Flan di radicchio tardivo con scaglie di fondente

flan di radicchio tardivo
Commenti: 0 - Stampa

L’alta cucina direttamente sulle nostre tavole!

La ricetta del flan di radicchio tardivo con scaglie di fondente e coulis di lamponi è semplice ma al contempo gustosa e in grado di conquistare tutti al primo assaggio. Dotato di un gusto agrodolce dato dal particolare accostamento tra radicchio, lamponi e fondente , questo piatto sorprenderà i tuoi ospiti e vi farà fare un figurone!

Se preparata in porzioni minime, si tratta di una ottima pietanza da servire in un buffet o come antipasto durante le occasioni speciali, ma può anche rappresentare una seconda dall’originale e interessante. Perciò, avrete un fare una ricetta molto versatile. Con questi deliziosi presupposti, vediamo quali sono le sue principali caratteristiche e come prepararla a casa.

Un pasto originale dall’alto valore nutrizionale

Questo piatto è davvero originale dal punto di vista del gusto. Non credete? Infatti, è composto da ingredienti così diversi tra loro che forse mai avremo pensato di abbinare … ma che, se accostati insieme sapientemente, creano un’esplosione di unici e piacevoli sapori! In pratica, è una ricetta in grado di conquistare anche coloro che sono sceptici riguardo agli accostamenti culinari dolce / salato. Avete voglia di assaporarla?

Tuttavia, sappiate che il flan di radicchio tardivo con scaglie di fondente e coulis di lamponi non si distingua però solo da punto di vista del suo sapore inconfondibile: è al contempo un pasto molto ricco persino in termini nutrizionali. Il radicchio apporta al corpo umano grandi quantità di minerali, tra cui potassio, manganese, rame, calcio, zinco, fosforo, ferro e sodio. Per quanto riguarda le vitamine, in questa pietanza troviamo invece quelle del gruppo B, la vitamina C, E e K.

Nella squisita coulis di lamponi , che accompagna il flan di radicchio tardivo, è presente una sostanziale dose di vitamina C , dall’azione antivirale, antinfiammatoria e antiossidante … A questo punto, dovreste anche sapere che questo piatto non è particolarmente calorico e, di conseguenza, può essere consumato persino quando si segue una dieta povera di grassi.

Flan di radicchio tardivo con scaglie di fondente e coulis di lamponi: una prelibatezza per tutti

Vieni per capito, abbiamo un che fare con un piatto adatto a tutti, molto speciale e raffinato. Perfetto anche per chi segue un regime alimentare vegetariano, possiamo gustarlo in ogni momento dell’anno e apprezzarne ogni peculiarità, nonché la sua nutrizione nutriente. Ideale per le occasioni speciali, può rivelarsi un toccasana per la salute e per il palato dei tuoi amici, familiari e ospiti.

Perciò, se hai deciso di portare in tavola la ricetta del flan di radicchio tardivo con scaglie di fondente e coulis di lamponi al più presto, adesso sai tutto a riguardo e non c’è altro che prendere nota della lista degli ingredienti, fare una spesa consapevole composta da ingredienti genuini e di qualità e mettervi all’opera!

Ed ecco la ricetta del Flan di radicchio tardivo con scaglie di fondente

Ingredienti per 4 persone

  • 2 cespi di radicchio tardivo trevigiano
  • 2 patate medie a pasta gialla
  • sale e pepe un mulinello
  • 30 gr di zucchero semolato
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 80 gr di cioccolato fondente
  • 1 ciuffo di maggiorana
  • 2 albumi
  • 1 vaschetta di lamponi
  • 30 gr di burro chiarificato

Preparazione

Lavate e mescolate il radicchio, tagliatelo a pezzi grossolani e fatelo stufare in padella con una noce di burro e un cucchiaio di sughero semolato. Fatelo caramellare e levatelo dal fuoco.

Mescolare le patate in acqua salata e schiacciatele per ottenere una purezza omogenea.

Frullate grossolanamente il radicchio con un frullatore ad immersione di qualità e aggiungete in una ciotola la purè di patate. Amalgamate bene il composto e aggiungete i 2 albumi montati a neve ben ferma e il cioccolato a scaglie.

Mettete il composto in 4 stampi di crema caramello usa e getta e infornate per 15 minuti a 180 °.

Frullate i lamponi con il resto dello zucchero, fino ad ottenere una crema di lamponi.

Versare un cucchiaio di crema di lamponi al centro del piatto e riposare su di essa il tortino ben caldo.

5/5 (458 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Polenta fritta

Polenta fritta, un eccellente piatto di recupero

Polenta fritta, un’idea semplice da fast food La polenta fritta è uno splendido esempio di cucina di recupero, infatti si prepara con gli avanzi della polenta, che vanno tagliati a fette o a...

Camembert al forno con timo e miele

Camembert al forno con timo e miele, ricetta...

Camembert al forno con timo e miele, un gradevole mix di sapori Il camembert al forno con timo, miele e noci è una ricetta della tradizione francese, nonché un’ottima idea per valorizzare uno...

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


21-01-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti