Flan di bietole, un modo insolito di mangiare verdura

Flan di bietole

Se non siete fan delle verdure, provate il flan di bietole!

Il flan di bietole è semplicissimo da preparare e cambia un po’ il modo di mangiare le solite bietole! Il suo aspetto e il profumo sono così coinvolgenti che resistere a questo piatto è quasi impossibile. In alcuni momenti, sono arrivata a odiare questo alimento assieme alla farina di riso…. Però, devo dire che questi flan vanno bene per tutti!

Purtroppo, la bietola è un alimento fondamentale per la nostra nutrizione, in quanto povera di grassi e ricca di vitamine, fibre e sali minerali. Quindi, non dobbiamo farcela scappare! Dovremo portarla in tavola molto frequentemente e, quando ci annoia, è necessario trovare nuove idee, proprio come quella che vi propongo oggi. Prima di assaporarla, andiamo a scoprire quali sono le altre ragioni per introdurre questo alimento all’interno delle nostre sane abitudini alimentari.

La bietola e le sue peculiarità…

Come vi ho appena anticipato, si tratta di una verdura quasi totalmente priva di grassi, ricca di acqua e di vitamina A, K e C; di beta-carotene, magnesio, ferro e potassio. La bietola ha proprietà rinfrescanti, lassative, emollienti e antianemiche. La nutrizionista non la consiglia però per chi soffre di problemi renali ed ipertensione, in quanto contiene anche un’elevata quantità di acido ossalico e sodio.

Ha un apporto calorico davvero basso: è infatti pari a circa 25 calorie per 100 grammi. Oltre che agli intolleranti, è consigliato persino durante le diete dimagranti. Con questa verdura protagonista del flan di bietole, possiamo insomma riempire i nostri menu e assaporarla con molta tranquillità, approfittando appieno di tutte le sue proprietà terapeutiche, nutrizionali e organolettiche.

Flan di bietole

Ricordate però che si tratta di una verdura che va acquistata freschissima e consumata in un brevissimo periodo tempo. Questo perché si sciupa rapidamente e lo capirete dalle foglie che appariranno appassite e dal gambo che perderà il suo colore bianco vivo.

La bontà del flan di bietole

Le erbette o bietole sono un ottimo sostituto a chi non può mangiare gli spinaci. Infatti, chi ha problemi di intolleranza al nichel, li sostituisce proprio con le bietole. Ci sono tante ricette che ci consentono di portare in tavola questo ortaggio, ma vi assicuro che quella di oggi è davvero speciale.

Oltre all’ingrediente principale, per la preparazione del flan di bietole, utilizzeremo altri alimenti nutrienti e proteici come la panna senza lattosio, il tuorlo d’uovo, la farina di riso e il Parmigiano Reggiano… Fatemi sapere se vi è piaciuto!

Ingredienti:

  • 300 gr. di erbette o bietole
  • 150 gr. di broccoli verdi
  • 150 gr. di broccoli colorati misti
  • 130 gr. di panna Accadi
  • 2 uova
  • 40 gr.  di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato
  • 2 dl di brodo vegetale
  • 4 cucchiai di olio allo scalogno
  • q.b. sale

Preparazione:

Lavate bietole e broccoli. Tagliate le bietole e i broccoli  a pezzetti e farli cuocere con l’olio alla scalogno e il brodo. Frullate. Aggiungete la panna e il parmigiano. Aggiustare di sale. Versare in uno stampo da plumcake imburrato. Cuocere a bagnomaria a 160° per 45 minuti.

Sbollentare i broccoli colorati in acqua salata e scolate. Decorate lo sformato con i broccoli colorati


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


16-04-2013
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti