L’alga Clorella per eliminare i metalli pesanti

Viviamo continuamente sotto attacco dei metalli pesanti tossici senza rendercene conto, per questo dobbiamo difenderci. Come? Ancora una volta la natura ci viene in aiuto fornendoci un rimedio naturale e sorprendentemente efficace per eliminare i metalli pesanti dal nostro corpo: l’alga clorella.

Sostanze chimiche, OGM, inquinanti ambientali, l’uso del mercurio negli impianti dentari nonché il consumo di pesce avvelenato come il salmone, sono solo alcuni esempi di come entriamo in contatto attraverso il cibo e l’ambiente dove viviamo con metalli pesanti tossici, ad esempio cadmio, mercurio, arsenico, antinomie e piombo.

L’accumulo di queste sostanze può aumentare drammaticamente il rischio di sviluppare numerose malattie gravi come autismo, il morbo di Alzheimer, cancro, disturbi della tiroide e un’infinità di disturbi immuno-correlati.

Ecco perché è importante in primo luogo evitare il più possibile di assumere tossine e, poi, disintossicare l’organismo. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che l’alga Clorella, una microalga unicellulare, è assolutamente adeguata a questo scopo.

La struttura molecolare unica della Clorella permette di legarsi ed eliminare i metalli pesanti, tra cui il cadmio, mercurio, arsenico, antinomie e il piombo.

La sua peculiarità, che ha suscitato l’interesse dei ricercatori, è, tuttavia, la capacità della Clorella di legarsi esclusivamente ai metalli nocivi e non ai minerali essenziali come calcio, zinco e manganese, quasi come se l’alga sapesse quali sostanze sono utili per l’organismo e quali invece sono da eliminare.

Ma questa piccola alga nasconde dentro di sé numerose altre proprietà; oltre ai suoi poteri disintossicanti, la clorella può aiutare a ridurre il grasso corporeo, il colesterolo e la pressione sanguigna e, inoltre, aiuta a ripulire il sistema escretore (l’apparato che elimina dai fluidi corporei i cataboliti, prodotti di scarto del metabolismo cellulare).

Oltre a tutti questi sorprendenti benefici, non bisogna dimenticare che l’alga clorella è un superfood, tant’è che è utilizzata dalla NASA come fonte di cibo.

È composta al 50 per cento di proteine, contiene grandi quantità di vitamina C e carotenoidi antiossidanti, ferro, vitamina K e vitamine del complesso B.

La clorella può essere utilizzata per migliorare i livelli di proteine e vitamina B, è quindi, ideale come integratore nelle diete di vegani e vegetariani.

A questo punto vi chiederete dove la trovo e come la utilizzo. La clorella è spesso disponibile in erboristeria sotto forma di compresse, oppure in polvere o liquida.

La polvere può essere impiegata nelle ricette per il pane o biscotti, aiuta a mascherare il gusto, non proprio piacevole; potete anche mescolare la clorella in polvere nella vostra bevanda preferita. o mischiata allo yogurt.

Non sono note delle controindicazioni e tossicità nell’uso della Clorella, l’importante è sempre attenersi alle dosi consigliate.

L’unico neo riscontrato è lo iodio che può contenere e che potrebbe causare una reazione allergica in persone che sono sensibili allo iodio stesso. Sarebbe meglio evitarne l’uso in gravidanza e in allattamento.

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *