logo_print

Triglie al forno su scarola: giusto di gusto e benessere 

triglie al forno su scarola
Stampa

Triglie al forno su scarola: tanto gusto

Con la ricetta della triglie al forno su scarola, preparare il pesce non sarà più un problema. Si tratta, infatti, di una pietanza semplice da elaborare e che, con pochi ingredienti,  riuscirà a mantenere intatto  il sapore inimitabile  delle triglie.

Il tutto, inoltre, viene arricchito da una salsina a base di acciughe, scarola e capperi. Ovviamente, on è un piatto per vegani e vegetariani ma è ideale per chi è intollerante al lattosio e al glutine, visto che on vengono utilizzati prodotti a base di latte o alimenti con glutine. Si tratta, insomma, di una pietanza che metterà d’accordo tutta la famiglia e che potrà convincere anche I più piccoli a mangiare il pesce, indispensabile all’interno della dieta dei bambini. 

La triglia: sana e leggera

Le triglie sono pesci piuttosto comuni nel nostro Mar Mediterraneo e, per questo, sono ampiamente utilizzate nella gastronomia italiana. Questo pesce di acqua salata ha un gusto piuttosto deciso e non ha bisogno di condimenti particolarmente elaborati. La carne di questo pesce è particolarmente digeribile e piuttosto magra, per cui viene consigliata nelle diete ipocaloriche. 

Come altri tipi di pesce, anche la triglia contiene una buona dose di Omega-3, un acido grasso indispensabile per a nostra salute. Oltre a essere ricco di proteine, questo pesce contiene sali minerali come lo zinco, il selenio o il ferro e un contenuto non trascurabile di vitamine, come quelle del gruppo B. triglie scarola ver cl

Le proprietà della scarola

La scarola non è altro che un tipo di indivia, un vegetale piuttosto comune in Italia. Si consuma sia cruda, in insalata, per mantenere intatte tutte le sue proprietà, ma anche cotta, come nel caso della ricetta delle triglie al forno su scarola. Spesso, infatti, viene utilizzata come ripieno in diversi piatti a base di carne o di pesce. 

La scarola è un ortaggio composto principalmente da acqua e fibre e, per questo, è un alimento dietetico. Si tratta, inoltre, di un ingrediente che aiuta a controllare il senso di sazietà. Contiene, infine, buone dosi di sali minerali, come il potassio e il calcio, e di vitamine, come la A o la K. 

Ed ecco la ricetta delle Triglie al forno su scarola

Ingredienti per 4 persone:  

  •  600 di triglie già ben pulite
  • 2 cespi di scarola riccia
  • 2 cucchiai di olive nere
  • 2 cucchiai di capperi
  • 8 filetti d’acciuga sott’olio ben scolati
  • 2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva 
  • q.b. sale e pepe

Preparazione 

Fate scaldare l’olio in una padella e unite olive, capperi e 4 filetti d’acciuga. Lasciate rosolare brevemente. Aggiungete la scarola mondata, lavata e senza la parte finale più dura. Lasciatela appassire bene e spolverizzate con un pizzico di sale e una presa di pepe.

Farcite le triglie con parte di questo mix, sistematele in una teglia e chiudete con carta da forno utilizzandola come se fosse un cartoccio.

Lasciate cuocere per 15 minuti a 180°C. Frullate il mix rimasto con le acciughe che non avete utilizzato precedentemente e servite le triglie in tavola con questa salsina, da versare sul fondo del piatto. 


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


06-09-2018
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti