Colazione vegetariana: crepes e succo di clorella

Colazione vegetariana
Stampa

Alla scoperta della colazione vegetariana. La colazione è il pasto più importante di tutta la giornata, è un momento fantastico che va goduto a pieno.  Ecco come portare in tavola delizie adatte anche per vegetariani.

Chi fa questa scelta alimentare, qualunque sia la ragione, può iniziare la giornata con gusto scegliendo cibi adatti, senza sacrificare in alcun modo la salute. Oggi molti brand hanno sviluppato una sensibilità particolare nei confronti del mercato dei vegani e dei vegetariani, motivo per cui oggi è molto più facile trovare soluzioni utili completamente vegetali.

Prima colazione vegetariana e proteica: un elisir di salute davvero speciale

Quando si parla di prima colazione  vegetariana è bene chiamare in causa anche la questione dell’apporto di proteine. Perché è importante? Per il semplice fatto che, tenere bassa la quantità di zuccheri assunti nel corso del primo pasto della giornata, è utile per evitare picchi glicemici e per scongiurare il rischio di attacchi di fame dovuti all’eccessiva produzione d’insulina da parte del pancreas.

Chi ha deciso di abbracciare un’alimentazione  vegetariana ha ancora più vantaggi al proposito, in primo luogo perché sono numerose le soluzioni vegetali e proteiche. Nella colazione andrebbero intodotti sempre carboidrati, proteine e vitamine come ad esempio: un po’ di latte di quinoa per la parte proteica, un frutto o un frullato per le vitamine e una crostata veg con marmellata fatta in casa per l’apporto di carboidrati

Tra queste alternative, congeniali anche in caso d’intolleranza al lattosio, è possibile ricordare i semi di zucca, caratterizzati da proprietà benefiche importanti legati per esempio alla presenza di magnesio, un minerale che favorisce l’efficienza dell’attività cardiocircolatoria. Rilevante è anche la presenza di proteine digeribili, che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue. Possiamo considerare quando si parla di colazione  vegetariana ma anche proteica è possibile includere anche i pinoli, caratterizzati da un apporto proteico superiore a quello di una bistecca.

pane integrale

Colazione vegetariana? Spazio al pane integrale

Non è possibile elencare le delizie di una colazione vegetariana senza considerare i benefici del pane integrale.

I vantaggi della sua assunzione sono noti: grazie alla presenza di fibre si assiste infatti a dei benefici importanti riguardanti la regolarità intestinale, ma anche la velocità di assorbimento degli zuccheri nel sangue, che viene sensibilmente rallentata.

Non c’è che dire: una colazione che comprende una bella fetta di pane integrale spalmata con confettura fatta in casa e qualche seme di zucca è un modo fantastico per iniziare la giornata immagazzinando l’energia per affrontare tutti gli impegni e scongiurando gli attacchi di fame nelle ore successive.

Una colazione vegetariana senza rinunciare ai giusti nutrienti

Sempre più persone fanno la scelta di seguire una dieta vegetariana, evitando di consumare carne, pesce e derivati. È possibile preparare una colazione vegetariana senza dover rinunciare a nessun nutriente indispensabile per il nostro organismo. Possiamo trovarli altrove, essendo una necessità di tutti seguire una dieta equilibrata e completa, partendo appunto dal primo pasto della giornata.

Carboidrati complessi e proteine sono alla base, immancabili devono essere anche le fonti di fibre e una porzione, seppur non eccessiva, di zuccheri e grassi, che devono fungere da riserva in caso di necessità per il nostro organismo. Per la nostra colazione vegetariana abbiamo scelto di proporre delle crepes con farina di castagne farcite con crema di cioccolato  e frutti rossi, fette biscottate alla canapa con marmellata di arance e succo di clorella.

Le crepes per iniziare bene la giornata

Uno degli alimenti protagonisti di questa ricetta sono le crepes, conosciute anche in Italia come crespelle. Si tratta di una preparazione piuttosto semplice, veloce e con pochi ingredienti. In questo caso, la ricetta che vi propongo ha ancora meno ingredienti e la farina di grano viene sostituita da quella di castagne, alimento gluten free e adatto agli intolleranti al glutine.

clorella

Il vantaggio delle crepes è quello di poter accogliere ogni tipo di farcitura, da quelle salate a quelle dolci. Nella nostra colazione vegetariana aggiungeremo una crema di cioccolato  e una cascata di frutti rossi ricchi di antiossidanti e che apporteranno fibre, vitamine e sali minerali al nostro pasto.

La farina di canapa e il succo di clorella

Oltre alle crepes, la colazione verrà completata dalle fette biscottate alla canapa con marmellata di arance. La farina di canapa viene sempre più utilizzata come ingrediente sostitutivo nella dieta pensata per i celiaci in quanto è un alimento privo di glutine. In più, è una farina meno calorica rispetto a quella di grano ed è ricca di omega 6 e omega 3.

Una bevanda consigliata per accompagnare questa colazione vegetariana è il succo di clorella. Si ricava da un’alga, chiamata clorella, presente soprattutto nelle acque dolci e che è utile all’organismo in quanto svolge una funzione depurativa, favorendo l’espulsione di scorie e di metalli pesanti.

 

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


30-06-2018
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti