bg header
logo_print

Gamberi al curry: sfizioso sapore orientale!    

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

gamberi al curry
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (2 Recensioni)

Per gli amanti delle spezie un buon piatto di gamberi al curry

I gamberi al curry si presentano come una ricetta facile da preparare e gustosa da assaporare. Si preparano in poco tempo e ci regalano un’esperienza culinaria unica. Nutrienti e deliziosi, i gamberi sono apprezzati anche dai bambini e i benefici di questo alimento sono a dir poco innumerevoli. Questo piatto è perfetto in estate e anche in inverno, in primavera e in autunno… Pertanto, non esitate a portarlo in tavola!

La ricetta dei gamberi al curry è ispirata all’India e ai suoi sapori, o comunque ai Paesi orientali che, come noto, usano sapientemente le spezie. Provandola, vi renderete conto che ne sarà valsa la pena!

Ricetta gamberi al curry

Preparazione gamberi al curry

  • Pulite i gamberi, conservando le teste per il fumetto. Marinate i gamberi con tutte le spezie e un cucchiaio della crema di zenzero e aglio.
  • Nel frattempo, preparate il fumetto. In una pentola, fate un soffritto con carota, sedano e cipolla tritati, aggiungete un filo d’olio e le teste di gamberi.
  • Aggiungete un bicchiere d’acqua e lasciate bollire per una mezz’oretta. Se necessario, aggiungete altra acqua. Filtrate e tenete da parte.
  • Lavate, mondate e tagliate il pak choi. In una padella, versate un cucchiaio di crema di zenzero e aglio, e aggiungete il pak choi.
  • Lasciate soffriggere per qualche minuto prima di aggiungere i gamberi.
  • Scottate su entrambi i lati e aggiungete il fumetto. Proseguite la cottura per circa 2 minuti e poi impiattate.

Ingredienti gamberi al curry

  • 20 gamberi argentini
  • verdure per soffritto (carota sedano e cipolla)
  • 4 cucchiai di spezie (curry paprika e cumino)
  • 1 cucchiaino di peperoncino tritato (facoltativo)
  • 1 cespo di pak choi
  • 4 cucchiai di salsa allo zenzero

Parliamo degli ingredienti principali di questi gamberi al curry

Iniziamo dal curry, la spezia principale e co-protagonista di questa pietanza. Per chi non lo sa, la parola “curry” deriva dalla termine indiano “cari“, che significa zuppa. Per l’appunto, abbiamo a che fare con un mix di spezie perfettamente miscelate: cumino, pepe nero, cannella, noce moscata, peperoncino, coriandolo, curcuma, zenzero, chiodi di garofano, fieno greco, cardamomo e zafferano. Grazie all’utilizzo di tale spezia, il piatto dei gamberi al curry fornisce al nostro organismo tantissimi benefici.

Infatti, il curry vanta proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Inoltre, protegge lo stomaco, favorendo una buona digestione, e previene l’affaticamento del fegato proprio durante le fasi digestive. Da un punto di vista nutrizionale, bisogna dire che un pasto a base di gamberi al curry ci permette di contare altresì sulla composizione dei crostacei stessi: sono ricchi di omega 3 e omega 6, e contengono buone dosi di proteine, ferro e calcio.

Tutto il gusto dei gamberi

I gamberi sono tra i crostacei più utilizzati in cucina. Presentano una polpa morbida, che sa di mare ma esprime anche delicate note lipidiche. Sono anche molto versatili, in quanto danno il meglio sia nelle ricette povere di condimenti che in quelle più speziate, come la ricetta dei gamberi al curry.

I gamberi sono anche validi dal punto di vista nutrizionale: contengono pochi grassi (di tipo omega tre, che fanno bene al cuore) ed hanno un discreto apporto calorico, che non supera le 85 kcal per 100 grammi. Inoltre, sono proteici, ricchi di fosforo (sostanza che fa bene al cervello) e di vitamina D, essenziale per il sistema immunitario.

I gamberi contengono anche colesterolo, dunque devono essere consumati con estrema prudenza da chi soffre di colesterolemia alta. Per la precisione contengono 120 mg di colesterolo per etto, un valore in sé abbastanza elevato, ma inferiore a quello di tanti altri alimenti (ad esempio le uova).

Cos’è il pak choi

A contrassegnare questi gamberi con il curry come piatto orientale interviene il pak choi, un alimento molto consumato in Cina e in generale nell’Estremo Oriente. E’ chiamato anche cavolo cinese, in quanto fa parte della famiglia delle brassicaceae ed è simile al cavolo mediterraneo, sebbene il sapore sia diverso. Il pak choi è dolce, delicato e allo stesso tempo intenso e in grado di richiamare alle note aromatiche della senape.

In occasione di questa ricetta il cavolo cinese viene aggiunto al soffritto, dove verranno rifiniti i gamberi, in modo da trasmettere in maniera efficace il suo sapore.

Il cavolo cinese è interessante anche dal punto di vista nutrizionale. E’ poco calorico, ricco di vitamina C e potassio. E’ anche ricco di betacarotene, sostanza che funge da catalizzatore per l’assorbimento della vitamina A, a sua volta essenziale per la pelle e per la vista. Il betacarotene è anche un buon antiossidante, dunque agisce in funzione antitumorale.

Come preparare la salsa allo zenzero?

La lista degli ingredienti dei gamberi al curry comprende anche la salsa allo zenzero. Si tratta di un intingolo aromatico che può fungere da condimento, un ruolo che in effetti esercita in questa ricetta. Lo zenzero viene posto sul soffritto poco prima di aggiungere i gamberi.

La salsa allo zenzero è molto semplice da preparare, basta frullare insieme l’aglio, lo scalogno e lo zenzero pelato, aggiungendo via via tutto l’olio necessario. Lo scopo è quello di creare una salsa cremosa e omogenea, di colore tendente al bianco e al giallo.

Lo zenzero è una spezia preziosa in cucina, per quanto estremamente caratterizzata. Dal punto di vista organolettico può essere abbinata anche agli ingredienti dolci, ma è allo stesso tempo molto pungente. Esercita, poi, una blanda funzione terapeutica, in quanto lo zenzero è ricco di antiossidanti che aiutano a guarire dalle infiammazioni o ad alleviare il dolore.

Ci va il piccante nei gamberi al curry?

Ci va il peperoncino nei gamberi al curry? Come nella stragrande maggioranza delle ricette il piccate è facoltativo. A parere mio apporta un buon contributo, non solo in termini di vivacità ma anche di sapore. Ovviamente fate attenzione alle quantità e alla varietà di peperoncino. Scegliete in base al grado di tolleranza dei vostri commensali, il rischio di rendere il piatto semplicemente immangiabile è dietro l’angolo.

Un buon compromesso, in termini di varietà, è fornito dai peperoncini calabresi. Questo tipo di peperoncini sono meno piccanti rispetto alle tante varianti sudamericane. Al netto di ciò, il peperoncino vanta un discreto profilo nutrizionale grazie all’ottimo apporto di capsaicina, una sostanza responsabile del piccante ed anche un formidabile antiossidante.

Il peperoncino contiene anche un altro antiossidante, la vitamina E, che impatta positivamente sulle difese immunitarie.

Tante spezie per un piatto davvero sfizioso

Come ogni ricetta orientale che si rispetti, quella dei gamberi al curry fa affidamento a molte spezie. Le spezie – peperoncino compreso – vengono impiegate non già per condire il piatto, bensì per preparare i gamberi marinandoli per bene. Così facendo si regala al crostaceo un sapore più vivace e variegato, preparandolo al meglio alla cottura. Di quali spezie stiamo parlando? Le spezie in gioco sono il curry, il cumino, la paprika dolce e i chiodi di garofano. Potete però aggiungerne altre, secondo i vostri gusti e in base al risultato finale che intendete ottenere.

Del curry abbiamo già parlato, quindi è bene sorvolare. Del cumino, invece, possiamo menzionare il sapore vagamente dolce, che esalta le note delicate del gambero. Ad alcuni il cumino ricorda i semi di finocchio, anche se in realtà non è altrettanto intenso. Alla luce di ciò, il cumino è una grande risorsa in cucina: può essere impiegato per le marinature (come avviene in questo caso), per i condimenti veloci e per l’aromatizzazione delle zuppe, delle minestre e dei composti. Quasi sempre delizia per le sue note aromatiche e per la capacità di legarsi a una vasta gamma di ingredienti.

Siete pronti per gustare un buon piatto di gamberi al curry?

Insomma, si tratta proprio di due alimenti unici e, se poi contiamo che i gamberi contengono i “grassi buoni” per il cuore e, grazie ai loro nutrienti favoriscono l’eliminazione di tossine del nostro organismo, ne siamo di certo ancor più convinti… non è vero? I gamberi al curry sono dunque un goloso piatto benefico!

Si tratta di una ricetta che, inglobata ad altri elementi come il riso, può diventare un piatto unico e completo, ideale per cenare o pranzare restando leggeri. Il piatto, come detto è molto semplice da preparare e veloce nella sua realizzazione e, a piacere, si possono creare numerose varianti, pur sempre continuando ad avere un pasto senza glutine e senza lattosio. Che dire di più? I gamberi al curry sono una pietanza davvero speciale… Che aspettate a portarla in tavola?

FAQ sui gamberi al curry

Cosa cambia tra gamberi e gamberetti?

Il sapore è simile ma ovviamente cambiano le dimensioni e in parte l’anatomia. Le proprietà nutrizionali sono sostanzialmente identiche.

Quali sono i gamberi più pregiati?

Tra i gamberi più pregiati spicca il gambero Rosso di Mazara del Vallo. Il sapore è dolce e delicato, ma abbastanza aromatico da emergere anche al cospetto dei condimenti più pesanti.

Quanto colesterolo hanno i gamberi?

Un etto di gamberi contiene 0,16 grammi di colesterolo. Può sembrare tanto, ma in realtà si tratta di una quantità gestibile, basti pensare che un etto di uova ne contiene quasi il doppio.

Quanti minuti devono bollire i gamberi?

I gamberi cuociono in poco tempo, in acqua bollente sono sufficienti giusto un paio di minuti Tuttavia, in questa ricetta, vengono semplicemente ripassati in padella sul soffritto e con la salsa allo zenzero.

Ricette con gamberi ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Gamberi al curry: sfizioso sapore orientale!    

  • Sab 22 Gen 2022 | Alida ha detto:

    Veramente molto, ma molto, anzi moltissimo interessante e intrigante leggere e provare le vostre ricette. Grazie mille

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spezzatino di alce

Spezzatino di alce, un gustoso secondo di selvaggina

Cosa sapere sulla carne di alce Al netto degli ingredienti a supporto, che pure non mancano, la vera protagonista di questo spezzatino è la carne di alce. Si tratta di una carne particolare per...

Jalapenos Ripieni

Jalapenos ripieni, un delizioso piatto messicano

Il jalapeno, un peperoncino da scoprire La ricetta dei jalapeno ripieni ci danno modo di parlare di questo tipo di peperoncini di media grandezza e di colore rosso o verde, inoltre sono abbastanza...

Suovas di renna

Suovas di renna, la carne essiccata della cucina...

Di cosa sa la carne essiccata di renna Rispondo a una domanda che vi sarà di sicuro venuta in mente, ossia di cosa sa la carne di renna essiccata (o suovas di renna)? Ebbene il sapore è difficile...