Latte di nocciole e anacardi, perfetto gli sportivi

Latte di nocciole e anacardi
Commenti: 0 - Stampa

Il latte che si ottiene dalle nocciole e dagli anacardi è molto buono e ricco di proprietà nutritive ed è perfetto per essere consumato dopo l’attività sportiva, a colazione o in qualsiasi altro momento della giornata in cui desideriamo un po’ di energia extra. Questi frutti sono fonti preziose di acidi grassi insaturi, gli omega 3, e contengono fibre e Sali minerali.

Purtroppo, il latte di nocciole e anacardi difficilmente lo troviamo in commercio, la soluzione migliore è, quindi, prepararlo in casa. Il procedimento è abbastanza semplice sia se utilizziamo un particolare elettrodomestico che ci aiuta a filtrare il liquido, sia se utilizziamo un normale scolino. In rete potete trovare un’infinità di ricette per la preparazione del latte che utilizzando uno solo dei frutti, oppure più di uno.

Preparando il latte in casa avrete la sicurezza di ottenere una bevanda 100% naturale che conserva tutte le proprietà nutritive senza l’aggiunta di coloranti, conservanti o altre sostanze indesiderate. Potrete godere, così, degli enormi effetti benefici di questi alimenti.

Sicuramente una dolce alternativa!

Nocciole e anacardi e, in generale, la frutta secca o col guscio, condividono la maggior parte delle caratteristiche nutrizionali. In primo luogo, sono un vero tocca sana per l’apparato cardiovascolare. Come accennato, la frutta secca è ricca di grassi monoinsaturi, gli Omega 3, e di grassi polinsaturi, gli Omega 6, che innalzando il livello del colesterolo HDL, quello buono, apportando notevoli benefici per il cuore.

Contribuiscono alla salute del cuore, anche il magnesio, un minerale prezioso per il corretto funzionamento dei muscoli, la vitamina B9 (l’acido folico) che riduce i livelli di omocisteina, una sostanza dannosa per le coronarie e, infine, l’arginina che, aiutando a mantenere l’elasticità dei vasi sanguigni, concorre a evitare la formazione di coaguli.

Nocciole, anacardi (e anche mandorle) sono ricche di vitamina E che, non solo aiuta a mantenere la salute delle pelle, ma è anche un alleato per la prevenzione di alcuni tipo di tumore. Quindi, mangiando frutta con guscio ci proteggiamo dal precoce invecchiamento della pelle e dagli effetti collaterali dei raggi ultravioletti e aiutiamo il nostro organismo a prevenire la formazione di patologie tumorali.

Prima di avventurarvi nell’acquisto o nella preparazione fai da te del latte di nocciole, anacardi, è bene sapere che, come potete immaginare, visto il contenuto calorico elevato della frutta col guscio, non è una bevanda tra le più leggere. Inoltre, le allergie da frutta secca/col guscio sono in crescita in tutto il mondo, state dunque molto lontani dal latte se già avete scoperto di essere intolleranti. Se, invece, bevendolo avvertite disturbi anche di modesta entità, rivolgetevi al vostro medico.

Ingredienti:

  • 150 g di nocciole
  • 50 gr. di anacardi
  • 1 l di acqua

facoltativo: dolcificante naturale come miele, sciroppo d’acero o agave

Preparazione:

Mettete le nocciole e gli anacardi sgusciati in ammollo nel litro d’acqua. Lasciatele per circa 10 minuti.

Riempite una pentola o un altro recipiente e versateci dentro l’acqua con le nocciole. Poi frullate il tutto con un frullatore a immersione. Una volta ben amalgamato, lasciate riposare per altri 5-6 minuti.

Imbottigliate filtrando con un colino a trama fine o un canovaccio. Strizzate bene per recuperare tutto il liquido. Il latte si conserva in frigo per 3-4 giorni. A piacere si può dolcificare.

La purea residua può essere utilizzata in cucina per preparare altri piatti, per esempio biscotti, torte, creme o altro ancora

Rinfrescarsi con il frullato di pere con latte di nocciola e anacardi

Il frullato di pere con latte di nocciola rappresenta un modo del tutto alternativo di consumare le nocciole, appartenenti alla categoria della frutta secca, ormai da tutti rinomata come una delle più nobili e ricche fonti di antiossidanti e di Omega 3 esistente in natura.

Trattasi di una delle bevande in assoluto più originali e cariche di gusto, pensata per coloro che non amano i sapori fruttati, bensì quelli a base di latte. D’altronde, anche i gelati sono così suddivisi: esistono quelli a base di frutta e quelli a base di latte, frutta secca, cioccolato, cacao…. così da accontentare i gusti di tutti.
Frullato di pere con latte di nocciole

Frullato di pere, l’insospettabile miniera di Omega 3

Le nocciole sono estremamente ricche di grassi insaturi e, soprattutto, di fitosteroli, delle sostanze queste ultime indicate per la prevenzione delle malattie cardiache e circolatorie, che ne fanno uno degli alimenti più consigliati a chi ha problemi di cuore, capillari rotti e vene varicose.

Il frullato di pere con latte di nocciola e anacardi è altresì ricco di magnesio e di Omega 3 utili per la prevenzione del cancro e per la salute di pelle, capelli ed ossa. Grazie all’alta presenza di vitamina B contenuta nelle nocciole, questo frullato si rivela un coadiuvante, oltre che per la salute del corpo, anche per quella dello spirito, visto che la scienza attribuisce a questa vitamina la capacità di favorire l’equilibrio del nostro sistema nervoso.

Le nocciole, grazie al loro alto contenuto di fibre, favoriscono la digestione ed il transito intestinale, oltre ad aiutare il metabolismo. Quello che meraviglia a livello nutrizionale è la loro alta concentrazione di vitamina E, il più potente antiossidante presente in natura, in grado di rallentare l’invecchiamento precoce e contrastare la funesta azione dei radicali liberi.

Tutto il buono della terra nel frullato di pere con latte di nocciola

Altro magico ingrediente di questo straordinario frullato è la pera, frutto d’eccellenza per chi soffre di stitichezza e di problemi intestinali. Questo frutto, notoriamente ricco di fibre, si rivela per di più un ottimo alleato nella lotta contro il colesterolo, oltre ad offrire benefici a tutti coloro che soffrono di diabete. Che autunno sarebbe senza le pere?

Questo frullato vede unito, alla ricchezza di fibre, antiossidanti, vitamina E ed Omega 3 contenuti rispettivamente nelle pere e nelle nocciole, il grande, irrinunciabile apporto di calcio di cui il latte è naturale riserva. Di tutto un po’ insomma, affinché al nostro organismo non manchi proprio nulla.

Non è consigliato il consumo a chi ha problemi di intolleranza al nichel se non inserito in una dieta a rotazione programmandolo una volta al mese

Ingredienti per 3 persone

  • 300 gr di pere pulite
  • 200 dl di latte alle nocciole e anacardi
  • 1 rametto di timo fresco (solo le foglioline)
  • 1 cucchiaio di sciroppo di agave

Preparazione

Pulire le pere levando torsolo, picciolo e buccia. Tagliate i frutti a pezzi grandi. Nel bicchiere da frullatore unite tutti gli ingredienti. Frullate. Versate il frullato in una brocca o direttamente nei bicchieri. Decorate con qualche fogliolina di timo e fettine di pera sulla superfice del frullato.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

camomilla essicata e al naturale

Camomilla essiccata e al naturale, proprietà e usi

Le principali caratteristiche della camomilla Oggi vi voglio parlare della camomilla essiccata e al naturale, una delle piante officinali più apprezzate e conosciute, nonché un alleato preziosa di...

santolina

La santolina, una pianta aromatica dai mille usi

La santolina dal punto di vista botanico La santolina, o crespolina che dir si voglia, è una pianta arbustiva molto diffusa nei paesi che si affacciano sul mediterraneo. Si presenta con un fusto...

Datteri Mazafati

I datteri, uno dei frutti più buoni e...

Un po' di storia sul dattero Oggi parliamo dei datteri, uno dei frutti più particolari in assoluto. Sono particolari dal momento che fanno riferimento alla cultura araba e mediorientale, e per...

Formaggi vegetali,

Formaggi vegetali, non solo per i vegani

Cosa sono i formaggi vegetali? Per alcuni non dovrebbero essere nemmeno chiamati formaggi, per altri sono invece un’alternativa addirittura preferibile ai formaggi tradizionali. I formaggi...

sambuco

Sambuco, tante ricette facili con questa pianta

I principali utilizzi del sambuco Il sambuco è una pianta tra le  più conosciute e utilizzate non solo dall’industria alcolica, che ne ricava un famoso liquore, ma anche in erboristeria, nella...

29-07-2014
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti