, poneteli su un tagliere e lasciateli lievitare coperti da un telo pulito per 2 ore circa.

Re-impastate singolarmente i panetti lievitati e stendeteli, formando dei cerchi, e condite a vostro piacere.

Cuocete in forno caldo per 15 minuti.

Se volete fare una pizza senza lievito e senza glutine, lattosio e a basso contenuto di nichel  provate questo impasto:

Ingredienti per 4 persone

  • 2 tazze di farina di amaranto
  • 1 tazza di acqua tiepida
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

In un recipiente mescolate tutti gli ingredienti con le mani e se la pasta si appiccica, aggiungete un po’ di farina di amaranto.

Lavorate bene l’impasto fino a quando non sarà bello morbido ed elastico. Stendete nella teglia leggermente oleata e lasciatela riposare nel forno spento, lontano da correnti d’aria per circa 1 ora.

A questo punto, condite a vostro piacimento e infornate a 250 gradi. Quando mancano 5 minuti prima della fine della cottura aggiungete la mozzarella e rimettete in in forno per ultimare la cottura.


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


TI POTREBBE INTERESSARE

0 commenti su “L’impasto è Il segreto per una buona pizza!

  • Lun 14 Set 2015 | Mario ha detto:

    ma perché la pizza con la farina di grano duro??

    • Lun 14 Set 2015 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Mario questa è una pizza non adatta ai celiaci o agli intolleranti al glutine ed è preparata per chi ha problemi di intolleranza al nichel e abbiamo provato a farla cosi

  • Sab 25 Giu 2016 | anna maria ha detto:

    ciao Tiziana, io uso spesso le farine di amaranto, miglio, quinoa ma sono costretta a “taglierle” perche’ lasciano un restrogusto molto amaro. vedo che tu molte volte le usi “pure”.. a te non capita che il prodotto che ne esce e’ amaro??

    • Sab 25 Giu 2016 | anna maria ha detto:

      volevo scrivere “tagliarle”.. scusa

    • Dom 26 Giu 2016 | Tiziana ha detto:

      Anna Maria io adoro il retrogusto che lasciano sia l’amaranto che la quinoa. Se le piace tagliarla con qualche altra farina perchè no! Lo dica anche a me che provo.

  • Mer 15 Mar 2017 | irene ha detto:

    Salve Tiziana mi sto avvicinando da poco al mondo farine diverse(x intolleranze varie)
    Vorrei fare la tua pizza all amaranto ma non dici x quanto tempo deve cuocere, e a 250 gradi non è un po troppo?
    Spero mi illumini grazie in anticipo

    • Mer 15 Mar 2017 | Tiziana ha detto:

      Irene io ho alzato proprio il forno al massimo di 250 ed è venuta buona e croccante

  • Lun 5 Giu 2017 | VALENTINA ha detto:

    Buongiorno, ho provato a fare la pizza con la farina di Amaranto, eventulamente si puo’ aggiungere il bicarbonato per farla lievitare un po’, e se si come?

    • Lun 5 Giu 2017 | Tiziana Colombo ha detto:

      Onestamente non ho provato ma credo che mezzo cucchiaino nell’impasto possa funzionare! fammi sapere

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti