Zampone con grissini di sfoglia e creme brûlé

zampone con grissini di sfoglia e creme brûlé di parmigiano
Commenti: 0 - Stampa

Ecco una ricetta originale e deliziosa

Lo zampone con grissini di sfoglia e creme brûlé di parmigiano è un piatto a dir poco particolare, semplice e nel contempo sofisticato. Ricco di sapori diversi che si uniscono perfettamente tra loro, ci regala una buona dose di energia e tanta soddisfazione a livello culinario. Ovviamente, questo non è tutto e, infatti, lo zampone è di per sé un alimento che porta in tavola la storia e la tradizione gastronomica del nostro territorio…

Le prime tracce di questo salume risalgono addirittura al 1500 quando, nella provincia modenese e più precisamente nell’area di Mirandola, venivano preparati i primi zamponi. Con il tempo, la produzione è diventata sempre più precisa ed elaborata, e ogni azienda ha dato uno speciale tocco distintivo al proprio prodotto. Oggi, useremo quest’ultimo per portare in tavola una ricetta sfiziosa, ma andiamo a scoprire tutto quello che dovremo sapere prima di portarla in tavola.

Zampone con grissini di sfoglia e creme brûlé di parmigiano

Lo zampone è fatto di fatto di carne, cotenna e grasso di maiale, che vengono macinati e mescolati insieme a tante spezie e ad altri ingredienti. A primo impatto, somiglia al cotechino, ma già al primo boccone si evince che si tratta di una preparazione molto più complessa. Per questi motivi, si tratta di un alimento che piace a moltissime persone e, anche se solitamente viene portato in tavola durante le festività natalizie, possiamo decisamente fare “uno strappo alla regola” e prepararlo più volte e in diversi modi.

Una delle ricette che vi consigliamo di provare è appunto quella dello zampone con grissini di sfoglia e creme brûlé di parmigiano, grazie alla quale potrete godere del sapore unico di questo insaccato, nonché di un valido apporto di proteine, ferro e vitamine del gruppo B. Tramite l’azione di questi nutrienti, potrete gioire di una sferzata di energia e persino aiutare l’organismo a sviluppare i muscoli, a rinforzare i tessuti e a salvaguardare la salute del sistema nervoso.

Tuttavia, anche se questi sono nobili presupposti, è necessario moderare le porzioni ogni qualvolta si decide di assaporare lo zampone. Infatti, questo alimento è estremamente carico di grassi saturi, colesterolo e sodio, e non contiene sostanze che aiutino a ridurne l’assorbimento. Perciò, con questa ricetta potrete portare in tavola un delizioso peccato di gola, ma non esagerate! Chi soffre di ipercolesterolemia e/o di ipertensione dovrebbe decisamente evitarlo.

Un piatto che fa gola!

Naturalmente, la combinazione di ingredienti è ben pensata e, pertanto, con questa ricetta potrete inoltre portare in tavola una buona dose di fibre presenti all’interno dei grissini. Queste sostanze aiuteranno l’organismo a ridurre l’assorbimento dei grassi apportati dalla porzione di zampone. Dobbiamo considerare anche che i grissini aggiungeranno al piatto una maggiore consistenza, che ci permetterà di saziarci senza esagerare con la gustosa carne insaccata.

E che dire dell’altra componente della ricetta dello zampone con grissini di sfoglia e creme brûlé di parmigiano? Quest’ultima aggiungerà un tocco di classe all’intero piatto, ma anche un valido apporto di proteine, minerali e vitamine. Pertanto, con questa prelibatezza concluderete il vostro pasto in bellezza e lascerete ogni ospite a bocca aperta!

Ed ecco la ricetta dello Zampone con grissini di sfoglia

Ingredienti per 4 persone

  • 1  Zampone

per la creme brule di parmigiano reggiano

  • 60 gr tuorli uovo
  • 250 ml di panna consentita
  • 40 gr di Parmigiano Reggiano stagionato 48 mesi
  • 30 gr di burro chiarificato
  • 50 gr di zucchero di canna
  • q.b. sale

per i grissini

  • 1 confezione pasta sfoglia consentita
  • 1 uovo intero
  • q.b. semi papavero
  • q.b. sale integrale

Preparazione zampone

Mettete lo zampone in una pentola con abbondante acqua fredda dopo averlo bucato con uno stuzzicadenti, portare  ad ebollizione e quindi cuocete a fuoco lento per 2 ore abbondanti.

Preparazione grissini

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Srotolate la pasta sfoglia e appiattitela con un mattarello. Tagliate a listarelle e disponete su di una teglia rivestita di carta forno distanziandoli.
Rompete l’uovo in una terrina e spennellateli. Cospargete con un pizzico di sale e i semi di papavero.
Cuocete per circa 8/10 minuti.

Preparazione creme brule

In una terrina sbattete i tuorli, aggiungete il Parmigiano Reggiano grattugiato, il sale, la panna e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Versate il composto in una cocotte e cuocete a bagnomaria in forno a 140° per 20/25 minuti.

Fate raffreddare a temperatura ambiente per un’ora. Una volta raffreddata, cospargete la crema ottenuta con dello zucchero di canna e caramellate con l’apposito cannello.

Una volta che avete tutte le preparazioni pronte assemblate il piatto.

5/5 (483 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Malandrone 1477

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta a strati della Befana

Torta a strati della Befana con caramelle

Auguriamoci buone feste con la torta a strati della befana! Questa torta a strati della befana è una meravigliosa ondata di zuccheri ed allegria. Già a vederla si scatena l’acquolina in bocca,...

Strudel della befana

Strudel della befana, quando la calza si fa...

Strudel della befana, un’idea simpatica per grandi e piccini Lo strudel della befana è un’idea creativa per festeggiare l’Epifania. E’ una pietanza riservata ai piccini, ovviamente, ma può...

Panna cotta con cardamomo e pere

Panna cotta con cardamomo e pere, un dolce...

Panna cotta con cardamomo, pere e cannella, un ottimo dessert La panna cotta con cardamomo, pere e cannella non è una panna cotta come le altre. Lo potete notare dalla foto, che rivela un impatto...

Casetta di pan di zenzero

Casetta di pan di zenzero, un dolcetto quasi...

Casetta di pan di zenzero, un dolce per la Befana La casetta di pan di zenzero è un dolce davvero particolare. Per capirlo è sufficiente dare un’occhiata alla foto: si tratta, infatti, di una...

Cheesecake alla melagrana

Cheesecake alla melagrana, gusto e colore a tavola

Cheesecake alla melagrana, una rivisitazione del classico dolce anglosassone La cheesecake alla melagrana è una variante leggermente diversa della classica cheesecake, dolce di origine anglosassone...

Hamburger di zampone

Hamburger di zampone, Capodanno in stile street food

Hamburger di zampone, un’idea simpatica L'hamburger di zampone è un idea sfiziosa per un capodanno diverso dal solito. Potrebbe essere considerato come un piatto capace di coniugare la tradizione...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


18-02-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti