bg header

Creme Brulée salata con parmigiano e finocchi

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Creme Brulee al parmigiano

Cercate una ricetta da portare in tavola? Creme Brulée salata

Pensando alla classica Creme Brulée ci immaginiamo un dolce molto sfizioso, ma che dire della Creme Brulée salata al parmigiano e finocchi? Ovviamente, si tratta di una ricetta molto diversa, dolce e allo stesso tempo salata.

Nel mondo, esistono tante varianti della pietanza originale e ognuna di esse offre un sapore unico e ingredienti diversi. Pertanto, se avete voglia di provare qualcosa di nuovo e speciale, non sottovalutate questa ricetta, i cui protagonisti sono appunto il parmigiano e i finocchi.

Entrambi questi ingredienti si uniscono tra loro creando un abbraccio di sapori unico e capace di conquistare chiunque. Si tratta di un antipasto di classe o di un contorno perfetto per una cena speciale: in ogni eventualità, sarà possibile fare una bellissima figura e soddisfare ogni singolo ospite.

Detto questo, andiamo a fare un piccolo viaggio attraverso le curiosità e la storia della Creme Brulé, fino ad arrivare agli ingredienti della gustosa variante che vi proponiamo.

Creme Brulée salata al parmigiano: piatto che conquista le tavole

La classica Creme Brulée non è altro che un dessert che vanta le sue origini francesi, sia per il nome che per il successo che ha ottenuto in tutto il mondo.

Questa pietanza nasce nel XVII secolo ma, con il tempo, ha subito tante variazioni, finendo per offrirci i sapori di tante vecchie e nuove varianti. La traduzione letterale del nome è “crema bruciata” e questa denominazione è dovuta ad una specifica particolarità: la superficie croccante e caramellata.

Questa caratteristica principale è stata portata avanti nel tempo e vedrete che, anche nella Creme Brulée salata al parmigiano e finocchi, il croccante guscio caramellato è presente e mantiene fede alle sue origini.

Per quanto riguarda la ricetta originale, la pietanza viene cotta nel forno a bagnomaria oppure a fiamma viva. Nel nostro caso opteremo per il primo metodo che si rivela più lento, più delicato e ancor più capace di farci raggiungere il risultato desiderato commettendo meno errori possibile.

Mentre la classica Creme Brulée salata viene preparata con i tuorli d’uovo, lo zucchero, la panna e l’aroma di vaniglia, per la ricetta con il parmigiano e i finocchi, non andremo ad aromatizzare la crema con la vaniglia, ma useremo comunque i tuorli d’uovo, lo zucchero e la panna, un po’ di burro, lo scalogno, il sale, il pepe e, ovviamente, i due ingredienti protagonisti.

Creme Brulee al parmigianoGli alimenti della Creme Brulée salata al parmigiano e finocchi

Come avrete capito, stiamo parlando di una Creme Brulée molto diversa dall’originale, ma vi accorgerete che si tratta comunque di una “crema bruciata”. Al centro del gusto di questa pietanza, troverete il parmigiano e i finocchi: i due ingredienti d’eccellenza. Senza togliere niente agli altri alimenti utilizzati per questa ricetta, è utile pensare che sia il formaggio che l’ortaggio appena citati, hanno due sapori forti e capaci di “trascinare” l’intera pietanza, trasformandola in un qualcosa di unico e speciale.

In poche parole, la vostra Creme Brulée salata al parmigiano e finocchi conquisterà ogni ospite e regalerà ad ognuno di loro una meravigliosa esperienza culinaria e un valido carico di energia. Un’unione di sublimi sapori ricoperti da un sottile strato di zucchero caramellato vi stanno aspettando!

Ingredienti per 4 persone

  • 60 gr di tuorli d’uovo,
  • 250 ml di panna consentita,
  • 40 gr Parmigiano Reggiano stagionato 48 mesi,
  • 2 finocchi,
  • 1 rametto di finocchietto fresco,
  • 30 gr di burro chiarificato,
  • ½ scalogno,
  • 50 gr di zucchero di canna,
  • q.b. sale

Preparazione

Lavate e tagliate i finocchi a dadini. Fate appassire lo scalogno in una padella con il burro, aggiungete i finocchi e lasciateli rosolare. Terminate la cottura bagnandoli con un po’ d’acqua e aggiungendo il finocchietto.

In una terrina sbattete i tuorli, aggiungete il Parmigiano Reggiano grattugiato, il sale,  la panna e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Aggiungete i finocchi precedentemente cotti e tagliati a dadini. Versate il composto in una cocotte e cuocete a bagnomaria in forno a 140° per 20/25 minuti.

Fate raffreddare a temperatura ambiente per un’ora. Una volta raffreddati, cospargete la crema ottenuta con dello zucchero di canna e caramellate con l’apposito cannello.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Malandrone 1477

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Brandade de Morue à la Nimoise

Brandade de Morue à la Nimoise: lo snack...

Tutto il sapore del baccalà Il protagonista di questa ricetta è il baccalà, che qui viene sottoposto a un trattamento particolare. Tanto per cominciare viene dissalato, ossia viene lasciato in...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Hamburger di verdure grigliate

Hamburger di verdure grigliate, un’alternativa vegetariana

Quali verdure usare per questo tipo di hamburger? L’hamburger di verdure grigliate si basa proprio su questi ultimi ingredienti per dare vita ad un secondo piatto davvero gustoso. Quali verdure è...

logo_print